Roma, Case d’Autore. Tour nelle dimore dei grandi artisti

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email
Casa Pirandello

Un nuovo itinerario turistico a Roma. Quello che accompagna nelle case-museo di 11 artisti e letterati che hanno vissuto parte della loro vita nella Capitale. Da Pirandello a De Chirico a Keats, un percorso che svela come Roma sia stata nel tempo musa ispiratrice dei più grandi musicisti, poeti e scrittori.

Casa Pirandello

Stanza della casa di Pirandello

La casa-museo di Luigi Pirandello, innanzitutto. Ultima dimora dello scrittore siciliano, dove visse dal 1933 al 1936, anno della sua morte. Qui sono conservati i suoi manoscritti e la biblioteca personale, la targa del premio Nobel per la Letteratura vinto nel ’34 e la divisa della Reale Accademia d’Italia. Nell’edificio, a due passi da Villa Torlonia, ci sono tutti gli oggetti che Pirandello vedeva e toccava fino a ottanta anni fa: la sua macchina da scrivere, da cui sono nati i suoi grandi capolavori, lo sgabello dove sedeva, la scrivania su cui poggiava, tra le altre cose, il portasigari donatogli da D’Annunzio.

Altra grande casa da visitare, proseguendo l’itinerario, verso Piazza di Spagna, a lato della scalinata che porta a Trinità dei Monti, è quella di Giorgio e Isa De Chirico, dove il maestro della pittura metafisica visse dal 1947. Un salone luminoso e arredato in stile tendente al barocco, che contiene le prime opere, quelle in cui l’artista ricorda le sue origini greche. Nella sala da pranzo alcune nature morte e nell’ultima stanza i quadri più famosi, quelli dell’ultimo periodo. La camera da letto della coppia e lo studio si trovano salendo al piano superiore.

casa De Chirico

Casa museo Giorgio e Isa De Chirico

Percorrendo pochi passi, di fronte alla Barcaccia, la fontana del Bernini, si trova la Keats-Shelley House, dove Keats visse e morì tra il 1820 e il 1821. Tra il 19° e 20° secolo l’edificio era diventato un vero e proprio luogo di culto per turisti statunitensi e inglesi che si recavano in pellegrinaggio anche al cimitero acattolico di Testaccio, dove il poeta è seppellito. La casa ha una collezione di circa 8000 libri, tra i quali molte opere di Lord Byron. Spicca il sonetto scritto da Oscar Wilde sulla tomba di Keats: si dice che il poeta irlandese, dopo essere stato ricevuto dal Papa, si sia recato al suo sepolcro dicendo di andare “nel luogo più sacro di Roma”.

casa Goethe

Casa di Goethe

Da non perdere tutte le altre dimore incluse in questi affascinante itinerario. Come la Casa di Goethe, in via del Corso 18, che conserva lettere, libri, disegni che riguardano il viaggio del poeta in Italia a cui è dedicata la mostra permanente. Al secondo piano si trova la Biblioteca storica degli artisti tedeschi in Italia. L’unico museo tedesco presente in Italia.

Percorrendo il lungotevere della Vottoria, all’ultimo piano del civico 1, la Casa museo di Alberto Moravia. La casa conserva tracce di vita quotidiana, dei suoi viaggi e interessi. Le molte opere d’arte alle pareti e la ricca documentazione d’archivio testimoniano i rapporti con artisti e scrittori: da Mario Schifano a Dacia Maraini, da Renato Guttuso a Toti Scialoja sino a Pier Paolo Pasolini e Bernardo Bertolucci.

Casa Moravia

Casa Alberto Moravia

Chi vuole fare un tuffo nella vita quotidiana di Henrik Christian Andersen deve recarsi a Via Pasquale Stanislao Mancini 20, a Villa Helene, dove il Museo dell’artista norvegese, costruito tra il 1920 e il 1925, svela una palazzina con annesso studio di scultura, in cui sono presenti monumentali statue, busti e disegni dell’artista.

Nel cuore di Villa Borghese c’è poi il Museo Pietro Canonica, nell’omonima via che ospita l’appartamento privato dell’artista. Qui è aperto il pubblico lo spazio intimo dello scultore italiano, con le sue memorie, gli affetti e un atelier che dimostra la sue maestria e perizia tecnica.

Per concludere il Museo Venanzio Crocetti (via Cassia 492), la Casa-Museo Mario Praz (via Zanardelli 1) e lo Studio del Pittore Francesco Trombadori (via di Villa Ruffo 31).

Un inestimabile patrimonio culturale che svela al visitatore gli spazi intimi e i luoghi fulcro di ispirazione di alcuni tra i più grandi artisti e letterati del nostro tempo, che hanno regalato al mondo alcune tra le più belle pagine di cultura e arte.

Dettagli:
Brochure scaricabile dal sito www.turismoroma.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti