È Sushi Cake mania, la frontiera occidentale della cucina giapponese

Print Friendly, PDF & Email
sushi cake

Non ha nulla a che vedere con le torte tradizionalmente intese, ma è senz’altro un incontro fra culture e abitudini culinarie apparentemente agli antipodi. Si tratta della cosiddetta sushi cake, da non confondere con la torta nuziale a base di sushi, maki e sashimi. Dalla forma tonda che ricorda un burger, la sushi cake è un mix di sostanza giapponese e forma e design newyorkesi.

Gli ingredienti sono quelli classici del sushi. Nulla di nuovo sul fronte del gusto. Quel che cambia è proprio la forma cilindrica della composizione, decorata all’apice, come ogni torta che si rispetti, con alghe e pesce crudo.

La sushi cake non è un’invenzione occidentale. Al contrario le sue radici sono ben radicate nella cultura nipponica, nella città di Osaka per l’esattezza. Tuttavia, l’oshi-sushi, come la chiamano in Giappone, dalla originaria forma rettangolare, avrebbe trovato fortuna proprio nella sua attuale veste, qui, sull’altro versante del Pacifico.

Il successo della cucina etnica ed in particolare di quella giapponese nel mondo si fa sentire forte e chiaro non solo negli Stati Uniti, ma anche in Paesi con una radicata tradizione culinaria come Francia e Italia.

Proprio in Italia, nel centro storico di Firenze, ha recentemente aperto un nuovo ristorante giapponese, il Koto Ramen. Tutto esaurito prima ancora dell’inaugurazione. L’idea alla base del ristorante è garantire l’autenticità della cucina nipponica e, dunque, la qualità, anche grazie ad una fornitura internazionale certificata, senza trascurare i gusti e le abitudini del pubblico italiano.
Il risultato non vuole essere un menu snaturato e decontestualizzato. Al contrario. Il successo di locali e iniziative come queste si spiega sì con l’apertura degli italiani verso nuove culture e tradizioni, ma anche e soprattutto grazie al dialogo, al confronto, alla contaminazione e alla sperimentazione tra mondi gastronomici solo apparentemente troppo lontani.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti