Assicurazioni in viaggio: si o no? Ecco le migliori

Print Friendly, PDF & Email

Assicurazione si o assicurazione no? È la classica domanda che ci si pone al momento della prenotazione di un viaggio. I rischi ci sono, sia nelle vacanze sicure e tranquille, sia in quelle più avventurose e lontane. Perdere i bagagli, annullamento del viaggio, cancellazione del volo, problemi di salute, incidenti.

In linea generale, l’assicurazione non è obbligatoria, tranne per alcuni tipi di viaggio e destinazioni. Quando si organizza la vacanza in agenzia, vengono di solito offerti pacchetti All inclusive, che coprono annullamento viaggio, smarrimento bagaglio, e costi sanitari. Non si è costretti ad accettare, può comunque essere consigliabile, solo in alcuni casi obbligatorio. Per i paesi a rischio sanitario (colera, malaria, febbre gialla, ecc), ad esempio, come l’Afghanistan, l’Angola, Brasile, e altri, che si possono consultare sul sito del Simti (Società italiana medicina trasfusionale e immunoematologia.

Assicurarsi è consigliabile quando si scelgono viaggi di lunga durata, quelli avventurosi e sportivi e, appunto, quelli che prevedono rischi per la salute. I costi non sono alti e si può scegliere di assicurarsi annualmente oppure per un solo viaggio (a copertura singola). I prezzi dei pacchetti All inclusive singoli oscillano tra i 40 euro per l’Europa ai 100 per gli Stati Uniti (e qui le spese sanitarie sono costosissime). Se si è fortunati si possono spendere anche 80 euro per le assicurazioni annuali.

L’offerta di polizze è comunque molto ampia, vediamo le migliori:

Per viaggi sportivi/e di avventura: Columbus Direct e Sport&Avventura – in questi casi si possono spendere da 11 euro. Ottime per copertura kite surf, canoa, escursioni, trekking, safari, e molte altre. Questo tipo di polizze, come quelle proposte da Columbus Direct, possono comprendere spese mediche fino a 5 milioni di euro: rimpatrio, pagamento diretto in caso di ricovero; centrale operativa d’assistenza disponibile 24/24h in italiano; copertura gratuita per i primi tre giorni di attività sportiva ampliabile fino a 7 aggiungendo l’opzione “sport”; copertura bagaglio fino a € 1.500 in caso di perdita, danno o furto del tuo bagaglio e copertura spese annullamento fino a € 2.000 se devi cancellare il tuo soggiorno all’estero per motivi imprevisti. La polizza Viaggi Sicuri, poi ha un massimale che va da 1 a 8 milioni di euro, con assistenza 24 ore su 24 in italiano. Sono previste polizze assicurative anche per il trekking ad alta quota (entro i 4000 metri)

Per gli amanti dei viaggi lunghi (studio, lavoro, piacere) e zaino in spalla – appurato che in alcuni Paesi munirsi della polizza è d’obbligo, ed è consigliato/prescritto fare vaccini, per questa tipologia di viaggi è conveniente acquistare polizze All Inclusive (annullamento, smarrimento beni o bagaglio, spese mediche e assistenza). La compagnia Coverwise, propone una formula a 360 gradi per singoli o per tutta la famiglia, a partire da 7,15 Euro per singola partenza, e a partire da sole 69 Euro per l’assicurazione annuale. Un’altra ottima compagnia è la Europe Assistance, che non pone limiti né all’assistenza sanitaria, né ai massimali, ha un’assistenza H24 in italiano e offre una vasta gamma di polizze assicurative, dall’annullamento viaggio e quella sanitaria, con specifici pacchetti. Un’altra polizza senza massimale è l’Allianz Global Assistance che, in alcuni casi, preve anche l’anticipazione delle spese mediche.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti