Dall’Italia alla Francia attraverso il Buco di Viso

Valerio Zoveralli
Print Friendly, PDF & Email

Attraversare il confine a piedi passando per un antico tunnel medievale: per andare dall’Italia alla Francia si può. Stiamo parlando del Buco di Viso, il primo traforo alpino della storia, che collega Pian del Re (in provincia di Cuneo, Piemonte), alle pendici del Monte Granero (dove nasce il Po), con la valle del fiume francese Queyras. Ci troviamo a quasi 2900 metri di altezza. Il tunnel è lungo 75 metri e la sua altezza varia dai 3 metri al metro e mezzo, ragion per cui spesso non si può camminare in piedi. La larghezza media si attesta sui 2 metri.

i_deb3e2ac29

A volere fortemente la costruzione della galleria nel 1480 fu il marchese di Salluzzo, Ludovico II Del Vasto, politicamente orientato a favore dei francesi, che riuscì ad avvalersi dell’appoggio di Renato D’Angio, il Re di Napoli, che poteva vantare anche la carica di conte di Provenza ed era di fatto un vassallo del Re di Francia Luigi XI.

Lo scopo del Buco di Viso era quello di agevolare i traffici commerciali, evitando alle carovane di mercanti il passaggio attraverso il pericoloso valico alpino noto come Colle delle Traversette. Grazie al tunnel venivano messi in comunicazione il Marchesato di Salluzzo con le regioni della Provenza e del Delfinato. A partire dalla sua apertura nel 1481 i traffici commerciali aumentarono notevolmente e l’opera si rivelò un elemento assolutamente strategico per far transitare le merci.

2658fcf47d_583521_med

Nel corso dei secoli per motivi politici e ambientali (le abbondanti nevicate) il tunnel rimase spesso chiuso per periodi molto lunghi, fino alla riapertura del 1907.

Nel 1998 il tunnel è stato ripulito dai detriti in pietra che lo stavano ostruendo e ne avevano provocato una nuova chiusura.

Nel 2014 la galleria ha subito un importante intervento di rafforzamento che ha portato alla sua nuova apertura il 15 ottobre.

3971246

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti