Firenze, riapre il Museo dell’Opera del Duomo

Print Friendly, PDF & Email
firenze

Dopo due anni di lavori, il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze riapre al pubblico. Oltre 750 opere, tra statue e rilievi in marmo, bronzo e argento, dei grandi maestri del Medioevo e Rinascimento fiorentino.

I capolavori

I capolavori di Michelangelo, Donatello, Raffaello, Lorenzo Ghiberti, Antonio del Pollaiolo, Luca della Robbia, Andrea Pisano, Andrea del Verrocchio e altri artisti fiorentini si mostrano in uno spazio nuovo.
Una superficie di sei mila metri quadri, con 25 sale disposte su tre piani, in grado di accogliere più di 750 opere, di cui 200 visibili al pubblico per la prima volta dopo il restauro. È il caso della Maddalena di Donatello, della Porta Nord di Ghiberti e dei ventisette pannelli ricamati in oro e sete policrome su disegno del Pollaiolo.
In mostra anche opere mai viste prima o conservate nei depositi per decenni, come le quindici statue trecentesche e i quasi settanta frammenti della facciata medievale del Duomo.

A colpire il visitatore non sono solamente le opere di indubbio valore artistico-culturale.

Le Sale

Spettacolare, ad esempio, la Sala dell’Antica Facciata che ospita, su uno dei due lati lunghi, la ricostruzione in scala 1:1 dell’antica facciata del Duomo, lasciata incompiuta da Arnolfo di Cambio. Si tratta di un modello in resina e polveri di marmo, basato su un disegno realizzato alla fine del Cinquecento da Bernardino Poccetti per documentare lo stato della facciata prima della sua distruzione.

Non sono da meno la Sala del Campanile di Giotto, lunga 36 metri e contenente 16 statue a grandezza naturale e 54 formelle; la Sala della Cupola del Brunelleschi, con i modelli lignei del Quattrocento, i materiali e gli attrezzi usati all’epoca per la sua realizzazione e la maschera funebre del grande progettista; la Sala delle Cantorie di Donatello; la Sala dell’Altare d’Argento con i Tesori del Battistero; la Sala con opere di fine Cinquecento e inizio Seicento e la Sala con vista Cupola.

Il progetto

La realizzazione del nuovo Museo dell’Opera del Duomo fa parte di un programma di interventi, tra cui il restauro delle facciate esterne del Battistero, messi in atto dall’Opera in vista del V Convegno Ecclesiale Nazionale della Chiesa Italiana che si terrà a Firenze questo novembre e vedrà la visita di Papa Francesco.

Info e prenotazioni
Museo dell’Opera del Duomo di Firenze
Piazza del Duomo, 9
tel. 055 2302885
sito web: www.ilgrandemuseodelduomo.it

Orari
Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00

Biglietti
Intero: 15 euro. Compresi nel costo anche la visita del Battistero, del Campanile di Giotto, della Cupola del Brunelleschi e della Cripta di Santa Reparata.
Ridotto: 3 euro (per bambini da 6 a 11 anni). I bambini al di sotto dei sei anni entrano gratis.

Attenzione! Fino al 26 gennaio 2016, si potrà acquistare un biglietto congiunto per visitare il Museo, il Battistero e la mostra Divina Bellezza tra Van Gogh, Chagall e Fontana a Palazzo Strozzi. Costo biglietto intero 12 euro; ridotto 6 euro.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti