Nuova Caledonia, un paradiso marino incontaminato

Print Friendly, PDF & Email

Schermata 2016-03-22 alle 16.42.53

Nel mezzo dell’Oceano Pacifico, nella zona Sud-Occidentale, si trova la Nuova Caledonia, frammento di un antico continente alla deriva patrimonio dell’UNESCO.

Scoperta dall’esploratore britannico James Cook che la battezzò con il nome antico della Scozia: New Caledonia.

Contesa tra Francia e Inghilterra, dal 1853 è possedimento francese.

La catena montuosa la Chaîne l’attraversa da Nord a Sud dividendo la costa occidentale da quella orientale.La prima è caratterizzata da una lussureggiante vegetazione mentre la seconda da meravigliose spiagge bianche.

 

PERCHE’ ANDARE

L’isola è un angolo di paradiso. Le acque cristalline, le spiagge incontaminate e gli spettacolari fondali marini fanno della Nuova Caledonia una meta da non perdersi. 

LOCALITA’

Sud. Yatè e Prony. I vasti paesaggi mozzafiato caratterizzano la regione del Sud. Qui la terra si tinge di colore rosso per la presenza di minerali e si possono ammirare sorgenti di acqua cristallina e paesaggi quasi lunari. Vi sembrerà di tornare alle origini del mondo.

Nord. Kaala-gomen, Koumac, Poum. Qui si risveglia il carattere selvaggio dell’isola. La natura indomata e gli isolotti deserti fanno da cornice a paesaggi idilliaci e spiagge incontaminate.

Costa orientale. Voh, Koné, Bourail, La Foa, Noumea. Le foreste tropicali, le pianure infinite e le savane dominano la costa.

Qui vivono per lo più i kanak, popolazione originaria dell’isola. Lungo il litorale si susseguono tanti piccoli villaggi caratterizzati dalle capanne tradizionali che spuntano dalla vegetazione.
Qui si trova Numea, capoluogo dell’isola racchiuso tra mare e montagna.

Il centro Jean-Marie Tjibaou, costruito alla fine degli anni ’90 dall’architetto italiano Renzo Piano, rimane a memoria del leader della comunità kanak da cui prende il nome ed è il cuore pulsante dell’espressione culturale di questa comunità.

Costa occidentale. Touho, Thio, Hienghene. Litorale irregolare e ripidi versanti caratterizzano la zona. Nelle vaste pianure crescono i niaouli, albero tipico del paesaggio caledoniano. Le grandi distese e gli allevamenti della regione fanno della costa occidentale il “far west” della Caledonia.

Le isole.


Isola dei Pini.
Spiagge immacolate e mare cristallino sono le caratteristiche di questa isola. A venti minuti di aereo da Noumea, potrete godere di una laguna incontaminata inserita nella lista del patrimonio UNESCO.

Isole della Lealtà, Ouvéa, Lifou, Maré. Tre oasi di bellezza e diversità dove si possono scoprire le lagune e le spiagge più belle del Pacifico.

Acque calme e incontaminate, un angolo di paradiso dove potersi rilassare e conoscere l’autenticità della cultura caledoniana.

QUANDO ANDARE

La Nuova Caledonia ha un clima tropicale con temperature gradevoli tutto l’anno, mitigate dal soffio costante degli alisei. L’isola attraversa due stagioni: umida e secca. Durante la prima, che va da novembre a aprile, ci si imbatte in piogge intense e in un caldo afoso. Da aprile a novembre la stagione è secca e regala un ottimo clima. Perfetti sono i mesi da luglio a ottobre.

COSA FARE

I paesaggi della Nuova Caledonia sono sicuramente perfetti per una vacanza all’insegna del relax.

Ma se volete vivere l’isola a tutto tondo sono molte le attività offerte. L’acqua critallina dell’isola, i suoi splendidi fondali, la natura incontaminata e i grandi spazi fanno dell’isola un arcipelago sportivo in cui potersi cimentare in attività di ogni tipo.

Sport acquatici. Se volete vivere sull’onda e farvi accarezzare dalla brezza dell’oceano, la Nuova Caledonia offre la possibilità di cimentarsi in sport come il surf, il windsurf, il kitesurf e molto altro. Qui ogni anno vengono organizzate competizioni internazionali che attraggono le eccellenze di questi sport.

Professionisti e principianti possono godere dei spettacolari fondali marini con l’esplorazione subacqua. Le immersioni vi faranno emozionare e scoprire la fauna marina del posto.

Escursioni. L’isola è un paradiso da esplorare anche via terra. Che sia a cavallo, in mountain bike o a piedi è possibile ammirare gli stupendi paesaggi ed esplorare terre incontaminate.

Adrenalina. Gli appassionati di volo libero possono ammirare l’arcipelago e perdersi nelle grandi distese dove la terra incontra il mare. Dai siti di Oua Tom vengono organizzati lanci con il paracadute e dalle colline di Ouen Toro quelli con il parapendio.
L’avventura è assicurata anche con l‘accrobranche, l’arrampicata libera tra gli alberi nella cornice delle foreste tropicali.

COSA MANGIARE

La cucina caledoniana riflette l‘incontro di varie culture. Sull’isola si possono gustare piatti della tradizione asiatica, di quella francese o assaporare i piatti tipici dell’Oceania.

L’igname, simile alla patata, è l’alimento base della cucina caledoniana. Questo tubero è uno degli ingredienti del bougna, piatto tradizionale della cultura kanak. Vari tuberi, pesci e crostacei vengono marinati nel latte di cocco e cotti per ore nelle foglie del banano.

Ottima è la frutta fresca come l’ananas, il cocco e l’avocado.

Tra le bevande sono da provare i succhi e la birra locale.

A Noumea avrete l’imbarazzo della scelta per i numerosi ristoranti. Presso l’Au p’tit Cafè vengono proposti i piatti della cucina caledoniana e a l’Improoviste si possono assaggiare piatti della cucina francese.

A Lifou presso l’Au Coeur de Lito si degustano i piatti di Marie-Claudine, come la tipica bougna, e si assiste alla preparazione del pane tradizionale confezionato da Theodore, suo marito.

Ouvéa ospista il ristorante La porte du Paradise, sulla spiaggia in una cornice da sogno si gustano la papaia al curry e il granchio al cocco.

 

DOVE ALLOGGIARE

 

Se volete provare il piacere del lusso e rilassarvi con panorami mozzafiato ecco alcune strutture.

Hilton Nouméa La Promenade Residences. Situato nella Baia di Anse Vata vicino al cuore della città. Camere e Suites sono curate nei minimi dettagli per assicurare il miglior confort ed emozionare con una spettacolare vista sulla laguna.

Escapade Island Resort. L’hotel si trova su un’isola a venti minuti in barca da Nouméa. Qui si può soggiornare nei bungalow posizionati sulla spiaggia, nei giardini o in quelli overwater circondati dai bellissimi paesaggi marini.

Nouvata Parc Hotel. Posizionato di fronte alla spiaggia di Anse Vata Bay, la principale di Nouméa. Le camere affacciano sulla bellissima laguna con vista sulla piscina e sui giardini.

Fonti: www.it.visitenouvellecaledonie.com

Ti potrebbe interessare:

viaggio nozze Viaggio di nozze, si parte! Sydney -Nuova Caledonia- Fiji

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti