Dal Veneto alla Puglia. Cantine aperte, si fa vendemmia!

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email

Settembre mese di vendemmia. Le aziende vinicole di tutte le regioni italiane si animano e aprono i cancelli a turisti e appassionati del vino. Per tutto il mese, in date diverse regione per regione, le porte delle cantine d’Italia sono aperte e attive con eventi speciali, mostre, attività, visite guidate spettacoli, tour enologici e degustazioni. È il periodo di “Cantine aperte in vendemmia”.

Quattro week end speciali di enoturismo, organizzati da Movimento Turismo Vino, in cui tutti possono stare a contatto con i produttori vitivinicoli e i vignaioli, immersi nei meravigliosi vigneti, dove nascono gli squisiti e preziosi vini a etichetta italiana, assaporando il profumo delle uve e del mosto, partecipando non solo agli eventi, ma alla vera e propria raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione.

La Vendemmia

Partendo da Sud, la Puglia, la regione del Primitivo di Manduria, del Negroamaro e del Salice Salentino, dove è possibile partecipare a diverse manifestazioni e scegliere quali tra le 16 cantine aderenti all’iniziativa visitare, dalla Daunia al Salento.

Si arriva poi in Campania, dove si può vivere il momento della raccolta insieme ai viticoltori, dall’Irpinia al Vesuvio, sabato 26 e domenica 27 settembre. Proseguendo, per raggiungere le cantine dell’Umbria, con i suoi pregiati vini doc. dal Montefalco al Torgiano, dal Lago di Corbara al Rosso Orivetano, al Sagrantino. Splendide passeggiate tra boschi e vigneti della tenuta Arnaldo Caprai saranno possibili domenica 13 settembre. Oltre a visite e degustazioni dei vini della tenuta in abbinamento a prodotti del territorio umbro.

E poi ancora il Lazio, con il pregiato Cesanese e i corposi vini dei Castelli Romani e del Circeo. Nel territorio di Frascati, domenica 20 settembre, l’azienda Casale del Giglio organizza una visita alla filiera di produzione (dai vigneti alla cantina) e degustazioni dei vini aziendali, in abbinamento con pane casereccio, pecorino romano di Brunelli, porchetta di Ariccia, crostata di albicocca artigianale e visita guidata e gratuita al Museo di Satricum.

La Toscana poi. Vera e propria terra del vino. Dal Chianti, ormai simbolo della regione, al Brunello di Montalcino, alla Vernaccia di San Giminiano. E poi il Morellino di Scansano, l’Elba Aleatico Passito. Insomma, un angolo di paradiso per tutti gli amanti del nettare degli dei. Anche qui molte aziende vinicole hanno aderito a “Cantine aperte in vendemmia” e danno l’opportunità al visitatore di assistere alla nascita di alcuni tra i migliori vini italiani, dalla vigna alla bottiglia, passando ai percorsi di vinificazione e affinamento. Il tutto seguito da squisite degustazioni.

Dirigendosi verso nord, nella terra del sorriso e dell’ospitalità, l‘Emilia Romagna, si trovano vini che conservano un ottimo posto tra le eccellenze. Dal Sangiovese, al Trebbiano Romagnolo, dal Pignoletto dei colli bolognesi al famoso Lambrusco. Anche qui una ricca lista di cantine sono pronte ad accogliere i wine lowers in cerca di una ricca e gustosa esperienza enogastonomica.

Cantine aperte in vendemmia

E poi il Veneto. Con il Soave, il Bardolino e il Valpolicella prodotti nella provincia di Verona e il Gambellara e il Colli Berici della provincia di Vicenza. Qui le cantine Paladin-Bosco del Merlo, della zona doc Lison-Pramaggiore, accolgono gli ospiti con un’iniziativa in collaborazione con Slow Food, per assaggiare le prelibatezze del territorio a km 0 e godere dell’ottimo sapore del vino delle due tenute. Persino i bambini potranno imparare l’arte del vino, attraverso il gioco e attività didattiche.

CHICCA CULINARIA. Tra le aziende vitivinicole friulane, c’è anche quella di proprietà del giudice di Masterchef, Joe Bastianich, che propone, tra settembre e ottobre, “Dall’Uva alla Tavola”. Un pacchetto speciale con soggiorno nel B&B Orsone, un’esperienza di vendemmia tra i vigneti di Buttrio con visita in cantina, per seguire il processo della vinificazione, degustazione e, ciliegina sulla torta, cena al ristorante.

Un ricco programma per festeggiare insieme, produttori e consumatori, il magico e atteso rito della vendemmia. Nulla di più adatto in quella che si può definire l‘annata straordinaria del vino. Tra le migliori degli ultimi anni, come definito dalla stessa Confagricoltura. Grazie al clima primaverile e estivo che ha regalato un buon equilibrio di precipitazioni e caldo intenso, gli acini sono giunti a maturazione perfetta. E così il 2015 sarà l’anno del vino di qualità. In alto i calici.

 

Date dell’apertura cantine, regione per regione:

Campania – Sabato 26 e Domenica 27 Settembre
Emilia Romagna – Sabato 12 e Domenica 13, Domenica 20 Settembre
Lazio – Domenica 20 Settembre
Lombardia – Domenica 13, Domenica 20 e Domenica 27 Settembre
Puglia – Domenica 27 Settembre
Toscana – Settembre
Umbria – Domenica 13 e Domenica 20 Settembre
Veneto – Domenica 13, Sabato 19 e Domenica 20, Venerdì 25, Sabato 26 e Domenica 27 Settembre

 

Movimento Turismo Vino raccomanda di contattare direttamente le cantine per sapere i giorni esatti di apertura e per prenotazioni.

Per informazioni sull’evento e sulle aziende aderenti a “Cantine aperte in vendemmia” visitare www.movimentoturismovino.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti