Castelluccio di Norcia, parte la messa in sicurezza del Campanile chiesa S.Maria delle Grazie, dopo terremoto del 24 agosto

Print Friendly, PDF & Email

Parte uno dei primi interventi di messa in sicurezza di un bene culturale danneggiato in Umbria dal sisma del 24 agosto. Il campanile della Parrocchiale di Santa Maria delle Grazie a Castelluccio di Norcia, fin dalle primissime rilevazioni condotte dai tecnici della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria insieme ai Vigili del Fuoco e al personale della Protezione civile, ha manifestato la necessità di un urgente intervento di messa in sicurezza.

Il campanile presenta profonde lesioni e la messa in sicurezza prevede una cinghiatura dopo aver posizionato una rete di contenimento della muratura decoesa. L’opera mira a garantire la sicurezza pubblica per evitare il crollo definitivo e danni sulle case limitrofe, ed è al contempo un importante recupero di un edificio storico di forte connotazione identitaria per il borgo di Castelluccio. A questa prima fase farà seguito l’intervento all’interno della chiesa, dove sono cadute importanti porzioni della muratura affrescata del lato confinante con il campanile, e la messa in sicurezza delle opere mobili.

“I tecnici del MiBACT – ha dichiarato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – proseguono insieme a vigili del fuoco e al personale della protezione civile la preziosa opera di messa in sicurezza del patrimonio culturale nelle aree colpite dal sisma, preludio necessario al pieno recupero degli elementi identitari di quei territori. Un’azione di tutela esemplare che viene svolta con passione, professionalità e spirito di sacrificio dai molti architetti, storici dell’arte, restauratori, diagnosti, bibliotecari, archivisti che si sono resi disponibili sin dalle prime ore successive al terremoto”.

Fonte Mibact

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti