Roma come set: esplode il cineturismo nella Capitale

Lorenza Rallo
Print Friendly, PDF & Email
la grande bellezza

Turismo e cinema sono fondamentali quando si parla di Roma, soprattutto adesso che è uscito nelle sale italiane Spectre, il nuovo film della saga di 007, ambientato in parte nella Capitale italiana.

Spectre (2015)

Spectre (2015)

Il cineturismo porta a Roma non solo il rilancio artistico e culturale della Capitale, ma anche alla (ri)scoperta di angoli preziosi e segreti a un passo dalle location dei film.
E questo avviene dopo molti anni, in cui la città viveva in una situazione di stallo, dove anche gli studios di Cinecittà affrontavano un periodo di profonda crisi.

Vacanze romane (1954)

Vacanze romane (1954)

Sembravano lontanissimi i tempi quando nel 1953 Roma era diventata la protagonista di Vacanze romane. Il film che l’ha proclamata la città più romantica in tutto il mondo. Eppure a risollevare la situazione sono arrivate proprio le mega produzioni americane, a partire dal remake di Ben Hur, Zoolander 2 e 007 che hanno animato le strade e gli edifici di Roma, per riportare la città Eterna sul grande schermo e non solo, infatti, il film di Bond ha portato nelle casse della Tesoreria ben 500 mila euro di ricavati.

Zoolander 2 (2016)

Zoolander 2 (2016)

La nascita della Film Commision di Roma e del Lazio nel 2007 ha come obiettivo la valorizzazione del territorio, già di per sé affascinante e vera e propria calamita per i turisti di tutto il mondo, che vanta tributi cinematografici dei più grandi registi della storia del cinema, da Woody Allen con il suo recente To Rome With Love, a Paolo Sorrentino con La Grande Bellezza. In seguito a ciò l’industria turistica ha evidenziato come il territorio utilizzato come location dei film sia stato fondamentale per accrescere la domanda di viaggi.

To Rome with Love (2012)

To Rome with Love (2012)

Secondo le statistiche dell’ufficio cinema la scelta di Roma come location cinematografica è arrivata al 67,5%, il 3% in più rispetto lo scorso anno. Molte le agevolazioni e le procedure per girare i film a Roma, come la Tax Credit che assicura delle agevolazioni fiscali alle produzioni straniere che vogliono girare in Italia. Anche se sono tanti i registi italiani che fanno a gara per girare i loro film nella città eterna, basti pensare a Paolo Virzì, Carlo Verdone e Paolo Sorrentino.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

cineturismo

Vai alla barra degli strumenti