Omaggio al Bailo: prestiti di opere dell’Otto-Novecento da grandi musei e collezioni a Treviso

Print Friendly, PDF & Email
Herta Ottolenghi Wedekind (Berlino 1885 - Acqui Terme 1953) Tobiolo, 1912 ca. scultura in bronzo Arquà Petrarca, Collezione Copercini e Giuseppin

Riaperto dopo 13 anni con una nuova e forte identità museale e una sede completamente rinnovata, il Museo Bailo di Treviso avvia la sua nuova stagione con l’esposizione di dieci opere in prestito, concesse da Istituzioni e collezioni di prestigio, fino al 5 giugno.

Artisti del Novecento come Morandi, Sironi e Wildt, anticipati da alcuni grandi dell’Ottocento come Hayez e Faruffini, omaggeranno per qualche mese il Museo di Treviso, aprendo squarci interessanti su quello che è stato il passaggio tra i due secoli.

Mentre le sculture di Herta von Wedekind zu Horst – che con il marito Arturo Ottolenghi visse un fecondo sodalizio artistico con Arturo Martini di cui fu estimatrice e committente – mostreranno lati inediti e inattesi di un magico fervore intellettuale, di quegli intrecci di vita e arte che sono alla base di molte opere delle collezioni del Bailo.

Informazioni utili:

OMAGGIO AL BAILO. La città e il suo museo.

Dal 20 febbraio al 5 giugno , 2016 – mostra

Museo Luigi Bailo

Borgo Cavour 24, Treviso

tel 0422 658951 – mail info@museicivicitreviso.it

Apertura : martedì-domenica ore 10.00-18.00

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

La Dublino di Oscar Wilde

“La vita può essere soltanto vissuta”: è la conclusione finale di Oscar Wilde, dopo che per tutta la vita aveva invece cercato di raccontarla attraverso ...
Vai alla barra degli strumenti