Dormire e mangiare a New York. I trends della Grande Mela

Print Friendly, PDF & Email

Caotica, brillante e sempre in movimento, New York è la città dai mille volti: nella Grande Mela diventa ancora più importante conoscere i migliori alberghi e ristoranti, oltre ai trend più recenti.

Iniziamo con un classico dei grandi alberghi newyorkesi: The Greenwich Hotel, proprietà di Robert De Niro.

Il Greenwich si trova a TriBeCa, raffinato quartiere a ridosso del Financial District, e si contraddistingue per lo stile “Old Chic”, la sua eleganza senza eccessi e l’atmosfera riservata.

Tra i diversi servizi che offre l’hotel ci sono una piscina, un centro benessere giapponese, un ristorante e una palestra.

Il bar è molto fornito e ben frequentato.

The Surrey Hotel:

l’unico Relais & Chateaux di New York, questo splendido albergo si trova nell’Upper East Side di Manhattan, a pochi metri da Central Park e dalle vie più esclusive.

Famoso per il suo meraviglioso terrazzo, la galleria d’arte – che vanta 31 opere d’arte contemporanea – e la rinomata cucina francese dello Chef Boulud al Cafè Boulud.

The Giraffe Hotel:

All’angolo fra la Park Avenue South e la 26a strada, l’Hotel Giraffe è un’altra location storica del lusso newyorkese.

Meravigliose cene in camera offerte da Bread&Tulips, suite lussuose con terrazze private e una fantastica vista panoramica (non per nulla nel film Sex and The City una delle stanze dell’albergo è stata scelta per l’appartamento di mr.Big)!

The Knickerbocker:

Storico edificio della città, per anni sede del settimanale Newsweek, il 12 febbraio 2015 ha celebrato la sua riapertura come grande albergo.

Si trova in zona Times Square, all’angolo con la 42a.

Oltre alla posizione eccellente a al rooftop dalla vista mozzafiato, questo lussuosissimo Hotel offre camere accessioriate con le ultime tecnologie, programmi fitness – scelti dall’ex campione NBA Larry Johnson – menu raffinati pensati dallo chef Charlie Palmer, che ha la direzione dei ristoranti dell’albergo, e, per le signore, Ted Gibson: lo style curartor di attrici del calibro di Angelina Jolie e Anne Hathaway.

The NoMad Hotel, invece, si trova a Chelsea, a circa 500 metri dall’Empire State Building.

L’arredamento è moderno e confortevole, con un stile che ricorda quello parigino: il ristorante è molto apprezzato, tra l’altro l’Hotel dispone di un’accogliente sala lettura e di una lussuosa boutique.

La Sirena - NYC

Per quanto riguarda dove mangiare, una brillante novità è rappresentata da La Sirena, il nuovo fine dining dal sapore italiano di Manhattan firmato Joe Bastianich e Mario Batali, al pian terreno dell’Hotel Le Maritime.

Narcissa - NYC

Va molto anche Narcissa, al piano terra dello Standard Hotel, Lower East Side.

Con lo chef Jhon Fraser e con i prodotti (frutta e verdura sempre di stagione) della Hudson Valley Farm di André Balazs, questo ristorante propone un interessante mix di cucina internazionale, con una particolare attenzione alla carne e un metodo di cottura particolare per quanto riguarda i cibi arrostiti e grigliati.

Toro - NYC

Per una cena informale, c’è Toro a Chelsea, che offre un’ottima cucina spagnola (consigliate la paella e la sangria) insieme a un clima rilassato e divertente.

Credit Melissa Hom

Credit Melissa Hom

Infine, nel cuore di Battery Parkcity, con la cucina rustica (con qualche tocco d’ispirazione francese) dello chef Eric Korsh, c’è il North End Grill di Danny Meyer.

La cucina è in vista, all’interno del ristorante c’è un delicato aroma di fumo, ormai caratteristico del posto.

Fonti: relaischateaux.com, gamberorosso.it, thegreenwichhotel.com, the knickerbockerhotel.com, thenomadhotel.com, thegiraffehotel.com, thesurreyhotel.com

Potrebbe interessarti anche:

staten island Staten Island, un tuffo nel verde nella città di New York
Ristorante Social - NYC Un ristorante social a New York
seconda volta new york Seconda volta a New York: cosa vedere
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti