Roma e lo sciopero dei trasporti

Print Friendly, PDF & Email
sciopero atac

Il problema dello sciopero dei trasporti del venerdì è un problema ormai diventato endemico, che  danneggia gravemente i cittadini,   il TURISMO e  l’ IMMAGINE della Capitale romana.

Venerdi 15 maggio 2015 “lo sciopero è indetto contro i provvedimenti del jobs act, contro le privatizzazioni selvagge, gli innalzamenti dell’età pensionabile, le discriminazioni imposte dal Testo Unico sulla Rappresentanzale penalizzazioni di un contratto fermo da ben 8 anni. spiega l’ Unione Sindacale di Base.

Quindi otto anni fa, nel  2007, dopo i precedenti anni di scioperi il contratto fu riesaminato e approvato.

VEDIAMO A CAMPIONE COSA SUCCESSE NEGLI ANNI SUCCESSIVI

– 2008 Lunedi  6 novembre: “Sciopero. La nuova protesta segue quelle di quattro ore del 9 maggio VENERDI e di 24 ore del 7 luglio LUNEDI. Al centro della protesta, indetta dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast la vertenza per il nuovo CCNL della Mobilità per gli addetti al trasporto locale, ferroviario e servizi. A Roma, bus fermi dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.”(La Repubblica)

– 2009 Venerdi 23 ottobre: Sciopero del trasporto pubblico locale …Articolato a livello territoriale col rispetto delle fasce protette, che variano da città a città. Sciopero generale di tutte le categorie del lavoro dipendente indetto da Cobas, Cub e Sdl. (Corriere della Sera)

– 2010 Venerdi 11 giugno: Sciopero di 24 ore indetto dal sindacato di base Usb, nell’ambito dello sciopero nazionale proclamato da Rdb Trasporti, Sdl e Cobas. La protesta, articolata nel rispetto delle fasce di garanzia, da inizio servizio sino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20, interesserà i mezzi capitolini delle aziende Atac e Tevere Tpl, creando possibili disagi alle corse bus, tram, metrò tra le 8,30 e le 17 e dalle 20 a fine corse. (06blog.it)

– 2011 Venerdi 16 dicembre. Sciopero. “Metro e bus a rischio a Roma. Venerdì 16 dicembre sarà una giornata nera per i trasporti pubblici. Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Faisa-Cisal, Fast-Confsal e Sul hanno infatti indetto uno sciopero nazionale dei trasporti di 24 ore. A questo si affiancano 2 scioperi di 8 ore relativi solo a Roma e alla regione Lazio.” (Romatoday)

– 2012  Venerdì 20 luglio:  Sciopero.“Sarà un’altra giornata di passione a causa dell’ennesimo sciopero dei trasporti, che bloccherà tutti i mezzi pubblici (treni, bus e metro) per 4 ore con modalità diverse città per città. La protesta è stata proclamata dalle segreterie nazionali diFilt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa-Cisal, dopo che le associazioni datoriali Asstra e Anav hanno disdetto il contratto.” (Il Fatto Quotidiano)

– 2013 Venerdì 22 marzo: “Sciopero dei trasporti pubblici, indetto da CGIL, CISL, UILtrasporti, UGLtrasporti, FAISA CISAL e FAST. L’agitazione, di 24 ore su tutto il territorio nazionale, fermerà bus tram e metro per l’intera giornata. Sono assicurate fasce di garanzia differenti nelle varie città.” (Il Fatto Quotidiano)

Questa volta, però, pare che l’Assessorato abbia deciso di affrontare il problema:

A differenza del 17 aprile 2015, lo sciopero di oggi non danneggerà eccessivamente i cittadini, lo dichiara in una nota Guido Improta, Assessore alla Mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale, garantito quindi il diritto alla mobilità. “A Roma i disagi saranno contenuti grazie a presidi Atac” prosegue l’Assessore. “Come è stato appurato dalle indagini avviate dopo lo sciopero dello scorso 17 aprile – aggiunge Improta – i disagi registrati sono da ricondurre a comportamenti che, seppure individuali, hanno determinato la percezione di un’azione premeditata volta a gettare discredito sull’Azienda.

Resta l’esigenza di trovare nuove modalità nell’esercizio del diritto di sciopero tali da non danneggiare eccessivamente i cittadini”

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti