Amorgos l’isola sconosciuta della Grecia

Print Friendly, PDF & Email

Amorgos mappa

Mare cristallino, spiagge bianchissime e vette mozzafiato vi aspettano sull’isola di Amorgos.

L’isola, che ha fatto da sfondo nel 1987 al film francese Le Grand Bleu del regista Luc Besson, offre paesaggi autentici, tradizioni e relax.

Amorgos è l’isola più orientale dell’arcipelago delle Cicladi e si estende nel Mar Egeo per circa 30 chilometri. Grazie al suo clima mediterraneo si può visitare durante tutto l’anno.
Raggiungibile solo via mare partendo dal porto del Pireo, in traghetto o con navi veloci. Due sono i porti presenti sull’isola: uno a Katapola e l’altro a Aegiali.

Lasciatevi coinvolgere dal carattere selvaggio e dai bellissimi tramonti rosso fuoco di questa stupenda località greca.

LE LOCALITA’

I villaggi dell’isola hanno conservato nel tempo uno stile autentico con le classiche abitazioni bianche e l’architettura tradizionale greca.

Chora, Amorgos

Chora. E’ il capoluogo di Amorgos. Si trova nella zona centro orientale a circa 400 metri d’altezza e rappresenta il cuore e l’anima dell’isola.
Lungo le vie del villaggio si possono ammirare le tradizionali abitazioni bianche con gli infissi azzurri e visitare le circa 40 chiese risalenti al periodo Bizantino.
Nelle pittoresche piazze si possono gustare i piatti tipici locali e visitare i caratteristici negozi.

Katapola, Amorgos

Katapola. Sorge nella zona occidentale e dista da Chora circa 5 chilometri. Qui si trova il porto principale che ricopre un ruolo fondamentale per l’economia dell’isola, importante centro di scambio già dall’antichità.
Sul lungomare la sera si possono ammirare bellissimi tramonti e presso il molo vedere le caratteristiche imbarcazioni dondolare al ritmo dell’Egeo.

Aegiali, Amorgos

Aegiali. Il villaggio si trova nella parte nord e ospita il secondo porto dell’isola. Dista 15 chilometri da Chora e si compone di tre borghi: Langada, Potamos e Tholaria.
Caratteristiche di Aegiali sono le bellissime spiagge con sabbia bianchissima e mare turchese.
In questa località si concentra la vita turistica dell’isola e si possono trovare taverne tipiche, bar, hotel e molti negozi.

Kato Meria, AMorgos

Kato Meria. Zona sud dell’isola, uno dei posti più belli sopratutto per gli amanti della natura e della tranquillità.
In questa zona si trovano Kamari, Arkessini e Kalofana, piccoli villaggi caratteristici con qualche caffè e taverne.

COSA VEDERE

Chiese, Monasteri e monumenti storici si innalzano lungo le strade di Amorgos. Alcune strutture hanno più di mille anni e conferiscono all’isola un’atmosfera magica.

Monastero di Hozoviotissa

Il Monastero di Hozoviotissa. Costruito nel 1088 a.C., é il monumento religioso più importante dell’isola. Perfettamente incastonato nella roccia e a strapiombo sul mare, il Monastero è dedicato alla Vergine che salva la vita e che protegge i pescatori.

Kastro, Amorgos

Kastro. Il castello di Amorgos è stato eretto nel XIII secolo in stile veneziano sulla roccia che sovrasta Chora. Il Kastro fu costruito per proteggere la popolazione dagli attacchi dei pirati, molto frequenti nel Mar Egeo.

Acropoli Antica Minoa

Acropoli Antica Minoa. Vicino a Katapola sorge l’acropoli dell’Antica Minoa, rovine di uno dei tre villaggi antichi di Amorgos.

Torre di Grava. In una delle strade principali di Chora si trova la Torre di Grava che oggi ospita un museo archeologico. Si trova nell’edificio più antico del villaggio che risale al XVI secolo e al suo interno si possono ammirare reperti risalenti al periodo romano.

Monastero di St George Valsamitis

Monastero di St George Valsamitis. Tra le chiese che si incontrano per le vie di Chora vi è quella di St George Valsamitis. Il nome trae origine da una varietà di menta che cresce sull’isola ed è meta di culto sin dall’antichità. Costruito sulle rovine di un antico oracolo idrico dedicato al dio Apollo.

COSA FARE

Visitando Amorgos ci si perde in viste mozzafiato che combinano il mare, la montagna e la natura incontaminata.
Molte sono le attività che si possono fare sull’isola.

Trakking. L’isola offre più di 30 percorsi differenti e ognuno di questi regala emozioni uniche. Camminando si riescono ad apprezzare le particolarità di Amorgos come le diverse tipologie di piante o le rovine di antichi siti del periodo ellenistico.

Immersioni. Sia che siate alle prime armi o degli esperti, sull’isola è possibile cimentarsi con lo Scuba Diving. Immergetevi a 12 metri di profondità per ammirare le bellezze marine e la trasparenza dei fondali.

Snorkeling. Non dimenticate di mettere in valigia pinne e boccaglio! Con lo snorkeling è possibile ammirare il paesaggio subacqueo dell’isola. Molte varietà di pesci colorati, stelle marine, e cavallucci marini vi accompagneranno nella vostra esplorazione.

Tour dell’isola. Sull’isola vengono organizzati dei tour guidati in pullman. Con questa modalità è possibile visitare i siti più importanti come il Monastero di Chozoviotissa, il capoluogo Chora e il Monastero di St George Valsamitis.

Lezioni di cucina. Se volete approfondire la vostra conoscenza della cucina greca potete partecipare alle cooking classes. Durante le lezioni vengono preparati i piatti tipici della tradizione culinaria di Amorgos e i partecipanti hanno la possibilità di assaggiare differenti varietà di vini locali.

Lezioni di danza. Costumi e balli fanno parte della tradizione amorgiana. La popolazione in molte occasioni balla fino all’alba al suono del violino e del liuto. Per vivere a pieno le tradizioni amorgiane perché non cimentarsi anche in questa attività!

COSA E DOVE MANGIARE

La cucina greca è una delle più antiche del mondo. Le tradizioni culinarie del paese sono molto conosciute e contribuiscono a rendere unica questa località.

Alla base dei piatti troviamo ingredienti locali semplici e genuini.

Oltre ai tipici piatti greci come la moussakà, l’insalata e l’ouzo, Amorgos offre varie specialità tipiche come il formaggio locale, il vino e il patatao, carne di capretto e patate.

Molti i ristoranti dove poter degustare le specialità del posto.

A Chora si trovano il ristorante Liotrivi e la taverna Thea dove si possono degustare i piatti della tradizione locale. Presso i bar Bayoko e Helios ci si può rilassare degustando colazioni e ascoltano musica tradizionale.

A Katapola c’è la taverna Mouragio che serve piatti di pesce freschissimi. Il ristorante si trova nella zona del porto.

Andando verso Kato Meria si incontra la taverna Mouros che offre piatti della cucina tradizionale locale e una vista incantevole sul mare.

DOVE ALLOGGIARE

Ecco alcune bellissime strutture tra cui poter scegliere per la vostra vacanza ad Amorgos.

Aegialis Hotel & Spa. Nella zona di Aegiali sorge Aegialis Hotel & Spa, struttura che combina la tradizionale ospitalità amorgiana con un ambiente rilassante. Le camere e le suite hanno terrazze con vista sorprendente sulla baia.
Presso la Spa dell’hotel gli ospiti possono godere di molti confort come sauna, hammam e piscina con acqua salata.

Hotel Minoa. Nella piazza principale di Katapola si trova l’Hotel Minoa. La struttura ha una tipica architettura greca e offre confortevoli stanze vista mare e servizi di alta qualità. Dall’hotel si raggiungono facilmente le spiagge distanti meno di trenta metri.

Aquapetra Hotel. A 9 chilometri da Chora, nel golfo di St. Pavlos si trova l’albergo Aquapetra. L’hotel combina lo stile moderno con quello tradizionale delle Cicladi. Il servizio eccellente e la bellissima posizione vi permetteranno di rilassarvi e godervi a pieno il vostro soggiorno ad Amorgos.

Fonti:
www.amorgos-tourism.com

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti