Hotel Hassler, 140 anni di storia nel cuore di Roma

Print Friendly, PDF & Email

Cuore storico dell’offerta ospitale di Roma e tempio del lusso, dove lusso è perfezione del servizio, domina cupole e palazzi dall’alto della scalinata di Piazza di Spagna ed è una delle più importanti realtà alberghiere del mondo: l’Hotel Hassler.

Luogo scelto per le vacanze romane da star del calibro di Quentin Tarantino, George Clooney, Richard Gere e Tom Cruise, così come dalle teste coronate di tutto il mondo. Non è solo lusso, ma qualcosa di più, è storia, partita 140 anni fa e analizzata in un saggio scritto da Giulia Grill, completo di foto e particolari inediti. Comincia nel 1870 con una famosa dinastia di albergatori svizzeri (Franz- Josep Bucher) e arriva sino a oggi, con la direzione affidata a Roberto Enrico Wirth, la quinta generazione.

Eleganza e eccellenza sono i simboli di questo hotel che, nella sua concezione di lusso, coniuga passato e presente, anche negli arredi, un mix magistrale di moderno e antico. Vera perla a 5 stelle, con le sue 95 stanze e 13 suite e i diversi ambienti in cui è possibile trascorrere i vari momenti della giornata, dal giardino Palm Court aperto nella bella stagione all’elegante salone Eva, in cui ci si ritrova per colazioni di lavoro, thè e dopo teatro. Poi il Palazzetto, lo splendido edificio del 1500 che si affaccia su Piazza di Spagna, adatto per gli eventi in capitale, conferenze, matrimonio e compleanni.

La qualità, poi, fa sosta al sesto piano, dove il ristorante Imago domina la capitale e offre uno dei panorami più belli e suggestivi della città eterna, dalla cupola di Santa Maria Maggiore a San Giovanni in Laterano, dal Palazzo del Quirinale alla chiesa di Sant’Andrea delle Fratte. E poi il Campidoglio, l’Altare della Patria, l’Aventino e il Pantheon, solo per citarne alcuni. Un’offerta gastronomica stellata e affidata al famoso chef Francesco Apreda, per un menù innovativo che ha portato Imago nel firmamento dei migliori ristoranti di lusso di Roma. Tutte accezioni che hanno portato l’Hassler a essere riconosciuto come luogo dell’ospitalità eterno, simbolo e naturale punto di riferimento per l’élite politica, economia e culturale italiana e internazionale. Non dimentichiamo che proprio in queste sale, nel 1957, furono firmati i Trattati di Roma, che istituirono la Comunità Europea.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti