La Londra segreta, i 7 luoghi nascosti della City

Print Friendly, PDF & Email

Città multietnica, polo attrattivo per milioni di turisti, giovani alla ricerca di nuove tendenze e ispirazione. Madre di mode e avanguardie culturali e stilistiche, dove ognuno può cercare e trovare la propria dimensione e, ovviamente, meta turistica per eccellenza. Tutto questo e molto altro è racchiuso nel guscio di Londra, ambita meta che continua ad accogliere numeri record di turisti internazionali, giunti a quota 17,4 milioni nel 2014 e destinati, secondo l’ente Visit Britain, a raggiungere più di 36 milioni nel 2016.

Soho, Oxford Street, Regent Street, Carnaby Street, Piccadilly Circus. E poi Covent Garden, l’iconico Tower Bridge, Notting Hill. Senza scordare la parte reale e politica della City, come Buckingham Palace, Westminster e Downing street. Questo il classico tour, per chi mette piede nella capitale britannica per la prima volta, o semplicemente per i più tradizionalisti.

Ma c’è una parte di Londra più anti-convenzionale, segreta, aperta agli spiriti più esploratori e curiosi. Angoli della City sconosciuti ai più, ma ugualmente emozionanti, che fanno venir voglia di trasformarsi in seguci turistici, alla scoperta delle meraviglie nascoste.

 

Ecco 7 posti segreti di Londra da non perdere:

 • La misteriosa Pietra di Londra

La misteriosa Pietra di Londra, al n. 111 di Cannon Street, custodita in un alloggiamento e protetta da un’inferriata. Un semplice masso, che porta con sé mistero e simbologia. Ha origini millenarie e potrebbe trattarsi del più antico reperto nella storia inglese. Leggenda cardine, che ruota intorno alla stone, riguarda la fondazione del Regno di Britannia, da parte di Bruto di Troia, la pietra sarebbe, infatti, parte di un altare. Un antico proverbio recita che “finché la pietra di Bruto sarà al sicuro, Londra prospererà”.

• Anfiteatro romano

Forse in pochi sanno che anche Londra ha il suo personale “Colosseo”. Dirigendosi verso la Guildhall Art Gallery, a pochi passo dalla stazione metro di Bank, ad attendere i provetti esploratori, ci sarà un’altra millenaria sorpresa: i resti dell’Anfiteatro romano di Londra, accolto nelle fondamenta dell’edificio. Testimonianza della romana Londiniu, fondata intorno al 34. A.c., il suo ingresso è gratuito. Un anfiteatro vero e proprio, che veniva utilizzato per i pubblici eventi, come i giochi gladiatori, i combattimenti animali, la pubblica esecuzione dei criminali e le attività religiose in onore degli dei.

• Eel Pie Island

La parte un po’ più romantica di questo insolito tour. Un isolotto che sorge sulle rive del Tamigi, un’isola di pace, raggiungibile solo da un ponticello pedonale o in barca. Noto negli anni ’60 per la scena blues, è oggi punto di riferimento e sede degli studi di importanti artisti londinesi che, due volte l’anno, aprono le porte ai visitatori.

• St. Dunstan in the East

Altro caratteristica passeggiata è possibile farla tra le rovine di una vecchia chiesa medievale del 1200, distrutta dai bombardamenti del Conflitto mondiale. Basta recarsi alla fermata Monument della metro e, usciti dal Tube, imboccare Great Tower St, dirigendosi verso la Christopher Wren’s Tower, risparmiata dal conflitto mondiale. Entrati nel parco, l’impressione sarà di quella di trovarsi in giardini segreti. Tra le rovine della chiesa, un giardino con volute gotiche coperte da una vegetazione rigogliosa, accoglieranno turisti e londinesi, che vi si recano spesso in pausa pranzo.

• Il bunker segreto di Winston Churchill

Il bunker voluto e costruito durante la seconda guerra mondiale, per proteggere, in caso di attacco, il primo ministri Winston Churcill, che però lo utilizzò per prova una sola volta, essendo molto distante da Londra. Si trova in Brook Road, a nord della City. Quando nel 1980 alcuni volontari vi entrarono dopo decenni di abbandono, lo trovarono pieno d’acqua. Non è semplice visitarlo oggi, è infatti aperto per pochi giorni l’anno. Il rischio è dover affrontare lunghe lista d’attesa, il premio è l’opportunità di scendere nelle viscere di Londra.

• Hunterian Museum

Forse è il caso di pensarci, prima di mettere piedi nelle sale di questo museo, forse adatto a menti un po’ fetish, o forse per chi ha uno spiccato senso del macabro o della scienza. Sta di fatto che al suo interno, tra le pareti Royal College of Surgeons of England, sono custodite parti anatomiche di noti personaggi storici, come la dentiera di Winston Churchill, oltre ad animali imbalsamati e svariati organi umani in formalina, tra cui feti. L’ingresso, come in molti altri musei di Londra, è gratuito.

• Neasden Temple

No, non siamo in India. Ci troviamo proprio a Londra, nel più grande tempio induista di tutta Europa: lo Shri Swaminarayan Mandir, meglio conosciuto come Neasden Temple. Un’imponente struttura realizzata con 5 mila tonnellate di fine e bianchissimo marmo di Carrara. Non è solo tempio in realtà, ma un intero comprensorio con un istituto scolastico, un grande supermercato, un ristorante e una gelateria. E infine, la cosiddetta Haveli, il centro culturale della comunità e porta d’ingresso al tempio.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Londratour

Vai alla barra degli strumenti