Roma 1 maggio 2015. Metro A a richio conducenti

Valerio Zoveralli
Print Friendly, PDF & Email

1 maggio, a Roma c’è il rischio che una giornata di festa si trasformi in una giornata di caos. Per coprire il turno di straordinario i conducenti della Metro A che hanno dato la propria disponibilità a lavorare in occasione della festività sono 0 al momento. Peccato che ne servirebbero 28. E il rischio che si abbia a che fare con un Capodanno bis è molto alto: in occasione del primo dell’anno soltanto 7 conducenti erano al lavoro, contro i 24 necessari per garantire il regolare svolgimento del servizio. Il risultato fu una enorme confusione, con treni che passavano ogni mezz’ora circa ed erano così pieni che la gente non poteva salire in alcun modo e continuava a congestionare le banchine.

metro-B1_banchina-affollata

Il nodo riguarda principalmente il turno di chiusura: dato che l’orario della Linea A verrà esteso fino all’1.30 di notte proprio per la festività, servono dei macchinisti per la fascia 21.30-1.30. E finora neanche uno si è dichiarato disponibile a lavorare. L’Atac sta cercando di trattare con i sindacati per stabilire il bonus monetario da attribuire ai lavoratori che effettueranno lo straordinario, anche se questa mossa fallì proprio in occasione del Capodanno. I rapporti tra l’azienda e alcuni vertici sindacali sono molto tesi e mettono a rischio il raggiungimento di un accordo anche questa volta.

Metro-Roma

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti