The Gobbins Path: il sentiero sospeso sul Mare d’Irlanda

Print Friendly, PDF & Email

Viaggiatore, non c’è sentiero, il sentiero si fa mentre cammini.

(Antonio Machado)

Percorsi avventurosi e panorami mozzafiato: è ciò che offre il magnifico The Gobbins Path sulla Causeway Coastal Route, il sentiero irlandese lungo 3 km recentemente restaurato e aperto al pubblico.

A soli 40 minuti da Belfast, a Islandmagee, e vicino alla famosa Giant’s Causeway, il moderno percorso sospeso sul Mare d’Irlanda ricalca il progetto originale di Berkeley Deane Wise, l’ingegnere ferroviario che nel 1902 ideò questo emozionante itinerario per far conoscere ai turisti le remote bellezze del litorale irlandese.

 

The Gobbins Path: il sentiero

Per gli amanti delle escursioni impegnative e cariche d’emozioni, The Gobbins Path raccoglie i tesori naturali dell’Irlanda del Nord tra grovigli di grotte nascoste e alte scogliere raggiungibili da più di 23 ponti e passarelle in metallo.

I viaggiatori possono ammirare le bellezze del percorso dalle installazioni sospese sul mare, spruzzati dalle onde e guidati lungo tratte affascinanti, come il The Acquarium, passerella posta su un’insenatura del Mare d’Irlanda che forma un acquario naturale, o il Tubular Bridge, passaggio tubulare scoperto da Wise e restaurato sul modello originale.

Miriadi di varchi ideati per godere passo dopo passo delle meraviglie dei luoghi, come il Wise’s Eye, tassello ricavato dalle rocce che prende il nome dal suo creatore, realizzato per fornire accesso alle spettacolari grotte sommerse e alle scogliere a picco sul mare.

 

Il Visitor Center

L’itinerario ha inizio dal Visitor Center, dal quale gli escursionisti sono trasferiti sul sentiero in bus. Dal centro è anche possibile godere dello straordinario paesaggio, rilassarsi nella caffetteria e visitare la mostra dedicata alla costruzione e alla storia del sentiero, alla geologia dei luoghi, alla biodiversità e alle curiosità che caratterizzano la zona.

Il Visitor Centre è anche luogo di incontri culturali ed eventi stagionali rivolti a famiglie e gruppi di visitatori, dai tour specializzati assieme al fotografo Bill Abernethy ai racconti attorno al fuoco organizzati per divertire i più piccoli.

“Name The Bridge”

Nel corso dei lunghi lavori di restauro sono stati costruiti tre nuovi ponti, cui non è stato ancora dato un nome.

I progettisti, infatti, hanno voluto coinvolgere le scuole e le comunità locali per dare un nome originale a due delle nuove installazioni, mentre per l’ultima chiunque può dare un suggerimento accedendo direttamente al sito ufficiale del luogo: un’iniziativa originale che coinvolge direttamente persone da ogni dove e ne cattura la fantasia.

 

Fonte: Turismo Irlandese; thegobbinscliffpath.com

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti