Come recuperare gli oggetti smarriti a bordo treno

Print Friendly, PDF & Email
bagagli

Da diversi anni Trenitalia ha chiuso gli uffici oggetti smarriti di tutte le stazioni e non gestisce più i depositi bagagli. Per i viaggiatori più distratti ha però attivato un nuovo servizio che ricerca e riconsegna, in caso di ritrovamento, gli oggetti dimenticati a bordo. Al momento il servizio è disponibile solo per i clienti dei Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca ed è attivo nelle stazioni di Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Reggio Calabria.

Come funziona. Il viaggiatore che si accorge di aver dimenticato sul treno un oggetto personale o il proprio bagaglio può denunciarne lo smarrimento ai Frecciadesk nella stazione di discesa. Una volta che il personale dell’assistenza si mette in contatto in tempo reale con il capotreno, questi fa un sopralluogo e se ritrova l’oggetto si accorda con il cliente per la riconsegna.

In caso di mancato ritiro o rivendicazione, gli oggetti sono consegnati, entro quindici giorni, all’Ufficio Oggetti Smarriti del comune in cui il treno fa capolinea. I documenti, come carte d’identità, passaporti, patenti, ecc., sono, invece, consegnati alla Polfer, la Polizia Ferroviaria.
Nota bene. Milano è l’unico comune il cui ufficio oggetti smarriti ha sede nella stazione centrale.

Per saperne di più consulta il sito www.trenitalia.it oppure chiama il servizio di customer care di Trenitalia al numero 892021. Il servizio è a pagamento.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti