Cuba, turisti: 3 truffe da evitare

Print Friendly, PDF & Email

Mare da favola, la decadenza romantica dell’Havana in cui scorazzano coloratissime auto anni ’40 e il fascino dei Caraibi. Tutto idilliaco e magico per la vostra vacanza sull'”isola che non c’è”, come la definiscono in tanti. Ma rimanere con i piedi per terra quanto basta per evitare truffe e spiacevoli inconvenienti è importante per i turisti che arrivano dall’estero.

Raggiri di turisti e visitatori di Cuba sono infatti, abbastanza frequenti sia per le strade della Capitale che lungo le spiagge della costa. Conoscerle è il miglior modo per schivarle.

Ecco le 3 truffe più diffuse a Cuba e come evitarle:

  • RESTI SBAGLIATI A Cuba ci sono due valute: i Cuc (pesos convertibili) – la moneta turistica –  e i pesos.
    1 Cuc vale 24 pesos ed è l’equivalente di un euro. I pesos sono utilizzati per pagare nei mercati tipici cubani  beni di prima necessità e i taxi collettivi. È chiaro che i pesos convertibili (Cuc) sono ambiti dai cubani. Il turista paga in Cuc e riceve il resto in pesos ed è opportuno tenere conto dei cambi e non farsi truffare durante gli acquisti.
  • RUM Non si lascia Cuba senza aver acquistato una bottiglie di buon rum! Ma attenzione alle truffe anche in questo caso. Non sempre le bottiglie in vendita nei negozietti turistici de L’Havana contengono rum. Molto spesso le bottiglie invece di contenere il liquore sono state riempite semplicemente di the. Pertanto è preferibile, se è possibile, assaggiare il prodotto o altrimenti scegliere i negozi più affidabili.
  • SIGARI A finire nell’occhio del ciclone dei raggiri più diffusi sull’Isola di Cuba, non potevano mancare di certo i famosi sigari cubani. I Cohiba sono tra i souvenir più acquistati dai turisti stranieri a Cuba e proprio questo primato ha fatto sì che proliferasse il fenomeno del mercato nero dei sigari e dei rivenditori ambulanti abusivi. Evitare di acquistare dei sigari a prezzi proibitivi o di essere ingannati con foglie di banano vendute per sigari originali cubani è possibile solo se vi recate nelle tiendas specializzate a rivendere Cohiba.
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti