In vacanza con gli amici a quattro zampe. Portateli con voi, non abbandonateli

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email

Estate tempo di vacanze. Anche per amanti e possessori di animali che non vogliono rinunciare a portare con sé i loro amici a quattro zampe. “Viaggiare con cane e gatto” è la nuova app realizzata da Touring Editore per facilitare e ridurre al minimo rischi ed inconvenienti.

Gratis per iphone, ipad e Android, l’app mette a disposizione una mole di informazioni utili, una selezione di strutture dove è possibile mangiare, dormire e rilassarsi con il proprio cane o gatto. Oltre 1.700 alberghi, bad&breakfast, agriturismi e ristoranti, disposti ad accogliere i propri animali da compagnia.

app vtouring editore

Non solo questo. Si trovano consigli del veterinario, leggi da rispettare per chi viaggia con animali, diritti e doveri, i pronto soccorso,  negozi. Tutto ciò che serve per rendere la vacanza dei pet lovers semplice e piacevole.

Secondo l’Osservatorio Doxa 2015 sugli stili di vacanza il popolo dei vacanzieri con animali al seguito è di circa 1,8 milioni di persone. Un vero e proprio esercito, che se trovasse spazi adeguati e accessibili, avrebbe un notevole impatto sull’economia del turismo e che. ad oggi,  riscontra problemi di accessibilità e servizi.

Come noto, il fenomeno dell’abbandono degli animali ha il suo apice proprio in estate (25-20 per cento), quando è tempo di partenze e non si sa dove lasciare il proprio animale o non si vuole optare per costose strutture per animali.

Quasi una famiglia italiana su due vive con un animale in casa, secondo i dato Doxa. Si stima che ogni anno, nel nostro Paese, siano abbandonati in media 130 mila animali tra cani e gatti (circa 80.000 gatti e 50.000 cani). Nonostante sia ormai un reato punibile per legge.

Per questi motivi è d’obbligo affiancare alle campagne di sensibilizzazione strumenti concreti per modificare la sensibilità delle persone e la cultura dell’accoglienza turistica, per stare al passo con il cambiamento degli stili di vita e di vacanza e rilanciare l’economia del settore.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti