Viaggio di nozze da incubo, come evitarlo

Print Friendly, PDF & Email

Truffa ad Aosta. Agenzia di viaggi sparisce con i soldi della luna di miele di due neo sposi”. “Sassari, luna di miele con truffa: sigilli a un’agenzia di viaggi che non paga il conto degli sposi in albergo”. “Luna di miele in camera con vista, ma al posto del mare ci sono gli asini”.

Sono solo alcuni dei tanti titoli apparsi sui giornali italiani di recente. Si riferiscono a storie che mai nessuna coppia di innamorati vorrebbe vivere: la propria luna di miele rovinata da truffe, imprevisti, voli cancellati, strutture alberghiere fatiscenti, agenzie di viaggi che spariscono con i soldi, resort inesistenti e mancati rimborsi.

È addirittura nato un social casting, promosso dall’Ente turismo delle British Virgin Islands e chiamato “Rifacciamolo”, per dare una seconda chance alle coppie deluse dalla luna di miele, con un viaggio premio da sogno sulle splendide isole dell’arcipelago caraibico. Tutto ciò che si deve fare è candidarsi raccontando la propria terribile esperienza attraverso la piattaforma Codcast.it.

Dalle previsioni di una vacanza perfetta, romantica e di buon auspicio ad un incubo che diventa realtà. A rincarare la dose interviene anche l’Unione nazionale consumatori, che segnala come, rispetto al 2014, siano aumentati i casi di truffe legati a viaggi e vacanze da parte di privati e di agenzie fantasma. Ovviamente le armi migliori contro questi pericoli, soprattutto quando si acquista on line, restano l’attenzione e la prevenzione.

 

Alcuni consigli per evitare spiacevoli inconvenienti in luna di miele:

viaggio-di-nozze-in-autunno

• Diffidare da pacchetti on line corredati da foto bellissime e alberghi lussuosi a fronte di prezzi scontatissimi e stracciati;

• Non accettare vacanze da sogno dagli sconosciuti, a meno che questi non abbiano una sede fisica che ne dimostri l’esistenza. Ci si può aiutare anche con Google maps, contatti telefonici e recensioni presenti sui tanti forum di discussione.

• Evitare le forme di pagamento alternative, ad esempio la ricarica di una carta prepagata, perché non sono tracciabili, a differenza dei classici bonifici e carta di credito;

• Diffidare da chi richiede pagamenti a persone fisiche o tramite vaglia postale;

• Attenti alle offerte last minute di appartamenti super-scontati che poi sono o vuoti o inesistenti o già occupati

• Nel caso di viaggi organizzati online o fai da te, individuare il responsabile di una mancata corrispondenza tra quanto promesso e quanto effettivamente fruito può rivelarsi un’impresa difficile. Quindi, controllare sempre che la società abbia una sede;

• Controllare la reputazione sul web dell’agenzia /tour operator che propone l’offerta. Oggi internet è pieno di siti di recensioni, forum sui vari argomenti. Basta leggere con attenzione le esperienze e le valutazioni degli altri utenti. Chiedere sempre il confronto.

• Nel caso non si opti per una prenotazione on line, comunque chiedere sempre un appuntamento vis à vis. Evitare le trattative via email. È importante conoscere chi vi propone il pacchetto off line;

• Assicurarsi di avere un contratto in originale, le ricevute dei pagamenti e e i documenti scritti che dichiarano i rispettivi diritti e doveri e, soprattutto, ‘chi fa cosa’.

• Preparare un piano pagamenti. Non pagare mai tutto e subito.

• Diffidare da chi offre il miglior servizio al prezzo più basso. La qualità si paga, sempre.

• Nel caso fosse possibile appellarsi a un tour operator o agenzia viaggi che non abbia rispettato i patti, è bene ricordare che le sentenze in materia garantiscono il risarcimento del danno da vacanza rovinata, anche le lune di miele. Occorre però agire velocemente per denunciare i disservizi riscontrati.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti