Viaggio di nozze, si parte! New York – Miami – Caraibi – Orlando

Print Friendly, PDF & Email

Tradizionale, esotico o alternativo? Un’unica verità: il viaggio di nozze lascia il segno! Ecco i trend del 2016.

Luna di miele classica: Itinerario New York – Miami (Florida) – Crociera ai Caraibi – Orlando (Florida)

Mappa Usa Caraibi

NEW YORK

Non c’è di meglio che iniziare il viaggio di nozze con una scarica di adrenalina, nella città che non dorme mai. Anche se il tempo per visitarla non è molto, sono consigliati 3 giorni, l’estram vitalità di New York offre tanto, sia di giorno che di notte.

Cosa fare

Statua della libertà. Il consiglio è di fare uno sforzo e svegliarvi all’alba, per arrivare di buon mattino ed evitare file troppo lunghe. Situata su un’isola a largo della baia di New York, vera icona della nazione statunitense e regalo che il popolo francese fece a quello americano, come simbolo di alleanza. Con la sua dichiarazione d’indipendenza nella mano destra, la corona a sette punte e la torcia, simbolo del lume della ragione, Lady Liberty può essere visitata con dei tour dedicati è ha un museo dedicato che racconta la storia americana. Attrazione da non perdere è anche Ellis Island, isola dove sbarcavano gli immigrati, prima di entrare negli Stati Uniti, in cerca di fortuna.

City Hall Park. È perfetto per gli appassionati di architettura. Al centro del Park si può ammirare il New York City Hall, il municipio della Grande Mela, edificio costruito in un mix di stili (rinascimentale francese e americano) con la facciata interamente in marmo. Impossibile non vedere, sulla destra, il celebre Ponte di Brooklyn, raggiungibile a piedi dal parco, in una ventina di minuti

Empire State Building. Edificio storico e grattacielo più famoso al mondo. Domina la City dall’alto dei suoi 381 metri. Una meravigliosa terrazza panoramica accessibile, è posta all’86esimo piano (320 metri d’altezza), con una vista mozzafiato delle città. È consigliato l’acquisto anticipato del biglietto, perché le file possono essere snervanti, in qualsiasi periodo dell’anno.

MOMA, Museum of Modern Art. Per un tuffo nella dimensione culturale del viaggio, e per chi ama l’arte moderna è una tappa imperdibile. Situatao tra gli edifici delle Fifth Aenue, è il più completo assemblamento di opere moderne al mondo. Trabocca di quadri e scultura, ma anche stampe, stampe, foto e creazioni contemporanee. Ma c’è spazio anche per l’impressionismo e per le celebre “Notte Stellata” di Van Gogh. Consiglio, il venerdì pomeriggio, dopo le 16, l’ingresso al Museo è gratis (con offerta libera).

Central Park. Il polmone verde della Grande Mela. Con i suoi 340 ettari, è il parco più esteso di Manhattan, incastonato tra i quartieri residenziali e grattacieli imponenti. Dentro, la pace e il relax, di chi cerca rifugio, anche per poche ore, dalla folle corsa del tempo newyorkese.

Times Square. Non c’è moltissimo da fare, se non una tappa per vedere una delle piazze più famose al mondo, le cui luci, si dice, possano arrivare a ipnotizzare. Qui è possibile dedicare un po’ di tempo allo shopping, avvolti in una miscela di modernità, tecnologia, frenesia e magia. Con questo itinerario introduttivo si può chiudere la tre giorni di New York in coppia.

 

FLORIDA – MIAMI

Lasciatisi alle spalle le luci e i grattacieli della Grande Mela, l’ideale ora è raggiungere la soleggiata Florida, alla scoperta della frizzante e allegra Miami e delle sue spiagge. Una due giorni tutta sole, relax e divertimento.

Cosa fare

Downtown. Da non perdere questo particolare quartiere di Miami, che si snoda intorno alla strada commerciale Flager Street. Qui ci si può immergere nell’arte moderna del Museum of Fine Art, all’interno del Metro Dade Center. Oppure si può visitare il Wynwood Art District, un’ex-area industriale oggi trasformata in una magnifica galleria a cielo aperto. Downtown si può percorrere anche facendo un giro sul Metromover, una metropolitana sopraelevata senza conducente. Fra grattacieli stagliati in riva al mare, palazzi e alberghi, ci si muove lungo la direttrice di un quartiere moderno, testimonianza del boom edilizio.

Little Haiti e Little Avana. Dalla modernità alla storia, giungendo in questi due caratteristiche zone di Miami. Il primo, pieno di immigrati, colori musica e tre lingue parlate (creolo, inglese e francese). Percorrendo la 54esima strada si incontrano molte botanica, botteghe, dove si acquistano oggetti per la magia e santeria, religione locale. E poi Little Avana, con un’atmosfera tipicamente cubana, lungo le due vie principali, SW 8th Street e Cale Ocho. Continuando poi con una tappa anche al Cuban Memorial Boulevard, un gruppo di statue che celebrano la più grande comunità etnica di Miami, e al Brigade 2506 Memorial, monumento eretto per la strage della Baia dei porci del 1961.

Le spiagge. Miami beach, Palm Beach e Fort Lauderdale. Non si può lasciare Miami senza aver trascorso qualche ora sulle sue magnifiche spiagge. Dimenticatevi l’affanno della quotidianità e concedetevi momenti romantici e rilassanti. A Miami Beach innanzitutto. La famosa spiaggia, lunga 35 miglia, che va da South Beach a Sunny Isles, frequentata da giovani e sportivi. E poi sull’isola di Palm Beach, con una fantastica fauna sottomarina. Un luogo fantastico, dove ascoltare il rumore del mare, le cui onde si stagliano sulla sabbia bianca della Florida. Un bel momento romantico, trascorso ad assaporare in costume e pareo un gustoso Malibù. Da qui, come ultima tappa, ci si può dirigere verso Fort Lauderdale, da dove poi si partirà, alla volta della romantica crociera sulle splendide Isole caraibiche.

 

CROCIERA AI CARAIBI

Da Fort Lauderdale, a Miami, partono ogni giorno crociere, sulla rotta delle più belle mete caraibiche, dove spiagge, sole e mare incantevole la fanno da padroni. Così, dopo aver trascorso cinque giorni all’insegna della frenetica e divertente atmosfera statunitense, il viaggio di nozze è pronto a trasformarsi in puro relax e bagno di coccole, al gusto tropicale. Molte tra le più grandi compagnie di navigazione, italiane e internazionali, organizzano partenze e crociere della durata da una a due settimane, dipendente dal budget a disposizione.

Isole Vergini Britanniche. Una piacevole opzione di 10 giorni, tra le tante disponibili, è quella che accompagna gli sposi sulla rotta dei Caraibi orientali. Così, da Fort Lauderdale, si salpa, per giungere, come prima tappa sulle meravigliose Isole Vergini, con la scalo a Tortola, la più grande delle Vergini Britanniche. Qui è d’obbligo vedere Virgin Gorda, vero paradiso terrestre, con due bellissime spiagge, Devil’s Bay e The Baths, collegate tra loro da sentieri con grotte, laghi salati e sassi da scavalcare, aiutati da corde e scale di legno. In più una vasta la scelta di fantastiche spiagge in cui potrete andare a rilassarvi in mezzo ai pellicani. Famosa per la sua bellezza è la Smuggler’s Cove, una lunga distesa di sabbia bianca con il mare più caldo e trasparente dell’intera isola.

St. Kitts. Quest’isola immerge, chi vi fa scalo, non solo in paradisiache spiagge, ma in una concentrazione di foresta tropicali, piccoli laghi e lagune. E, in cima lla collina della Cittadella, la Fortezza di Brimstone Hill costruita nel 1700 e nella quale si estende un vasto parco nazionale tutelato dell’Unesco e dove potrai ammirare un panorama unico.

Martinica. Un altro tuffo liberatorio, è possibile farlo sbarcando sulla meravigliosa Fort de France (la più grande città delle Antille francesi), in Martinica, il fiore dei Caraibi. Il centro conserva palazzi inizio secolo e monumenti che meritano una visita, ospita negozi e ristoranti di ogni tipo. proseguendo alla spiaggia dell’Anse Mitan, a Trois-Ilets sulla punta che chiude la parte interna del principale golfo di Martinica, o della vicina Anse à l’Ane, si incontrano spiagge bianche e noci di cocco a fare ombra con sullo sfondo la vegetazione rigogliosa dell’entroterra, lo scenario perfetto di una vacanza ideale ai Caraibi.

Antigua. Isola delle piccole Antille, con capitale St. John’s. Famosa per le sue centinaia di spiagge, 365 spiagge in tutto, tra grandi e piccole, deserte e super-attrezzate, chic e popolari, celebri e nascoste, questa è soprattutto Antigua. Tra quelle più più affollate ci sono Pigeon Point. Poi ci sono le spiagge ideali per il kitesurf come abberwock Beach. Non solo spiagge ovviamente. La capitale St. John’s, un incrocio di viuzze con case basse, è situata dentro un grande golfo. Poco fuori dalla città, sulla penisola di St. John’s Point, c’ è Fort James, iniziato nel 1675 e rifatto nel 1794. e poi l’English Harbour, che è la maggior attrazione storica dell’isola.

St. Marteen. Divisa tra due stati, il nord francese e il sud appartenente ai Paesi bassi. La capitale olandese è Phillipsburg, cuore nevralgico della vita notturna e dello shopping, i negozi di Front Street sono una vera tentazione. Un viaggio a St. Marteen vi porta anche nella più tranquilla capitale francese, Marigot, rinomata per la sua fantastica cucina e il ricchissimo mercato, dove potrete assaggiare frutta esotica freschissima. Il vero protagonista è comunque il mare, con acque turchesi, fondali stupendi e sabbia candida. Le spiagge di St.Maarten sono un paradiso per chi ama rilassarsi facendosi cullare dal suono del mare. Per chi vuole esplorare l’interno dell’isola, un viaggio a St. Maarten non mancherà di stupirvi con bellissime escursioni lungo i sentieri tracciati per scoprire i tesori più nascosti. A St. Marteen termina il viaggio in mar caraibico, per fare rientro in Florida, al porto di Fort Lauderdale.

 

ORLANDO – FLORIDA

Le ultime ore in luna di miele, prima del ritorno alla normalità, possono essere trascorse tornando in Florida, alla volta di Orlando, per antonomasia la città dei parchi a tema, tra i più belli al mondo, ricca di spazi verdi, musei, negozi, edifici storici, caffè e ristoranti, i lago Eola. Dove, però, la prima imperdibile attrazione è avventuroso mondo della Walt Disney.

Cosa fare

Walt Disney World. Il parco divertimenti più impressionante mai realizzato. Basti pensare che al suo interno si trovano 4 parchi a tema principali, ognuno dei quali richiederebbe una giornata intera per una visita completa. Il Magic Kingdom, per intenderci quello in cui è presente il gigante castello di cenerentola, che sempre si vede nelle cartoline della Walt Disney; l’ Epcot, sul tema della scienza, tecnologie e culture di tutto i mondo; i Disney’s Hollywood Studios, quelle che ospitano, tra le altre, le attrazioni di Star Wars; infine il Disney Animal Kingdom Park, l’area più recente, ed è un vero e proprio must per chi vuole ammirare da vicino le specie animali dei più svariati continenti. Per ognuno è stato ricostruito il paesaggio naturale tipico della zona ed è possibile avventurarsi in queste aree attraverso dei suggestivi safari.

Le Spiagge. Cocoa Beach e Daytona. Se troppo divertimento nei parchi vi ha sfiancato, è il momento di terminare il viaggio stesi in relax su una di queste bellissime spiagge, non lontane da orlando. Cocoa beach, è una striscia di terra in mezzo al mare, collegata da tre causeway, he passano attraverso l’affascinante Merrit Island, una riserva naturalistica ricca di dune, mangrovie e paludi. La spiaggia è semplicemente bellissima, immensa e lunghissima. Il tratto davanti al paese è attrezzato con bagnini, docce e la possibilità di affittare sdraio. Così come la famosissima Daytona beach, celebre anche perché meta di diverse riprese televisive, una spiaggia lunga di sabbia fine con alle spalle i famosi grattacieli. Per chi deve rientrare, non c’è modo migliore di terminare il romantico viaggio, chi invece, potesse permettersi qualche altro giorno in compagnia della propria dolce metà, il consiglio e di chiudere in bellezza, visitando il Messico, non distante da qui.

 

Cosa sapere prima di partire 

Passaporto/Esta: recarsi negli Stati Uniti usufruendo del Visa Waiver Program, che consente di viaggiare senza visto, (VWP – Visa Waiver Program), dovranno richiedere un’autorizzazione al viaggio elettronica, (ESTA -Electronic System for Travel Authorization)prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti.
Dal 8 settembre 2010 l’ESTA ha un costo pari a 14$, che dovranno essere versati tramite carta di credito al momento della richiesta, la quale ha validità di due anni, o fino alla scadenza del passaporto. Per dettagli visitare sito dell’Ambasciata usa.

Guida negli Usa: Per guidare, bisogna avere almeno 21 anni, e in alcune compagnie più grandi e per certi tipo di veicoli( tipo Suv) anche 25.In ogni caso fino a 25 anni si paga una sovratassa per il noleggio. Il costo per le guide sotto i 25 anni sono di circa 20-25$ al giorno in base al tipo di auto e lo stato dove si noleggia.

Patente: La patente italiana va bene, quella internazionale è necessaria solo in alcuni stati come la Georgia,Minnesota,Missouri,New Hampshire,e South Carolina. Il consiglio prima di mettersi in viaggio è quello di leggere sui siti della motorizzazione Americana dei vari stati se la patente internazionale è obbligatoria o solo consigliata.
Per ottenerla dovrete richiedere alla Motorizzazione o all’ Aci quella secondo laConvenzione di Ginevra del 1949, l’unica accettata negli Usa e non quella conforme al modello “Vienna 1968” xchè non valida Il costo è di circa 50/60€.

Assicurazione sanitaria: A differenza di paesi come l’Italia negli Usa non c’è un sistema sanitario nazionale, ma è tutto a pagamento. Una banale visita negli States può costare fino 200$. E’ quindi altamente consigliato stipulare un’assicurazione viaggio/sanitaria prima di partire.

Fuso orario: Gli Stati Uniti essendo molto vasti sono divisi da ben 6 fascie di fusi orari diversi. Il Fiso roario della Florida è -6 UTC.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito ViaggiareSicuri (www.viaggiaresicuri.it)

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti