James Tissot. Un viaggio dalla mondanità alla spiritualità

Lorenza Rallo
Print Friendly, PDF & Email
tissot james roma

Considerato geniale dagli amici Maupassant, Goncourt, Daudet Halévy, James Tissot, per la prima volta in Italia, dal 26 settembre 2015 al 21 febbraio 2016, al Chiostro del Bramante di Roma.

Il ponte dell’HMS Calcutta (Portsmouth) 1876

Il ponte dell’HMS Calcutta (Portsmouth)
(1876)

80 opere concesse dalla Tate di Londra, dal Petit Palais e dal Museo D’Orsay di Parigi, che raccontano l’attività artistica di Tissot e l’influenza parigina e londinese. Tissot esprime nelle sue opere un forte interesse per la moda e i suoi quadri sono un omaggio all’alta borghesia, della quale celebra i gesti quotidiani con assoluta originalità e fascino. Tissot si dedica alla rappresentazione della Parigi mondana, raffigura, nel dettaglio, ambienti e personaggi, mostra molta cura nel disegnare e nel caricare di charme le figure femminili. Le sue opere sono fotografie ricche di particolari.

La mostra si articola in otto sezioni, che raccontano cronologicamente il viaggio spirituale e artistico di Tissot, ricco di tormenti e passioni:

1. Gli inizi a Parigi: pittore di storie

tissot storia interessante

Una storia interessante (1872)

Questa sezione è dedicata agli inizi della carriera artistica di Tissot. In queste opere emerge l’interesse dell’artista nei confronti del periodo Rinascimentale. Al centro delle sue opere è la figura femminile, misterioso oggetto del desiderio.

2. La vita moderna

La giapponese al bagno (1864) tissot

La giapponese al bagno (1864)

L’arte giapponese influenza il suo lavoro ed è evidente un cambiamento nel suo stile. Si dedica anche alle caricature dell’élite inglese e alla vita politica dell’epoca.

3. Un pittore di Londra

La figlia del capitano 1973 tissot

La figlia del capitano (1973)

A Londra, Tissot si dedica ai ritratti, dove il i costumi e la società vittoriana vengono descritti con ironia. Nello stesso periodo si dedica anche alle incisioni.

4. Il volto ideale di Kathleen Newton

Signora con l’ombrello (1878-1880)

Signora con l’ombrello (1878-1880)

Kathleen Newton, bellissima irlandese divorziata, diventa la musa ispiratrice di Tissot. Lei viene raffigurata spesso come donna misteriosa e oggetto del desiderio dell’artista, il quale sa coglierne il fascino e la natura più intima.

Signora di spalle in giardino de nittis 1883

Signora di spalle in giardino, Giuseppe De Nittis (1883)

Questa sezione mostra anche gli anni in cui Tissot si dedica all’incisione. In questo periodo incontra diversi incisori tra cui Giuseppe De Nittis, “il pittore delle parigine”, che come Tissot si dedica all’esaltazione della figura femminile.

5. La figlia del guerriero

La figlia del guerriero 1979

La figlia del guerriero (1979)

Ne La figlia del guerriero, Tissot esprime tutta la sua attenzione nei confronti della vita londinese, è evidente la ricerca del dettaglio nella descrizione dei costumi britannici, che sottolineano la condizione sociale dei personaggi. Anche qui la figura femminile, ispirata all’amata Kathleen, è predominante e pone in ombra quella dell’eroe di guerra convalescente.

6. Il figliol prodigo nella vita moderna

Il ritorno del figliol prodigo 1862 tissot

Il ritorno del figliol prodigo (1862)

Il figliol prodigo è un tema molto sentito da Tissot, soprattutto dopo la morte della compagna e il ritorno a Parigi.

7. Il viaggio interiore e la partenza

Il vedovo 1876 tissot

Il vedovo (1876)

Dopo la morte di Kathleen, inizia il viaggio itinerante di Tissot, grande viaggiatore, che tratta spesso il tema della partenza.

8. James Tissot pittore della moda

Mogli d’artisti (1883-85) tissot

Mogli d’artisti (1883-85)

In questa sezione emerge l’influenza dell’impressionismo su Tissot, un omaggio all’opera di Manet e Degas.

Autoritratto 1865 tissot

Autoritratto
(1865)

James Tissot (1836 – 1902), francese di nascita e britannico di adozione, è considerato uno dei massimi Realisti francesi dell’Ottocento. Il gusto per il dettaglio dei vestiti deriva dall’influenza familiare: il padre era un venditore di stoffe e la madre una disegnatrice di cappelli.
Nel 1873 si trasferisce a Londra, dove si dedica alle acqueforti, ma lì viene tacciato di eccessiva precisione realistica.
A Londra conosce anche l’amore della sua vita Kathleen Newton, la cui morte porta Tissot a convertirsi al cattolicesimo, ritornare a Parigi e a lavorare su soggetti biblici fino alla sua morte, avvenuta nel 1902.

La mostra è organizzata con il sostegno eccezionale del Museo D’Orsay, dallo sponsor Generali Italia e dal partner Trenitalia.

Informazioni utili:
Data Inizio: 26 settembre 2015
Data Fine: 21 febbraio 2016
Costo del biglietto: € 13,00 (audioguida inclusa);
Riduzioni: € 11,00 (audioguida inclusa)
Prenotazione: facoltativa
Luogo: Roma, Chiostro del Bramante
Orario: Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00
(la biglietteria chiude un’ora prima)
Telefono: 06 916 508 451
E-mail: press@arthemisia.it
Sito web: http://chiostrodelbramante.it/info/james_tissot/

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Parigi e il restyling della Tour Eiffel

Parigi. In vista delle Olimpiadi del 2024, la Ville Lumière lancia un concorso internazionale per il restyling del suo monumento più famoso, la Tour Eiffel. Più ...
Vai alla barra degli strumenti