Torre Argentina, Esquilino e Piazza Vittorio, è lotta al degrado a Roma

Annamaria Serinelli
Print Friendly, PDF & Email

Politici, cittadini e intellettuali si sono incontrati in questi giorni in luoghi diversi, discutendo e agendo, con un unico obiettivo: prendersi cura di Roma.

Retake RomaDomenica scorsa, 25 gennaio, l’azione congiunta di Retake Roma, movimento di volontari per il decoro urbano, e Federalberghi si è concentrata su Largo di Torre Argentina, con la partecipazione dei rappresentanti politici nazionali e locali. L’on. Marta Leonori, assessore al Commercio, ha partecipato ai lavori ed ha commentato: «È lodevole il lavoro di una rete di cittadini che fa dell’attività antidegrado qualcosa di non estemporaneo».

Il “clean up” di domenica è stato un successo ed ha registrato un numero record di adesioni: 200 persone hanno partecipato all’iniziativa. Il gruppo di volontari ha ricevuto il fondamentale supporto dei vigili urbani del Pics (Pronto Intervento Centrostorico-Decoro Urbano), nella tutela dei beni archeologici, e Ama, che supporta le azioni che richiedono un’attrezzatura professionale.

La collaborazione tra il movimento di volontari e Confcommercio continua, a seguito dell’evento e grazie alla volontà di Tommaso Tanzilli, direttore generale di Federalberghi Roma. Retake è stata presente all’Albergatore Day svoltosi a Roma il 28 gennaio, con i suoi rappresentanti ed il suo stand.Largo Argentina

Un altro incontro si è svolto in Campidoglio, tra il primo cittadino Ignazio Marino ed il regista che ha reso Roma nuovamente icona cinematografica, Paolo Sorrentino. Come abitante del quartiere Esquilino, il Premio Oscar per La grande bellezza ha portato le sue idee di valorizzazione della Paolo Sorrentino's honorary Citizenship of Romemultietnicità e delle risorse del rione. Alla discussione ha partecipato anche il presidente del primo Municipio, Sabina Alfonsi, e nuovi incontri si sono svolti e si prospettano con Maurizio Pucci, assessore ai Lavori pubblici.

Una grande bellezza richiede una grande premura: i cittadini hanno dato una prima risposta con i fatti, idee e partecipazione. Ora bisogna continuare a lavorare per avere sviluppi e risultati nella lotta al degrado.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti