Eurostat, pernottamenti 2015 da record. Sul podio anche l’Italia

Print Friendly, PDF & Email

È stato un anno da record il 2015 per i pernottamenti nelle strutture ricettive in Europa, che sono saliti a ben 2,8 miliardi di notti, con un incremento di oltre il +3% rispetto all’anno precedente.

Sul podio dei Paesi europei che hanno rilevato più pernottamenti c’è anche l’Italia, con oltre 380 milioni di notti, preceduta dalla Francia con 413 milioni e dalla Spagna con 420 milioni di pernottamenti annui.

Si tratta dei dati Eurostat sulle presenze turistiche del Vecchio Continente rilevate anno per anno. La cifra da record, di quasi 3 mld di pernottamenti, conferma un trend di crescita del numero dei soggiorni nelle strutture ricettive in Europa dal 2009.

Sul Bel Paese sono due gli aspetti che emergono dai dati Eurostat: se da un lato l’Italia si colloca al terzo posto nella classifica europea per maggiore numero di presenze registrate come soggiorni turistici, dall’altro il report evidenzia anche che l’incremento italiano annuo di pernottamenti sarebbe il più basso rispetto a quello dei paesi concorrenti. L’Italia si attesta infatti, a un +1,8% anno su anno, contro il +4,3% della Spagna, il +3,3% della Germania e il +2,8% della Francia.

Resta positiva tuttavia la pagella Eurostat per l’Italia, considerando che soggiornare in Europa costa e i prezzi del soggiorno in hotel nel 70% delle principali destinazioni europee – compreso il Bel Paese – risultano decisamente in aumento rispetto agli anni precedenti.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Estate 2018, è emergenza insetti

Dalla cimice marmorata asiatica al killer che mangia il miele, quest’estate è segnata dalle specie alieni di insetti che stanno riportando danni per oltre un ...
Vai alla barra degli strumenti