#eccedigit: il Made in Italy è servito sul web

Linda Tiralongo
Print Friendly, PDF & Email

Digitalizzare il made in Italy e non solo. Farlo arrivare dove gli utenti del web lo cercano.
Si tratta di Made in Italy: Eccellenze in Digitale”, il progetto nazionale giunto alla seconda edizione, nato per iniziativa di Google Italia e Unioncamere per promuovere le eccellenze nostrane nel mondo tramite il web.  

Argento, cappello di paglia di Signa, cristallo, intaglio, pelletteria, porcellana di Doccia, terracotta dell’Impruneta sono tra le lavorazioni delle aziende artigiane d’eccellenza a cui si rivolge il progetto quest’anno, già a un mese dal via della seconda edizione.

Fino ad aprile 2016 saranno 132 i giovani in tutta Italia esperti di web e digital strategy a fianco delle imprese artigiane aderenti all’iniziativa.

L’obiettivo è definire e implementare una strategia su misura per digitalizzare e commercializzare le eccellenze del Made in Italy che altrimenti sarebbero penalizzate dall’assenza di un apposito canale di distribuzione.

 Eccellenze in Digitale: i numeri della precedente edizione

Dal settore agroalimentare all’artigianato legato a design, moda e life style, 20.000 sono state le imprese interessate e 1500 quelle supportate nella precedente edizione, numerosissime le eccellenze coinvolte e ben 64 le Camere di Commercio che hanno aderito.
Si è registrato anche un incremento del numero degli artigiani che hanno preso la palla al balzo sposando l’iniziativa e aprendosi alle ampie potenzialità di internet grazie a team di digitalizzatori coinvolti dal progetto e posti a loro fianco.

La portata del progetto secondo Google Trends

Nell’arco di 7 anni, dal 2008 ad oggi, stando alle cifre di Google Trends la ricerca del Made in Italy sul web è cresciuta del 24% ed è proprio lo shopping ad essersi aggiudicato il posto d’onore sul podio con il 57% di incremento nelle ricerche.
Ma chi è interessato al Made In Italy?
Londra, New York e Sydney sono le città più attratte dalle eccellenze italiane. Nella classifica occupano posizioni di rilievo anche Canada, Svizzera e Germania.

Con Made in Italy: eccellenze in digitale abbiamo voluto creare un progetto di ampio respiro per valorizzare le eccellenze Italiane e aiutare le imprese che le producono a cogliere le opportunità di business offerte da Internet – dichiara Diego Ciulli di Google Italia .

Sottolineando inoltre come i giovani possano giocare un ruolo fondamentale nella transizione all’economia digitale lavorando a fianco delle imprese artigiane e sostenendole nell’export dei prodotti del Made in Italy.

Al tempo stesso questa rappresenta per loro un’utile opportunità per fare esperienza e in molti casi si trasforma in un’occasione per trovare un’occupazione – dichiara inoltre il public policy manager Google Italia.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti