Aggiornamenti: situazione trasporti e viaggiare sicuri

Print Friendly, PDF & Email

Escalation di paura dopo gli attentati terroristici a Parigi. L’allerta, dalla Francia colpita, si è spostato in tutti i paesi dell’occidente cristiano e non poteva non interessare il veicolo principale della minaccia Isis: i trasporti.

AEROPORTI

Tutti gli aeroporti nazionali sono considerati oggi sorvegliati speciali e i passeggeri vengono sottoposti a procedure di controllo straordinarie. Massima allerta soprattutto per quanto riguarda i voli da e per la Francia, ma non solo. L’Enac ha diramato ieri un comunicato per annunciare misure aggiuntive e un incremento del proprio personale di sorveglianza negli scali, chiedendo ai viaggiatori in partenza dagli scali italiani di recarsi in aeroporto con molto anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti. Stessa richiesta è stata effettuata dalla compagnia Alitalia.

A Fiumicino sono stati impiegati, oltre alle pattuglie in divisa, anche agenti in borghese che controllano le operazioni di check-in e gli imbarchi di tutti i voli diretti in Francia, con tanto di controlli ai documenti dei passeggeri, in aggiunta i posti di blocco esterni. Procedure che stanno causando code ai terminal e ritardi nelle partenze.

Intanto allarme ed effetto psicosi in queste ore si intensificano in tutta Europa, soprattutto lungo le aree dei trasporti. Poche ore fa a Londra è stata evacuata la stazione delle metropolitana Tooting Broadway e bloccato l’accesso ai treni. Anche a Copenaghen è stato evacuato il temrinal principale dell’aeroporto per un pacco sospetto, ora in fase di accertamento della polizia. I falsi allarmi crescono, ma le autorità non lasciano nulla al caso, segno che le forze in campo stanno lavorando a ritmi serrati per escludere qualsiasi tipologia di attacco o pericolo.

Ora l’apprensione e l’allerta si trasferiscono a tutta Europa e ai paesi con grandi afflussi turistici.

 

VIAGGIARE SICURI

FRANCIA

gif FranciaA seguito degli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre scorso, il Governo francese ha dichiarato lo stato di emergenza ed ha disposto il ripristino dei controlli di polizia alle frontiere. I collegamenti aerei e ferroviari per l’Italia funzionano regolarmente. Si consiglia tuttavia di verificare l’orario del proprio volo presso le compagnie aeree e di presentarsi in aeroporto con congruo anticipo. Si invitano inoltre i connazionali ad esercitare cautela negli spostamenti e ad attenersi alle indicazioni delle Autorità francesi. Numero telefonico di informazioni per i turisti italiani a Parigi, +33 (0)1 4550 3460.

La compagnia di bandiera Air France non sospenderà i voli, anzi ha dichiarato la volontà di mantenere invariata l’attività di trasporto passeggeri, avvisando i viaggiatori dei possibili ritardi dovuti all’intensificazione dei controlli ai check-in e alle frontiere. Chiunque abbia un volo in programma in questi giorni dovrà recarsi in aeroporto con un netto anticipo e prepararsi a un eventuale ritardo in decollo o atterraggio. Per i collegamenti su Parigi alcune compagnie tra cui EasyJet, Air France o British Airways hanno offerto ai loro passeggeri la possibilità di spostare la data dei loro voli in modo gratuito. Lo stesso ha fatto Eurostar per i treni tra Londra e Parigi.

BRUXELLES

bandiera-belgio-immagine-animata-0009A Bruxelles è allarme attentati. Da questa notte il governo belga ha innalzato a quattro il livello di allerta nella capitale, mentre è stato lasciato a tre nel resto del Paese. Come conseguenza tutte le stazioni della metropolitana della capitale sono state chiuse fino a lunedì. Circolano invece gli autobus, ma non tutti i tram. Per informazioni consultare il sito di trasporti http://www.stib-mivb.be/index.htm?l=fr.

MALI

MALI

L’assalto terroristico all’ hotel Radisson Blue di Bamako ad opera del gruppo Al Morabitoum legato ad al Qaeda nel Maghreb Islamico, si è concluso stamattina. Le vittime sono 21, inclusi due terroristi, e 7 i feriti. Le misure di sicurezza sono comunque rafforzate, La Farnesina è in continuo contatto per accertare la situazione. Si raccomanda ai connazionali presenti nella Capitale di evitare, ove possibile, ogni spostamento fino a nuovo ordine.

EGITTO
gif egittoIl portale Viaggiare Sicuri conferma la permanenza della temporanea sospensione dei voli da e per Sharm El Sheik da parte di alcune compagnie aeree internazionali. Le compagnie ancora operative e le forze di sicurezza egiziane hanno rafforzato i controlli di sicurezza presso l’aeroporto della località egiziana. Tra i vettori interessati che, in seguito all’attentato terroristico che ha portato il 5 novembre all’esplosione dell’aereo russo, avevo deciso di sospendere i voli, Lufthansa, Air-France Klm, Emirates, Air Arabia, FlyDubay, EasyJet, Thompson Airways, Thomas Cook e British Aiways. Il consiglio è di contattare direttamente le compagnie, perché alcune potrebbero aver già ripreso la normale attività sulla rotta egiziana.

FILIPPINE
gif filippineIn vista del Vertice dell’Asia-Pacific Economic Cooperation (APEC), che si terrà dal 16 al 20 novembre prossimo, le Autorità filippine hanno elevato il livello di allerta terrorismo in tutto il Paese. Il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina segnala a tal riguardo la chiusura dello spazio aereo e il blocco dell’operatività dell’aeroporto di Manila – Ninoy Aquino International Airport – nei giorni 18/11 dalle ore 05:00 alle 15:00 e dalle ore 22:30 alle 23:59 (Ora locale) e 19/11 dalla mezzanotte alle 10.30 locali.

MALDIVE
gif maldiveLo stato d’emergenza emanato dal governo il 4 novembre, a seguito delle tensioni interne, è stato revocato il martedì 10 novembre. La Farnesina tuttavia consiglia di prestare attenzione e di posticipare temporaneamente viaggi nella Capitale, Malè, e in altre isole al di fuori di quelle che ospitano resorts, in attesa che la situazione politica diventi più chiara.

MALESIA
gif malesiaLa Farnesina informa che le ambasciate di Stati Uniti e Australia hanno recentemente diramato un’allerta ai propri cittadini relativo al rischio attentati nella Capitale, in particolar nella zona di Changkat, Alor street.
Alla luce di tale segnalazione, si raccomanda massima cautela ed evitare luoghi affollati anche nella Capitale, in particolare nelle zone citate. La costa orientale del Sabah è stata – e continua ad essere – teatro di gravi episodi di violenza a danni di turisti. Malgrado le Autorità locali abbiano incrementato le misure di sicurezza nell’area del Sabah, si assiste al ripetersi di episodi di violenza, inclusi casi di rapimento a danno di stranieri, in particolare nei tradizionali periodi di vacanza quando si verifica il maggiore afflusso di turisti. Si sconsiglia di recarsi o effettuare escursioni nelle seguenti aree dello Stato di Sabah: i distretti della costa di Tawau, Sandakan, Lahad Datu, Kinabatangan, Semporna e Kunak (nei quali e’ in vigore il coprifuoco nelle ore notturne dalle 19.00 alle 07.00), tutta la costa orientale da Kudat a Tawau, incluse le isole. L’avviso è da intendersi valido anche, ma non limitatamente, per le isole di Kapalai, Lankayan, Ligan, Mabul, Mataking, Pom Pom e Sipadan. Anche nelle aree di Kudat e Sandakan si registra un accresciuto rischio di possibili azioni ostili ai danni di stranieri.

INDONESIA
Gif indonesiaAnche in territorio indonesiano è allarme terrorismo. La minaccia terroristica rimane presente in tutto il territorio indonesiano, in particolare nella capitale Jakarta e nelle altre maggiori aree urbane. Le Autorità indonesiane, mantengono alto il livello di allerta a prevenzione di eventuali iniziative da parte di gruppi terroristici. Obiettivi passati sono stati sedi di Istituzioni, strutture occidentali e luoghi frequentati da stranieri, ivi incluse rinomate località turistiche (come Bali) e luoghi di culto (da ultimo a Solo).
Si consiglia di mantenere elevata la soglia di attenzione, evitando, per quanto possibile, manifestazioni e assembramenti, specialmente durante i fine settimana e dopo la preghiera del venerdì.

BANGLADESH

bandiera-bangladeshIl 18 novembre si è verificato un agguato a mano armata contro un connazionale nella città di Dinajpur, nel nord del Paese. E’ il terzo attacco ai danni di stranieri dopo quelli, mortali, del 28 settembre e del 3 ottobre. Ai connazionali presenti a Dhaka e nel Paese si continua a raccomandare un comportamento vigile ispirato alla massima prudenza, in particolare nei luoghi abitualmente frequentati dagli stranieri, limitando gli spostamenti – soprattutto a piedi – allo stretto necessario.

Fonti: (sito ViaggiareSicuri)

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Roma, una petizione per il lago ex Snia

Roma. Nella Capitale è nata una petizione affinchè l’area ex Snia diventi Monumento naturale. Il Forum del Parco delle Energie di Roma, insieme a diverse associazioni ambientaliste, ...
Vai alla barra degli strumenti