San Valentino a New York, un ‘Ti Amo’ da film

Print Friendly, PDF & Email

Un’originale e romantica idea per festeggiare San Valentino fuori dagli schemi, rinnovando alla persona amata il proprio amore. Un romantico e memorabile viaggio nella iconica New York, città dai mille volti.

Esistono luoghi nella Grande Mela che raccontano storie, da qualunque angoli li si guardi. Storie d’amore, di amicizie, di viaggi e di avventure. Una città amata e raccontata dai più grandi registi della storia. Luoghi che cambiano, a seconda delle stagioni e delle occasioni. Da frenetici e fugaci si trasformano, in un attimo, in magici e romantici. Alcuni celebrati in grandi film, incastonati come diamanti nella storia del cinema, da ‘Manhattan’ di Woody Allen a ‘Colazione da Tiffany’, fino a ‘Un amore splendido’ di Leo McCarey.

I magici posti di New York da non perdere a San Valentino:

Times Square

Tipico esempio di posto che cambia volto, a seconda di come lo si vuole vivere. Come punto di incontro, prospettiva di fuga verso le immense e fitte arterie della città o luogo romantico, in cui scambiarsi il tenero ‘ti amo’. Il giorno di San Valentino migliaia di coppie dichiarano il loro amore nel Crocevia del Mondo, tra proposte di matrimonio annunciate sui maxi schermi, matrimoni nel cuore della città e rinnovo delle promesse sugli scalini rossi di Duffy Square. Dal 9 febbraio al 6 marzo, sarà inoltre possibile ammirare l’installazione Heart of Hearts di Collective–LOK, composta da dodici cuori di specchio dorato, che creano un effetto caleidoscopico e riflettono il ritmo veloce di Times Square.

Empire State Building

Chi non ricorda l’inutile attesa di Cary Grant, al 102esimo piano dell’Empire, mentre aspetta Terry, la sua innamorata, nel film ‘Un Amore Splendido’, dove si danno appuntamento per re-incontrarsi. Oppure Sam (Tom Hanks), che il giorno di San Valentino incontra Annie, dopo varie vicende che li avevano allontanati. Edificio storico e più famoso al mondo, che domina la city dall’alto dei suoi 381 metri e che, il giorno di San Valentino, al calar delle notte si illumina di rosa, bianco e rosso, in onore di tutti coloro che si amano.

Queensboro Bridge

Tra le infinite versioni cinematografiche di New York, sicuramente una delle più rappresentative, a cavallo tra cinismo e romanticismo, è quella del genio di Woddy Allen. Tra queste, quella impressa nella copertina in bianco e nero di ‘Manhattan’, celebre commedia romantica con Allen e Diane Keaton, che ritrae il Queensboro bridge, con Isaac e Mary seduti sulla panchina davanti al ponte, alle prime luci dell’alba. Un’intensa storia d’amore, non solo tra i personaggi del film, ma tra Woddy Allen e la sua città.

5th Avenue

Entrata nell’immaginario collettivo, caffè nero e croissant da passeggio, all’alba, sul marciapiede della Fifth Avenue, in tubino nero di Givenchy, fili di perle e occhiali RayBan Wayfarer con montatura di tartaruga. È la stupenda Audrey Hepburn, incoronata icona di eleganza, che fa colazione fuori dal negozio di Tiffany&Co, in ‘Colazione da Tiffany’, la storia d’amore di Truman Capote fra lo scrittore Paul (George Peppard) e la vicina chic Holly, in cerca di un milionario da sposare. Di sicuro fare un romantico giro tra questi angoli della City, vi farà sentire proprio come Paul e Holly.

Central Park

Il polmone vedere di New York, imperdibile tutto l’anno, figuriamoci il giorno di San Valentino, soprattutto a Loeb Boathouse, uno degli angoli più romantici di Central Park: un ristorante sull’acqua dove si possono noleggiare anche delle barche a remi per navigare in coppia sul lago. Location di decine di film romantici, lo splendido Central Park, e in particolare il lago con le anatre ed i cigni, è stato location di film come “Un giorno per caso” con la bellissima Michelle Pfeiffer e George Clooney entrambi divorziati che si incontrano e si innamorano grazie alla complicità dei figli. Tappa obbligata per ogni coppia che si trovi in questa magica e iconica città, il giorno degli innamorati.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti