Cuba, boom del turismo italiano e mondiale

Print Friendly, PDF & Email

Italia sesto mercato mondiale, primo il Canada. Crescono investimenti e arrivi record nel 2015

Cuba sempre più amata dagli italiani. È infatti in costante crescita il turismo nostrano verso la meravigliosa meta caraibica, che ha di recente avviato una nuova fase socio-politica, con la riapertura della relazioni diplomatiche con l’occidente, in particolare con gli Stati Uniti. Embargo cessato, dunque, il turismo è pronto a ripartire. Tour operator si organizzano e scommettono sull’isola e i turisti italiani la scelgono, sempre di più, come meta per trascorrere una vacanza alla scoperta delle sue bellezze caraibiche.

Come riporta TTG Italia, secondo Aleida Lydis Castellanos, consigliera per gli Affari Turistici per l’Ambasciata della Repubblica di Cuba a Roma, “Il trend di arrivi e pernottamenti dall’Italia è positivo, la chiusura annuale ha visto un aumento del 22,5 per cento sul 2014, che già aveva avuto un incremento del 17,3 per cento” spiega Aleida.

E così l’Italia diventa il sesto mercato per Cuba, a livello globale, dopo il Canada, la Germania, gli Usa, il Regno Unito e Francia. Un’industria turistica che cresce a un ritmo del 17 per cento ogni anno, come spiega Manuel Marrero Cruz, ministro del Turismo di Cuba, e che ha visto un record di arrivi internazionali nel 2015, con tre milioni 524 mila 779 turisti e un incremento del 17,4 per cento. Dati rilasciati dalla Oficina Nacional de Estadísticas e Información, sescondo cui il Canada continua a essere il primo paese di provenienza dei vacanzieri, con più di un milioni e 300 mila turisti.

Cuba possiede oggi 63 mila camere, per un 70 per cento luxury (4 o 5 stelle). Il ministro Marrero prevede per il 2020 un aumento fino a 85 mila camere e un miglioramento dei servizi, per accogliere al meglio la nuova fascia di turisti, che concorrerà a fare di Cuba una delle mete top dei prossimi anni.

 

Fonte: TTG, Officina Nacional de Estadísticas e Informacion

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Cubaturismo

Vai alla barra degli strumenti