Fiumicino, contro l’attesa del volo spazio bimbi e office point

Chiara Arroi
Print Friendly, PDF & Email

Un aeroporto sempre più a misura di passeggero quello di Fiumicino, che, grazie agli ultimi progetti di ammodernamento, mira a scrollarsi di dosso la classica nomea di “non luogo” e a diventare un prolungamento della vita quotidiana dei viaggiatori.

Adr (società aeroporti di Roma), rivoluziona l’attesa nello scalo Leonardo Da Vinci, rendendola piacevole, come sentirsi a casa o in ufficio. Baby corner attrezzati con passeggini e giochi per bambini al livello Arrivi dei Terminal 1 e 3, pianoforti per suonare e allietare l’attesa del volo, ma anche postazioni ufficio identificate da cartelli ‘your free office‘, con dieci punti internet wi-fi gratuito e illimitato in tutto lo scalo e sette punti e info-point dotati di fax e fotocopiatrici. Un vero e proprio ufficio temporaneo, adatto soprattutto ai viaggiatori pendolari per lavoro e studio.

“Un concetto nuovo di aeroporto, dove anche i tempi d’attesa diventano un’esperienza di viaggio”, commenta Francesco Delzio, responsabile relazioni esterne di Adr. Un’idea nata sulla scia della stazione St Pancras di Londra, che già da tempo si è attrezzata per trasformare l’attesa del viaggio in un’occasione di intrattenimento culturale.

Cambiano le esigenze di viaggio e aumenta la richiesta di confort nelle stazioni e negli scali. Stop quindi alle estenuanti attese sui rigidi sedili delle sale d’aspetto e via libera ad ambienti attivi e stimolanti, a misura di passeggero.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti