Cantine Aperte 2016: alla scoperta dell’enogastronomia italiana

Print Friendly, PDF & Email

È rinnovato il 28 e il 29 maggio l’annuale appuntamento con la manifestazione “Cantine Aperte”, giunta alla 24° edizione.

Dal 1993 i produttori soci del Movimento Turismo del Vino aprono le porte delle loro cantine per far conoscere i prodotti unici delle nostre terre che rendono l’Italia celebre in tutto il mondo.

Gli appassionati dell’enogastronomia italiana avranno la possibilità di viaggiare da Nord a Sud alla scoperta delle cantine di tutto il territorio nazionale per degustare sapori e visitare luoghi unici.

Sarà possibile acquistare i prodotti direttamente in azienda, visitare le cantine e vigneti con tour guidati e e prender parte a degustazioni specifiche dei prodotti locali.

In occasione di questa manifestazione più di venti soci ADSI, Associazione Dimore Storiche Italiane, apriranno al pubblico le porte delle loro tenute. Oltre a scoprire i sapori e le tradizioni italiane, gli amanti dell’enogastronomia potranno ammirare le dimore storiche del territorio italiano e i paesaggi incontaminati che le circondano.

Curiosità

L’unicità dei prodotti vinicoli italiani ha raggiunto anche il musicista inglese Sting che ha deciso di diventare produttore di vino in Toscana. A 10 chilometri da Firenze si trovano i suoi 350 ettari coltivati con una coltura biologica per rispettare questa terra tanto amata dalla celebrità.
Sting ha raccontato di essersi fermato qui perché “avevo bisogno e sentivo il dovere di nutrire la mia famiglia con prodotti genuini e di qualità, in un ambente sano”.

 

Sia che siate intenditori e esperti o semplicemente appassionati dei buoni prodotti non vi resta che partire alla scoperta delle cantine italiane!

 

Fonti:

www.adsi.it

www.movimentoturismovino.it

 

Potrebbe interessarti anche:

vino-bio-1000x600 Biologico, biodinamico, naturale: Il vino, tra eccellenze e differenze
Volpaia da Montanino.H In giro tra cantine e castelli del Chianti 
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti