City pass. Le tessere a tempo per i turisti

Print Friendly, PDF & Email

Ticket singoli o pacchetti completi? Non è difficile calcolare cosa conviene di più, basta pensare alla città in cui ci si trova, a quanto tempo ci si tratterrà, e a quanti siti si ha intenzione di visitare in un giorno.

Prendiamo ad esempio il London Pass: il biglietto turistico unico – valido 10 giorni – che permette l’ingresso ad oltre 60 delle più importanti attrazioni della città (e comprende 21 musei, 18 edifici storici e 10 tra tour di vario tipo, crociere e visite guidate) e, se abbinato alla Oyster Card, al prezzo di 212 £ permette l’uso gratuito dei mezzi cittadini nelle zone da 1 a 6.

Un’opzione da considerare, visto che gli ingressi a edifici storici e monumenti arrivano anche a 20 £!

Anche a Parigi, si sa, i prezzi degli ingressi ai musei sono piuttosto alti, e di luoghi da visitare ed opere d’arte da vedere ce ne sono tante.

L’offerta della Paris Passlib’ consiste nell’ingresso gratuito (saltando le file) ad oltre 50 fra i luoghi di pubblico interesse e di circolare liberamente con i mezzi, inclusi i battelli, nelle zone 1-3: se si hanno pochi giorni a disposizione (il prezzo è di 129 euro) conviene, ma con la consapevolezza che più siti vogliamo visitare, più dobbiamo farlo “di corsa”, rischiando magari di lasciarci alle spalle qualche opera importante da vedere.

Se c’è la possibilità di rimanere qualche giorno in più, è più conveniente comprare separatamente un pass per i musei (a partire da 48 euro) e un pacchetto minimo di 10 biglietti per la metropolitana (partendo da 15,90 circa).

Alcune città regolano le tariffe delle loro City pass sul tempo concesso: Berlino, ad esempio, offre libera circolazione con i mezzi e sconti del 50% per 190 siti turistici a partire da 21,50, ma solo per 48 ore.

Ad Amsterdam, la city pass Iamsterdam consente viaggi illimitati su tutta la rete di trasporti cittadina (incluso giro in battello lungo i canali) e ingresso gratuito ai principali musei e attrazioni, a 55 euro per 24 ore.

Di nuovo, ne vale la pena solo se il tempo a disposizione è molto poco, anche perchè Amsterdam è più piacevole da scoprire a piedi o in bicicletta!

Organizzatissima Copenaghen con la sua Copenhagen Card disponibile in 4 tagli, a partire da 48 euro in 24 ore: ingresso gratuito ai principali luoghi da visitare della città – circa 74 attrazioni – più una app scaricabile gratuitamente, viaggi illimitati con i trasporti pubblici, agevolazioni per il noleggio auto e bici, e sconti in parecchi ristoranti.

E non è finita qui: con una Adult Card si possono includere due bambini fino a 9 anni senza spese in più.

Barcellona non è da meno: la città catalana offre la possibilità di un pass da 45 euro valido tre giorni, che permette di accedere a 24 tra i principali musei e luoghi di interesse, viaggi senza limiti con i mezzi pubblici – incluso il collegamento in treno dall’aeroporto – e in più sconti in negozi e ristoranti.

Ricordatevi però di prenotare il tour almeno un giorno prima!

Anche in Italia le city pass sono richieste, da Venezia con la sua Unica City Pass che concede di personalizzare il proprio programma in base alle esigenze del turista, ad esempio la San Marco City Pass costa 27,90 euro e vale per 7 giorni, a Roma con la Roma Pass (3 giorni a 36 euro) che offre ingresso gratuito nei primi due musei/siti turistici a scelta, accesso gratuito ai mezzi di trasporto e sconti speciali su eventi e mostre, passando per la Firenze Card, 72 euro per 72 ore, che permette l’ingresso gratuito per ogni museo aderente all’iniziativa.

Fonti: booking.parisinfo.com; londonpass.it; barcelonaturisme.com

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti