Il ritorno di Gustav Klimt: quando l’arte è alla moda

Linda Tiralongo
Print Friendly, PDF & Email

Pittura e fashion system convolano a nozze grazie agli stilisti che portano in scena le visioni folgoranti di Gustav Klimt.
L‘estro e l’influenza sul gusto del maestro della Secessione viennese approdano sulle passerelle dell’alta moda e suggestionano attraverso creazioni sartoriali d’autore.

Curiosità: La Secessione Viennese è la definizione che l’Art Nouveau prende in Austria; in Francia viene denominata Art Deco,  Liberty in Italia, Modern style in Gran Bretagna. La musa ispiratrice di Gustav Klimt fu Emile Flöge, stilista e compagna dell’artista.

Sfilata Versace

L’Wren Scott si è ispirata alla Giuditta di Klimt

Forte sensualità ed opulenza estetica sono i caratteri distintivi delle avanguardie degli inizi del XX secolo e il salto dall’ispirazione all’industrializzazione di tessuti è subito fatto. Chiffon, ori, micro specchi, geometrie che narrano la storia dell’arte ma anche dell’emancipazione femminile che scalciava in pancia ai primi decenni del Novecento.
A sfilare sono creazioni che rimandano all’arte bizantina, ricca di ori, tipica delle tele di Klimt.
Figure femminili destrutturate e riassemblate in combinazioni geometriche escono dalla tela per sfilare in silhouette in carne e ossa: una vera e propria trasmigrazione dai capolavori di Klimt alle passerelle dell’haute couture. Una scelta impegnata, prima di una semplice fascinazione culturale per riscattare l’essere donna in un’estetica, quella di Klimt, anacronistica, ma consapevole.

Emilie Floge, musa ispiratrice di Klimt

Emilie Floge, musa ispiratrice dell’artista

L’occhio più esperto coglie subito i tratti distintivi con cui l’artista viennese sconvolse l’opinione dell’epoca quando correva l’anno 1911. Nelle sfilate firmate L’Wren Scott, Versace e Valentino le due arti, pittura e moda, si incrociano per esplodere in richiami sorprendenti agli abiti di Emilie Floge, stilista e musa ispiratrice di Gustav Klimt.

Valentino_fall_winter_2015_2016_collection_Paris_Fashion_Week2

Le geometrie di Valentino ispirate a Gustave Klimt

Se siete in partenza per Vienna vi segnaliamo inoltre un evento dedicato al pittore. A partire dal prossimo 22 ottobre sarà infatti allestita la mostra The Women of Klimt, Schiele and Kokoschka, al museo del Belvedere di Vienna che celebra una donna sensuale ma indipendente che lascia nel dimenticatoio di fine secolo i pregiudizi di genere e incarna la lotta per l’emancipazione

versace

Versace e il Ritratto di Adele Bloch-Bauer

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti