Sushi e dieta mediterranea segreto di longevità, lo dice la scienza

Print Friendly, PDF & Email

Ora è la scienza a dirlo: sushi e dieta mediterranea sono il segreto di longevità e benessere. Questo emerge da studi scientifici, ultimo quello condotto dal National Center for Global Health and Medicine di Tokyo.

Una dieta a base di sushi e sashimi aiuta a vivere di più e riduce il rischio di malattie cardio-vascolari. Lunga vita a pesce e verdure, dunque, perché sono questi gli ingredienti cardine della cucina giapponese, che affiancata agli ortaggi, cereali, frutta e verdure della dieta mediterranea sarebbe una bomba di salute. A pubblicare i risultati e dare quindi maggiore credibilità alla ricerca è stata la rivista medica britannica BMJ.

Esaminando con dei questionari i dati su alimentazione e stile di vita di 36.624 uomini e 42.920 donne di età compresa tra 45 e 75 anni, che non avevano precedenti per cancro, malattie cardiache o del fegato, i ricercatori hanno appurato che chi aderiva maggiormente a quanto previsto da una sorta di ‘guida’al cibo giapponese che il governo ha sviluppato nel 2005, avevano un tasso di mortalità totale del 15 per cento più basso in 15 anni, che per lo più derivava da una riduzione delle morti per malattie cerebrovascolari.

Risultati che si aggiungono a studi precedenti sulla miracolosità della dieta mediterranea, regime alimentare cardine in Italia, in fatto di benessere e salute. Dieta ricca di verdura, frutta, legumi, cereali, pesce, olio d’oliva e poca carne rossa o lavorata.

La stessa poca carne presente nella tradizione gastronomica giapponese, che si serve più di pesce, verdure e riso. Famosi il sashimi (filetti di pesce crudo, di solito tonno, salmone, pesce spada) e il sushi, gustosa e variegata composizione di riso a chicco corto mescolato ad aceto con pesce o verdure.

Così l’estetica sana della cucina giapponese e la bontà della dieta mediterranea si fondono, per la gioia sia dei tradizionalisti sia dei più sfrenati modaioli, fan delle fusioni etniche e orientali, che grazie a queste scoperte troveranno forse un punto di incontro.

 

Punti cardine della dieta mediterranea

Dieta mediterranea

Dieta mediterranea

• Focalizzata soprattutto sulla corretta scelta degli alimenti, solo in seconda fase si guarda l’apporto calorico. Sobrietà, equilibrio e moderazione nelle porzioni. Come non notare la somiglianza con il principio alimentare giapponese del ‘saziarsi all’80 per cento’ con piccole porzioni (conosciuto come cibo medicina), tipico della dieta dell’Isola di Okinawa, i cui abitanti sembrano essere tra i più longevi del mondo.
• Maggio consumo di proteine vegetali rispetto a quelle animali, proprio come nella tradizione nipponica. Inoltre è preferito il consumo di carne bianca rispetto a quella rossa
• Grande consumo di fibre e carboidrati e riduzione dell’apporto di colesterolo
• Forte consumo di pesce (come nell’arcipelago del Giappone) e legumi

Punti cardine della dieta giapponese

Piatto di Sushi

Piatto di Sushi

• La prima cosa importante per la cucina nipponica è senz’altro l’estetica del piatto, perché prima di appagare il palato, si devono appagare gli occhi. Ecco il motivo della grande armonia di colori e porzioni in ogni piatto preparato dai grandi chef giapponesi.
• La pietanza più nota del Giappone è il sushi, che unisce i due cardini dell’alimentazione dell’arcipelago, riso e pesce. Il riso usato, la varietà a chicco corto, è preparato con aceto e diventa sumeshi. A cui poi vengono aggiunti filetti di pesce crudo, gamberi o uova di pesce. Prendono poi diversi nomi a seconda della forma che viene loro data. C’è poi il sashimi, filetti puri di pesce crudo, tagliati con la sapienza che solo gli chef giapponesi possiedono (taglio e coltelli sono una vera e propria arte in Giappone). e poi riso, verdure cotte a vapore.
• Altri famosi piatti sono poi il ramen e altre specialità cotte. Perché in Giappone non si mangia solo sushi!

 

Fonte (Ansa, Fondazione dieta mediterranea)

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti