Henri Matisse a Roma alle Scuderie del Quirinale.

Alice Smiroldo
Print Friendly, PDF & Email

Henri Matisse, “Arabesque”, è la mostra in programma alle Scuderie del Quirinale di Roma dal 5 marzo al 21 giugno.

Ester Coen ha curato l’esposizione dal titolo “Henri Matisse- Arabesque”, e che ospiterà oltre 100 opere dell’artista francese, affiancate da 64 che lo hanno ispirato.

Il filo rosso dei dipinti è il tema “Arabesque”, un’idea di estetica che prevede linee multicolori e richiami all’Oriente. Oriente che Matisse ha conosciuto nei suoi numerosi viaggi.
“La preziosità o gli arabeschi non sovraccaricano mai i miei disegni, perché quei preziosismi e quegli arabeschi fanno parte della mia orchestrazione del quadro”, raccontava lo stesso artista.

I pesci rossi Tra le opere più suggestive esposte, è possibile ammirare “I pesci rossi” dal museo Puskin, la natura morta “Gigli, Iris e Mimose” del 1913, dalla particolare cromatura fra il verde e le sfumature di azzurro, sempre custodita nel museo Puskin.
Altri celebri dipinti presenti sono “Tre sorelle”, “Ragazza con il copricapo persiano”, “Zohra sulla terrazza” e “La palma” (proveniente dalla National Gallery of art di Washington).

Dall’esposizione è facilmente visibile l’utilizzo della  decorazione: Matisse è stato infatti il primo pittore a riutilizzare questa tecnica che consiste nel rompere l’effetto di rigidità e le regole della prospettiva per dare più spazio ai colori, alle linee, alla purezza.

Pervinche (o Giardino marocchino)

Il motivo della decorazione diventa per l’artista il principio cardine di una indagine profonda sulla pittura.
Ricerca che trova il suo culmine con la scoperta dell’Oriente e dei suoi paesaggi, che gli consentono di gettarsi alle spalle le regole più rigide dell’arte ottocentesca.
L’esposizione è però organizzata in modo da spaziare nelle varie fasi pittoriche di Matisse: è presente infatti una sala in cui ci si ritrova immersi nell’Africa primitiva, visibile dall’utilizzo di colori più scuri e da segni molto più semplici.
La mostra alle Scuderie del Quirinale di Roma fa rivivere la delicatezza di mondi antichi e poco conosciuti rivisitati dalla mano geniale di uno degli artisti più apprezzati e versatili della storia dell’arte.

Nudo in poltrona, pianta verde

L’esposizione è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, da Roma Capitale e dall’ Assessorato alla Cultura e Turismo, ed è organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in coproduzione con MondoMostre e catalogo a cura di Skira editore.

BIGLIETTO 2X1 CON FRECCEITALIA

Per  usufruire  della  promozione  basterà avere  Carta Freccia o esibire  al botteghino  il biglietto delle Frecce in formato digitale o cartaceo, destinazione Roma, in  una  data  antecedente  al  massimo  di  tre  giorni  rispetto  a  quella  della  visita.  Si pagherà così 1 solo biglietto a fronte di due ingressi.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti