Gluten Free la nuova tendenza. Anche i ristoranti si adeguano

gluten free

Si è conclusa lo scorso weekend l’edizione 2015 del Gluten Free Day: il festival dedicato al mondo senza glutine e alla corretta alimentazione. Parlare di celiachia e di sensibilità al glutine è ormai all’ordine del giorno. Sul web o per strada cresce il numero di persone che si dice intollerante, allergico o celiaco e parallelamente aumenta il numero di prodotti e diete “gluten free” per la gioia di nutrizionisti, punti vendita specializzati e ristoratori.

La celiachia, che solo una ventina di anni fa era una patologia di cui poco o nulla si sapeva e chi ne soffriva una sorta di alieno nel Paese dei maccheroni, oggi è di tendenza. Nonostante la percentuale dei celiaci accertati in Italia sia molto bassa (poco meno di 165mila), tra i prodotti più venduti nel nostro Paese ci sono proprio quelli senza glutine (+50% secondo l’ultimo Rapporto Consumi e Distribuzione, redatto da Coop in collaborazione con Ref Ricerche e Nielsen).
In uno scenario simile continuano ad aumentare i locali (dai bar ai ristoranti, dalle pizzerie alle gelaterie) che offrono alla propria clientela menu specifici, golosi e invitanti. Dai risotti ai dolci, dalla pizza al gelato c’è l’imbarazzo della scelta.

Ecco una lista di locali che dicono no al glutine a Roma e a Milano, le due città capilista in Italia.

 

MILANO

gluten free

1. Joia – Via Panfilo Castaldi, 18
Una vera oasi felice per chi mangia bio e senza glutine. La maggior parte dei piatti sono preparati senza uova, senza frumento e senza latticini.

2. Taverna Guyot – Via Arnaldo da Brescia, 3
La Taverna propone quasi tutti i piatti della tradizione enogastronomica milanese anche nella versione senza glutine. I risotti sono la specialità della casa.

3. Be Bop – Viale Col di Lana, 4
Specializzato in cucina vegana e per celiaci. Il menu è completo e prevede anche la scelta tra numerose varietà di pizza.

4.Trattoria Casa Fontana 23 risotti – Piazza Carbonari, 5
Approvato AIC, il locale è perfetto per gli amanti dei risotti.

 

ROMA

gluten free

1. Ad hoc Il Ristorante – Via di Ripetta, 43
Nel cuore di Roma, il ristorante accontenta tutti, celiaci compresi, con un menu ad hoc, dai primi al dolce.

2. La Soffitta – Piazza del Risorgimento, 46 A
In zona Prati, nel locale si possono ordinare antipasti, primi, secondi, dolci e anche pizze “gluten free”.

3. La Matriciana – Via del Viminale, 44
Tra i “Locali storici d’Italia”, il ristorante è noto per l’impronta tipicamente romana dei suoi piatti. I celiaci possono ordinare primi piatti senza glutine e scegliere, per quanto riguarda i dolci, tra Creme Caramel, Crème Brulée, Tartufo e gelati mantecati.

4. Osteria del Gallo – Vicolo di Montevecchio, 27
A soli 100 metri da Piazza Navona, l’Osteria del Gallo propone un menu completo, dai primi al dolce, senza glutine.

 

IL PIATTO DELLO CHEF

Enrico Bartolini presenta il “Risotto Arlecchino” in salsa di peperoni, curry e pinoli

Ingredienti (per 4 persone)

Per il risotto

320 g. di riso Carnaroli, 100 g. di burro, 100 g. di Grana Padano, 5 g. di erba cipollina, 1 lt. di brodo vegetale, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1/4 di limone spremuto, sale quanto basta.

Per le salse

1 peperone rosso, basilico, 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano, 2 cucchiai di Pecorino, 1 cucchiaio di pinoli, olio extravergine di oliva.

Preparazione

Arrostire il peperone per 20 minuti a 180°. Pelarlo, condirlo con sale e olio, frullarlo e metterlo da parte. Preparare il pesto e frullarlo. Tostare il riso privo di grassi, bagnare con vino bianco e lasciar sfumare. Salare poco e cuocere per 9/10 minuti coperto con brodo bollente.
A fine cottura, fuori dal fuoco mantecare con burro, grana, erba cipollina e succo di limone.
Adagiare nel piatto la salsa di peperone rosso e il pesto. Sopra, il risotto. Decorare con olive taggiasche a pezzezzi, acciughe setacciate, scaglie di Grana, salsa al curry, carote selvatiche condite con olio, sale, menta e pinoli freschi.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti