Weekend sull’Isola di Ischia

Print Friendly, PDF & Email

Questa è la mia isola, l’Epomeo è la mia montagna

Erri De Luca

mappa-ischiakk

Ischia, terra magica, ricca di Storia e miti che si incrociano alle bellezze naturali dell’Isola.

In antichità era nota col nome Pithekoussai o Pithecusae (Isola dei Vasai) poi ribattezzata Isola di Ischia, si trova nel golfo di Napoli e fa parte dell’arcipelago delle isole Flegree.

L’isola è di origine vulcanica e il monte Epomeo, rappresenta il punto più elevato, è in realtà la vetta di un vulcano sottomarino sprofondato negli ultimi 100.000 anni.

Cosa vedere

LACCO AMENO La sua storia si intreccia con la storia dell’isola, per secoli unico centro abitato e centro storico dell’antica Pithekoussai, che comprendeva la necropoli nella valle di San Montano e l’acropoli su monte Vico.

Il comune è famoso perché proprio in questi luoghi è stata ritrovata la celebre Coppa di Nestore (730 a.C.). Nel reperto sono iscritti, in alfabeto euboico, tre versi che alludono alla famosa coppa descritta nell’Iliade di Omero:

Io sono (?) la bella coppa di Nestore, chi berrà da questa coppa subito lo prenderà il desiderio di Afrodite dalla bella corona.

L’iscrizione costituisce uno dei più antichi esempi di scrittura alfabetica. La coppa è stata ritrovata nell’antica necropoli di San Montano a Lacco Ameno, adesso è conservata nel Museo Archeologico di Pithecusae a Villa Arbusto.

Il Complesso museale di Villa Arbusto comprende anche il Museo Angelo Rizzoli, personalità illustre dell’Isola, dove gli spazi museali celebrano la sua vita da imprenditore, editore e cinematografo.

Il Museo degli Scavi di Santa Restituta, patrona dell’isola, e annesso all’omonimo santuario, rappresenta un’altra attrazione di Lacco Ameno, un complesso sotterraneo e antico cimitero cristiano in cui sono stati rinvenuti antichi reperti archeologici e le reliquie della Santa.

Informazioni utili:
Complesso museale di Villa Arbusto
Orari: 9.30-13/15.00-18.30 (Luglio e Agosto apertura fino alle 23 con ultimo ingresso alle 22.30)
Biglietti: Intero 5 €/Ridotto 3 €/Bambini 1 €

Area archeologica e museo di Santa Restituta
Piazza Santa Restituta
Orario: 9.30-12.30
Tel. 081-992442 | Fax 081-3330935

FORIO Famoso per il numero di chiese presenti sul territorio comunale, tra cui Chiesa del Soccorso, ma anche il Torrione, il borgo di Sant’Angelo e per le spiagge di S. Francesco di Paola, della Chiaia e di Citara.

Il comune di Forio comprende anche i più importanti parchi dell’isola, come i Giardini Poseidon tra i più belli e grandi d’Europa e Giardini La Mortella, un orto botanico unico nel loro genere, creato da Susana Walton, moglie del compositore inglese William.

A Forio si trova la località boschiva di Zaro, famosa per l’apparizione della Madonna, l’8 ottobre del 1994. Molti dei messaggi comunicati ai veggenti durante le apparizioni contengono delle profezie, tra le più accreditate: gli attentati dell’11 settembre e le dimissioni di Papa Benedetto XVI.

Nelle vicinanze si trova anche la famosa Colombaia di Luchino Visconti, la villa immersa nel bosco di Zaro, è un edificio bianchissimo ed elegante i perfetto stile liberty. Oggi ospita la fondazione e il museo dedicato al regista.

CASTELLO ARAGONESE L’antica fortezza dell’isola è stata edificata intorno al Quattrocento su un’isolotto di origine vulcanica, collegato a Ischia Ponte (già Borgo di Celsa) grazie a un ponte in muratura.

Altri edifici importanti: Chiesa dell’Immacolata e il cimitero delle Clarisse annesso all’omonimo convento.

TORRE DI GUEVARA Posta di fronte al Castello Aragonese è conosciuta anche come Torre di Michelangelo o Torre di Sant’Anna (per la chiesetta dedicata alla santa). Si trova nella Baia di Cartaromana e secondo la leggenda era la dimora di Michelangelo durante i suoi soggiorni sull’isola. Attualmente è utilizzata come struttura polivalente per eventi culturali ed esposizioni d’arte.

TERME&SPA Le sorgenti di acque termali nell’isola di Ischia, sono conosciute in tutto il mondo per i loro benefici terapeutici adottati per diverse patologie, soprattutto dermatologiche. Ricca di sorgenti e parchi termali, come Fonte delle Ninfe Nitrodi, dagli antichi considerata sorgente di acqua sacra, e Parco Termale Negombo, in cui trovare spiaggia dalla sabbia finissima e quattordici piscine tra marine, termali e terapeutiche

Non mancano anche i centri benessere, tra cui Mezzatorre Resort e i Giardini Termali Aphrodite, romantiche location di lusso dalla vista mozzafiato, dove trovare piscine termali e personale specializzato ai trattamenti di benessere. Un’occasione da non perdere per rigenerare il corpo e lo spirito.

Eventi

Santa Restituta

Santa Restituta

FESTA DI SANTA RESTITUTA (dal 16 al 18 maggio) La festa di Santa Restituta è un evento religioso molto sentito dagli abitanti dell’isola, scandito da processioni che si svolgono dal 16 al 18 maggio. Sulla Baia di San Montano, si può assistere attraverso una rappresentazione teatrale, alla rievocazione del martirio della Santa in Africa e all’approdo del suo corpo esanime a Lacco Ameno.

Alla rappresentazione segue lo sbarco della statua lignea a mezzo busto, che raffigura Santa Restituta. La statua della Santa, il giorno dopo, è portata in giro per mare su un traghetto. La fine dei festeggiamenti è sancita da uno spettacolo di fuochi pirotecnici.

Ischia, location da film

Ischia, oltre ad essere un’isola magnifica è anche stata set cinematografico di moltissimi film che hanno fatto la storia del cinema.

Isola dai mille volti offre numerosi scenari per diverse ambientazioni, location perfetta in cui ambientare film di qualsivoglia genere.

Da Cleopatra a Il Paradiso all’improvviso, la naturale bellezza dell’isola è stata fonte di ispirazione per i registi di tutto il mondo.

Alcuni luoghi, sembrano usciti da una cartolina, come il maestoso Castello Aragonese, la Chiesa del Soccorso e il Torrione presenti in diversi film: Cleopatra (1963), Delitto in pieno sole (1960) e Il corsaro dell’isola verde (1952), ecc.

Il borgo antico di Ischia Ponte è stato utilizzato per alcune sequenze di Il talento di Mr. Ripley (1999).

L’ultimo film interamente girato sull’isola è Il paradiso all’improvviso diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni. Il film rappresenta un tour dell’isola in cui vengono toccati tutti punti nevralgici e le maggiori attrazioni isolane, tra cui: il bosco di Zaro, villaggio di Sant’Angelo e i parchi termali.

Curiosità

Non solo cinema ma anche letteratura, nel secondo volume Storia del nuovo cognome de L’amica geniale di Elena Ferrante, le protagoniste Lila e Lenuccia incontrano “casualmente” Nino durante una vacanza ad Ischia.

Un fenomeno che appartiene all’isola è quello che prende il nome di Raggio verde. Punto ottimale per osservare il fenomeno è la terrazza della Chiesa del Soccorso. Il raggio verde è un fenomeno molto raro, un effetto ottico che avviene durante il tramonto o il sorgere del sole in prossimità dell’orizzonte.

Cosa mangiare

Ischia non è solo mare e natura, sono molte le prelibatezze culinarie da gustare sull’isola, ecco alcune delle pietanze tipiche:

Pesce
Il pesce è il prodotto tipico dell’isola, con il quale vengono preparate diverse specialità come il Calamaro imbottito con prezzemolo tritato e la scorza di limone grattugiata, per un piatto fresco e ricco di sapori.

Salame di coniglio
Prodotto da Ischia Salumi è una varietà di salame rivisitata, frutto di un lunga e attenta preparazione. Un prodotto locale unico e genuino dalla una produzione limitata.

Dolci
Tortino di mela annurca dell’isola d’Ischia
Ingredienti per 10/15 tortini:
300 g di zucchero
300 g di burro
4 uova
350 g di farina
400 g di mela
1/2 bustina di lievito
Preparazione: Amalgamare lo zucchero con il burro sciolto, aggiungere un tuorlo alla volta. Separatamente montare il bianco a neve ed unire al composto. Aggiungere la farina con il lievito. Mescolare tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Infine aggiungere le mele tagliate a pezzettini. Prima di infornare il composto decorare con le mele tagliate a fette. Cuocere per 70 minuti a 165°.

Alcolici
Tra i vini rossi e bianchi e liquori sono assolutamente da gustare il limoncello, la rucoletta, la crema di melone, ma soprattutto la Piperna , un amaro ottenuto dal distillato dell’omonima pianta, tipica dell’isola di Ischia. Particolarità: per gustare appieno il liquore, deve essere servito in gustosi bicchierini di cioccolato.

Dove mangiare

DA GISELLA Un ristornate tutto al femminile, sopra la baia di Sorgeto e una spettacolare vista sul mare. Ideale per chi vuole gustare i piatti tipici della cucina tradizionale ischitana preparati con ingredienti genuini, prodotti dall’orto del ristorante, mentre il pesce e pescato dal pescatore personale del locale. Tra le specialità: antipasti abbondanti e tradizionali, e primi piatti a base di pesce.

DA COCò A pochi metri dal Castello Aragonese, anche qui trovi la cucina tradizionale dell’isola. Tra le specialità: mezze maniche al pesto di melanzane e vongole e gli gnocchi alici e pecorino

LA FLOREANA A 390 mt sul livello del e una vista mozzafiato che va da Capri a Ventotene. La Floreana è un locale ideale per chi ha voglia di mangiare cucina tipica ischitana, una buona pizza e l’eccellente coniglio in assoluto relax.

Dove dormire

Mezzatorre Resort & SPA*****
Per un soggiorno da lusso l’hotel Mezzatorre & Resort Spa di Ischia è uno dei pochi hotel 5 stelle di Ischia e tra i più raffinati dell’ospitalità ischitana. Comprende: due ristoranti, un bar sulla piscina e un bar sulla terrazza, e il suggestivo Gazebo Lounge con piano bar.

San Montano Resort & Spa*****
Per un raffinato soggiorno a 5 stelle a Lacco Ameno. Ristorane e piscina con una splendida vista panoramica sul mare.

Park Hotel Terme Michelangelo****
Nella zona esclusiva Lacco Anemo, dalle sue terrazze si può godere di una vista sul mare mozzafiato, caratteristico per la beauty farm termale è ideale per una vacanza in famiglia.

Hotel Casa del Sole Sant’Angelo ***
Immerso nel caratteristico Borgo Sant’Angelo è un luogo ideale per rilassarsi e vivere una vacanza in tipico stile mediterraneo avvolti da un’atmosfera semplice e familiare.

Fonte: www.ischia.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti