Allarme terrorismo Roma e Vaticano sotto controllo

Arianna Acciarino
Print Friendly, PDF & Email

Il prefetto rassicura la città di Roma: i dati in possesso del Ministero dell’Interno smentiscono la possibilità di imminenti attacchi terroristici nella Capitale.

allarme terrorismo_san_pietro_blindataSul tema dell’allarme terrorismo Roma e il Vaticano sono al centro dell’attenzione mediatica.

Dopo i fatti di Parigi il livello di allerta è ovviamente salito e il sindaco Ignazio Marino ha richiesto al prefetto un aumento della sorveglianza presso i siti sensibili, ma i 500 uomini necessari non sono ancora arrivati in città.

Durante l’incontro tra Prefettura, Regione Lazio e Roma Capitale sono stati illustrati con simulazioni i diversi piani di soccorso e gestione dell’emergenza da attivare in caso di attacchi ma è stato anche segnalato lo stato di difficoltà in cui si trovano a lavorare gli agenti di Polizia della Capitale.
Massimo Nisida, Segretario Generale Provinciale Ugl Polizia di Stato, ha ricordato che l’età media delle Volanti sulle strade di Roma è di almeno dieci anni e che questo le rende inaffidabili sotto molti punti di vista.

A parte queste difficoltà tecniche, la città è comunque tenuta sotto stretto controllo e siti sensibili quali metropolitane, monumenti, chiese e tutto il territorio circostante il Vaticano sono monitorati con attenzione 24 ore su 24.Atac-e-sicurezza-in-metro

Sotto il controllo vigile delle forze di sicurezza, Roma deve quindi continuare a vivere senza timori e ansie perché, come ha affermato il sindaco Ignazio Marino ad apertura dell’incontro tra l’Ambasciatrice di Francia, Catherine Colonna, il segretario generale del Centro islamico culturale d’Italia, Abdellah Redouane e gli allievi delle scuole di fumetto della capitale, “non possiamo rinchiuderci nelle nostre case dominati da paura o sospetto, perché quella sarebbe la vera vittoria del terrorismo”.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti