Come ci comportiamo quando prenotiamo un hotel

Print Friendly, PDF & Email

 

Per prenotare un hotel gli italiani sono più scrupolosi dei francesiIncredibile a dirsi!

Lo rileva una ricerca di Rocket Fuel che ha analizzato 1500 viaggiatori su un campione europeo e statunitense.

Per decidere se prenotare un hotel gli italiani impiegano più di 10 giorni , raccolgono informazioni e guardano almeno 13 annunci.

A differenza dei francesi che concludono l’acquisto in 8 giorni e non guardano più di 7 annunci.

I francesi, però, sono più previdenti e prenotano con largo anticipo, 54 giorni prima del viaggio.

Noi invece? Siamo tra gli ultimi in classifica, decidiamo ad acquistare il soggiorno 30 giorni prima della partenza, battuti solo dagli inglesi che concludono la prenotazione a 29 giorni dalla partenza.

In sostanza prenotiamo all’ultimo momento, ma siamo più diffidenti.

COSA CONSULTANO GLI ITALIANI?

Per scegliere l’hotel, gli italiani consultano prima di tutto i siti di prenotazione 59%

Poi guardano il sito dell’hotel 58,5%

E i comparatori di prezzo 56,5%

COME VALUTA GLI HOTEL CHI PRENOTA?

Diversi i comportamenti anche per la valutazione degli hotel:

Sembrerebbe che gli italiani che viaggiano per svago siano più parsimoniosi e guardino meno alla posizione 52% e più al prezzo 67%, mentre le recensioni di una struttura decidono le sorti di una prenotazione per il 55% dei viaggiatori.

Se il viaggio è per affari i parametri cambiano. La posizione dell’hotel diventa il fattore più importante per il 39,5% seguito dai servizi 39%, mentre il costo scende in terza posizione 35%.

Rilevanti per i TEDESCHI le recensioni e la location, che si aggiudicano  il primo posto col 54% a pari merito. Importanti food&drink 49,5%, seguiti dai servizi al 48%.

Per la Germania il costo della struttura conta meno ed è il quarto dato preso in considerazione 25,5%.

In generale la ricerca ha evidenziato 2 tipologie di comportamento:

  • chi prenota con largo anticipo è più attento al prezzo e alla posizione
  • chi prenota poco prima della partenza guarda ai servizi e al brand della struttura

 

NON SOLO HOTEL

Gli hotel la fanno ancora da padroni, ma chissà ancora per quanto. La comodità dell’appartamento comincia a farsi sentire per via della maggiore privacy, della flessibilità di orario e della possibilità di cucinare e risparmiare in ristoranti.

Se è vero che la maggioranza del campione ha risposto di preferire l’hotel alla casa, la quota di chi ha prenotato con Airbnb ha raggiunto il 33,5% per gli italiani. In Spagna e Germania aumenta la preferenza per il soggiorno in appartamento, siamo a quota 35%. Mentre il Regno Unito preferisce nettamente l’hotel. Solo il 22% ha prenotato tramite Airbnb.

Fonte: Rocket Fuel (NASDAQ: FUEL).

Ricerca basata su campagne EMEA e USA riguardo a hotel e alloggi, tra giugno e agosto 2015, e su un sondaggio su 1.500 viaggiatori provenienti da Stati Uniti, Irlanda, Germania, Francia, Spagna, Italia e Regno Unito nel mese di agosto 2015.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti