Aldo Manuzio, il padre dell’editoria moderna in mostra a Venezia

Print Friendly, PDF & Email

È più facile camminare con Cristo sulle acque che con un editore attraverso la vita

Christian Friedrich Hebbel

Fino al 31 luglio 2016 alle Gallerie dell’Accademia di Venezia ci sarà la mostra Aldo Manuzio. Il rinascimento di Venezia, mostra dedicata all’uomo che ha inventato il libro moderno e l’editoria stessa.

La mostra, inizialmente programmata dal 19 marzo al 19 giugno, forte del grande successo ottenuto è stata prorogata fino al 31 luglio.

Con oltre cento opere d’arte in prestito da musei italiani e stranieri e più di trenta rarissime edizioni stampate tra la fine del XV secolo e l’inizio del XVI, la mostra ripercorre l’Età dell’Oro della cultura a Venezia, che in quest’epoca si rivela essere il punto di incontro tra Oriente e Occidente, sia da un punto di vista commerciale che da un punto di vista culturale.

Fu grazie al ruolo che la città di Venezia occupava in quegli anni che Aldo Manuzio riuscì a diffondere stampe dei classici della cultura greca come

Omero, Aristotele, Sofocle, Euripide, Tucidide

ma anche della cultura latina con

Virgilio, Cicerone, Orazio, Ovidio, Catullo, Properzio, Lucrezio, Giovenale, Marziale

e ancora testi in ebraico e in italiano volgare.

Grazie inoltre alla collaborazione con Pietro Bembo, che curò l’edizione critica di Petrarca, contribuì alla diffusione degli studi filologici in lingua volgare.

Le pubblicazioni di Manuzio erano estremamente curate dal punto di vista filologico e mostravano un originalità sia nel formato che nei caratteri di stampa.

Con la diffusione di questi testi si venne a creare una cultura europea comune capace di integrare l’ambito classico greco-romano al mondo contemporaneo, e favorendo la nascita di temi nuovi anche nel campo delle arti figurative.

Una sezione della mostra è dedicata al rapporto tra Aldo Manuzio e il filosofo olandese Erasmo da Rotterdam, che per pubblicare la nuova edizione dei suoi Adagia visse ospite della famiglia di Manuzio a Venezia per quasi un anno.

Il rapporto tra i due è simbolizzato in mostra dalla presenza della copia dei Poeti Cristiani di Erasmo da Rotterdam, stampata da Aldo nel 1504.

La mostra vede al suo interno anche la Hypnerotomachia Poliphili, il libro illustrato più famoso di Aldo Manuzio, con fantasiose xilografie forse realizzate su disegno del miniatore Benedetto Bordon, uno degli unici due esemplari rimasti di aldina non rifilata dopo la sua stampa.

L’opera mette in risalto la raffinata cultura e la conoscenza delle teorie prospettiche di Manuzio.


Ispirati alla figura di Manuzio
durante il fine settimana ci saranno attività didattiche e laboratori gratuiti rivolti a bambini e ragazzi delle scuole, che approfondiscono le fasi della stampa tipografica, le tecniche di legatura di libri e fascicoli, e che introducono all’arte dell’illustrazione a fumetti.

In ambito fumettistico ci sarà una collaborazione con il settimanale Topolino, che porterà alla nascita di Paperus Picuzio, trasposizione fumettistica di Aldo stesso, protagonista di una storia originale a fumetti in edicola il prossimo 13 aprile.

Tra le attività didattiche pensate per le scuole si segnalano anche i laboratori di stampa a torchio che consentiranno di apprendere il processo di stampa utilizzato da Aldo Manuzio.

 

Durante la mostra è proposta l’audioguida gratuita dedicata, con la registrazione integrale della voce del curatore, Guido Beltramini, che propone un fluido accompagnamento sonoro alla visita.

 

 

ALDO MANUZIO. Il rinascimento di Venezia

Venezia, Gallerie dell’Accademia, Ala Palladio (Campo della Carità, 1050)

19 marzo – 31 luglio 2016


Orari

Lunedì: 8.15 – 14.00

Da martedì a domenica: 8.15 – 19.15

 

Informazioni e prenotazioni

Tel. 041 520 0345
www.gallerieaccademia.org


Biglietti

(Biglietto Unico Gallerie dell’Accademia + Palazzo Grimani + mostra “Aldo Manuzio. Il rinascimento di Venezia” dal 19 marzo al 31 luglio 2016)

Intero:   € 15,00 (+ € 1,50 per il diritto di prenotazione)
Ridotto: € 12,00 (+ € 1,50 per il diritto di prenotazione)

  • ragazzi U.E. 18-25 anni con documento d’identità
  • insegnanti di ruolo quando non accompagnano gruppi di studenti
  • titolari di tessera COOP

Ridotto speciale: € 6,00 (+ € 1,50 per il diritto di prenotazione)

  • per chi avesse acquistato il biglietto con tariffa ordinaria a € 9,00

Gratuito: € 0,00 (+ € 1,50 per il diritto di prenotazione)

  • minori di 18 anni (i minori di 12 anni devono essere accompagnati)
  • studenti e docenti universitari U.E. delle facoltà di architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione, iscritti ai corsi di laurea in lettere o materie letterarie con indirizzo archeologico, storico-artistico delle facoltà di lettere e filosofia,  iscritti alle Accademie delle Belle Arti
  • operatori di associazione di volontariato che svolgano attività di promozione e diffusione della conoscenza dei beni culturali (in base a convenzioni stipulate con il Ministero – art. 12 , comma 8 del Codice)
  • dipendenti del Ministero Beni e Attività Culturali
  • membri ICOM (International Council of Museums)
  • diversamente abili U.E. accompagnati da un familiare o da un assistente socio-sanitario
  • giornalisti con tesserino

Gratuito: € 0,00 (+ € 7,00 a gruppo per il diritto di prenotazione)

  • studenti ed insegnanti di scuole pubbliche e private U.E.

Gratuito: € 0,00 (senza diritto di prenotazione)

  • guide turistiche U.E.  nell’esercizio della propria attività
  • interpreti turistici con patentino quando affiancano una guida

Visite guidate e laboratori per scuole, gruppi e singoli

Visite guidate in italiano, inglese e francese: € 80,00 a gruppo (10-30 persone) (+ € 7,00 per il diritto di prenotazione)

Laboratori per le scuole con bambini dai 6 ai 12 anni: € 70,00 a classe (+ € 7,00 per il diritto di prenotazione). Solo nei giorni feriali. Durata 1 ora

Laboratori integrati per le scuole con bambini dai 6 ai 12 anni con visita guidata integrata: € 130,00 a classe (+ € 7,00 per il diritto di prenotazione). Solo nei giorni feriali. Durata complessiva 2 ore

 L’ingresso ridotto e quello gratuito sono regolati dal D.M. 20 aprile 2006, n. 239 e circolari esplicative.

Aperture serali

Dal 13 maggio fino al 29 luglio 2016 tutti i venerdì le Gallerie dell’Accademia rimarranno aperte con orario continuato dalle ore 8.15 sino alle 22.15 (la biglietteria chiuderà alle ore 21.45). Si potrà visitare solo la mostra “Aldo Manuzio. Il rinascimento di Venezia” e l’Ala Palladiana.

Le tariffe dei titoli di accesso dalle ore 18.16 saranno:

– biglietto intero euro 10,00
– biglietto ridotto euro 8,00
– biglietto ridotto coop euro 8,00

 

La mostra è curata da Guido Beltramini, Davide Gasparotto, Giulio Manieri Elia e promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismoGallerie dell’Accademia e dal Comitato Regionale per il V Centenario della morte di Aldo ManuzioRegione del Veneto, con il contributo di World Monuments Funde Montblanc, e con Fondazione Cologni Mestieri d’Arte, Save Venice INC., Venice International Foundation, Venetian Heritage, Venice In Peril.


Progetto scientifico Centro Internazionale di Studi di Architettura “Andrea Palladio”.

Organizzazione Civita Tre Venezie.

Catalogo Marsilio.

 

 

Fonti:
www.gallerieaccademia.org

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Roma, una petizione per il lago ex Snia

Roma. Nella Capitale è nata una petizione affinchè l’area ex Snia diventi Monumento naturale. Il Forum del Parco delle Energie di Roma, insieme a diverse associazioni ambientaliste, ...
Vai alla barra degli strumenti