Roma, i ruderi di Caracalla ospitano la Turandot

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email

Al debutto, mercoledì 15 luglio, Turandot, la seconda opera del cartellone pucciniano alle Terme di Caracalla, Turandot.

Sotto la regia, scene, costumi e luci di Denis Krief, l’Oriente misterioso di Giacomo Puccini si fonde con la bellezza senza tempo dei ruderi di Caracalla. Dirige, per la prima volta, dal podio dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Juraj Valcuha, attuale direttore dell’Orchestra nazionale della Rai. Mentre nelle repliche del 4 e 8 agosto il testimone passa al Maestro Carlo Donadio.

Tratta da una fiaba teatrale di Carlo Gozzi, Turandot è l’ultimo e incompiuto successo del compositore toscano. E l’opera resta volutamente incompiuta anche sotto la regia di Krief: “La “signora” Turandot mi accompagna da 15 anni e, tranne una volta, l’ho sempre rappresentata senza il finale, Per me è compiuta così. Il mancato finale di “Turandot” è un falso problema perché Puccini si fermò nella scrittura per un motivo semplice: non sapeva come finire la storia. Un genio come lui non si sarebbe mai arenato un anno e mezzo prima di morire”.

“Tu che di gel sei cinta”, canta la schiava Liù prima di morire alla glaciale e crudele padrona, la principessa Turandot, poco oltre la metà del terzo atto, ovvero fin dove arrivò Puccini nella composizione.

Non ci sono riferimenti alla storia romana, nell’opera di Krief, che ha cercato di unire la poetica dei ruderi con l’ambientazione del libretto, una Cina al tempo della favole. Due soli materiali vengono utilizzati sulla scena: il bambù, per restituire al pubblico un profumo e un estetica asiatici e il legno, scelto per il calore e l’amplificazione dell’acustica. Sarà forte la presenza del bianco, che in Estremo Oriente è simbolo del lutto.

Quasi tutti al debutto gli interpreti di questa Turandot ‘capitolina’. A cominciare dal soprano svedese Iréne Theorin, che si alternerà con Maria Billeri. George de Leon sarà il principe calaf e María Katzarava interpreterà la schiava Lìù.

Con la Turandot ‘capitolina si chiude l’edizione che il Teatro dell’Opera ha programmato alle Terme di Caracalla per la stagione 2015.

Prima rappresentazione
mercoledì 15 luglio, ore 21.00
Repliche
sabato 18 luglio, ore 21.00
lunedì 20 luglio, ore 21.00
venerdì 24 luglio, ore 21.00
martedì 28 luglio, ore 21.00
venerdì 31 luglio, ore 21.00
martedì 4 agosto, ore 21.00
sabato 8 agosto, ore 21.00

Per informazioni: Turandot – Festival di Caracalla 2015

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti