Il turismo riparte. Una buona annata per l’Italia

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email

Per gli stranieri l’Italia resta sempre la preferita. Un’estate più che positiva quella appena trascorsa. Merito del clima o di Expo, oppure delle bellezze del Belpaese. Fatto sta che un buon 3 per cento in più di turisti stranieri, rispetto allo scorso anno, ha scelto la penisola per le vacanze estive. Americani, tedeschi e inglesi in cima. Questi i dati di Federturismo Confindustria.

stranierituristi

I cinesi diventano un bacino sempre più ampio e importante. Dal ‘lontano oriente’ arriva un + 23 per cento di turisti e conferma che la Penisola è tra le mete europee più gettonate.

E anche gli italiani tornano ad amare la loro terra. Più del 70 per cento ha optato per le località marittime di Puglia, Sicilia e Sardegna.

Un anno fortunato, come non succedeva da tempo. E il paese può tornare a sperare. Soddisfazione è stata espressa da Renzo Iorio, presidente Federturismo, secondo cui quella 2015 è stata “un’estate positiva con un +3 per cento sui flussi internazionali.

Lo conferma anche l’Agenzia nazionale del turismo (Enit), che già a luglio aveva previsto il trend positivo e ora conferma i dati, in un’intervista ad AffariItaliani.it di Cristiano Radaelli, commissario straordinario Enit: “C’è stata una crescita dei turisti internazionali che non si verificava da tempo. Afflusso più alto della media mondiale che ci sta permettendo, se i dati provvisori verranno confermati, di risalire di qualche posizione in Europa. Al secondo posto, dietro alla Spagna e riacciuffando la Francia.”

Anche il mese di settembre lascia ben sperare. Si stima in una crescita del turismo straniero del 6-7 per cento rispetto al 2014, con le città d’arte in cima.

L’auspicio delle associazioni ora è che la politica sappia rispondere a questi dati confortanti con altrettanta fermezza e positività. Come dichiara Iorio di Federturismo “E’ importante che il Governo intervenga a sostegno delle imprese turistiche attraverso un programma di medio/lungo periodo che favorisca investimenti e riduca il carico fiscale per lavoratori e imprese.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti