I migliori gelati artigianali della Capitale

Lorenza Rallo
Print Friendly, PDF & Email

Per un buon gelato è sempre il momento giusto soprattutto se siamo in piena estate romana. In questo periodo dell’anno, turisti e non vanno alla ricerca delle migliori prelibatezze che Roma può offrire.
Tra il sole cocente e il caldo afoso il gelato diventa il Re dell’estate e nella scelta non contano solo il gusto o i colori accesi ma anche la tradizione e la creatività dei maestri artigiani del settore. Dalla combinazione di ingredienti dolci e salati, esotici e insoliti nascono nuovi sapori in grado di meravigliare anche i più scettici.

Tra le migliori gelaterie artigianali di Roma troviamo:

  •  Corona (vicino Largo di Torre Argentina)
    • famoso per la creazione della crema all’assenzio con frutti rossi, mandorla con zafferano, limone e basilico e lime, carota e zenzero;
  • Gelateria del Teatro (non molto lontana dal Chiostro del Bramante)
    • vanta un’antica tradizione artigianale. Tra i suoi gusti più innovativi la stracciatella alla menta, la Vecchia Roma (ricotta e visciole) e il limone, miele e rosmarino.
  • La Romanavia XX Settembre)
    • da assaggiare assolutamente il croccante all’amarena e la ricotta con fichi caramellati.
  • Fattori (al Pigneto)
    • specializzata in semifreddi e crema orientale di zafferano, zenzero e petali di rose. Da provare anche la cheesecake ai frutti rossi e la bavarese caramello e banana.
  • Da Re (vicino piazza Annibaliano)
    • passione e femminilità si combinano nell’irresistibile tiramisù e la vellutata di ricotta.
  • La Gormandise (a Monteverde)
    • si distingue per i buonissimi parfait caffè e salsa all’anice e meringato vaniglia e frutti della passione ma anche per i gelati al gusto di karkadè e fiori di arancio e zenzero e vaniglia.
  • Lubrano (nel quartiere Tiburtino)
    • crea diverse varianti di gelati con la Nutella e da non perdere il gusto ricotta fichi e noci e il variegato Maracuja.
  • Settimo Gelo (in zona Prati)
    • famoso per i gusti speziati come zenzero, cardamomo e cannella.
  • Otaleg (zona Colli Portuensi)
    • gusti innovativi, come gorgonzola, senape e mandorla pizzuta d’Avola.
  • Mela e cannella (in zona Marconi)
    • fantasia con il cioccolato di Modica al rosmarino e la crema al Marsala.
  • Lemongrass (vicino Piazza del Risorgimento)
    • per gli appassionati bio, da assaggiare lo yogurt mele e noci, la Sacher e i cookies ricotta e fichi caramellati.

Consigli utili
Per distinguere un buon gelato artigianale bisogna fare attenzione agli ingredienti di base, solo prodotti naturali, senza conservanti, additivi e grassi vegetali idrogenati. La consistenza è un altro punto forte per un ottimo gelato artigianale, non troppo denso e conservato in pozzetti. I colori non devo essere scintillanti ma naturali e i gusti alla frutta devono essere a base di acqua e non di latte.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti