Da South Bank a Piccadilly, da Hyde Park a Notting Hill, cosa fare a Londra

Print Friendly, PDF & Email

 

I fiori sono così comuni in campagna così come le persone lo sono a Londra (Oscar Wilde)

Talmente grande, cosmopolita e immensa che è difficile rimanere pienamente soddisfatti in un solo weekend o una sola settimana a Londra. Ognuno può trovare la propria dimensione nella City densa di nicchie turistiche, culturali, artistiche e mondane, ma serve tempo.

Ogni zona di Londra parla una lingua dell’anima a chi è pronto a recepirla. Quella del turismo di massa, quella della musica, del teatro, dell’arte, dello stile e del punk, così come del rock e dell’alternativo. Poi c’è la lingua del business, del fashion, dell’eleganza, del glamour. E non è difficile per questi linguaggi incontrarsi.

Londra è la città in cui un uomo d’affari in giacca e cravatta e un ventenne punk con cresta fucsia se ne stanno tranquillamente a chiacchierare su una panchina con una birra in mano, mentre turisti o studenti della City si godono i fasti architettonici di ex fabbriche trasformate in centri culturali di arte condivisa, come la Tate Modern, o restano estasiati dall’immenso patrimonio artistico gratuito della National Gallery. E magari qualcun altro se ne sta a bighellonare per il quartiere Soho o si dirige verso la colorata Camden Town, popolata dallo stile di vista alternativo e da studenti.

Niente panico quindi. Londra è tanta. E servono più viaggi per conoscerla. Nel frattempo ecco qualche dritta su cosa fare, lungi dalle solite tappe turistiche in stile “cambio della guardia”.

• UN SALTO ALLA TATE MODERN

Questo è l’anno giusto per visitare, in zona Bankside, l’istituzione regina mondiale dell’arte moderna e contemporanea. L’anno in cui è stato inaugurato l’ultimo grande step: la New Tate Modern.

tate

Un restyling completo che ha portato la Galleria a raddoppiare i suoi spazi e ad accogliere la Switch House, una colossale piramide di 10 piani interamente dedicata ai movimenti contemporanei. E poi nuovi spazi interattivi, bar, ristoranti. Tutto in aggiunta ai bellissimi spazi storici preesistenti, incastonati nell’ex centrale elettrica londinese, trasformata in cattedrale culturale contemporanea. L’ingresso è gratuito (eccetto le grandi mostre temporanee) e, una volta entrati, si potrà girovagare in libertà tra geniali architetture ed enormi spazi in cui trova posto il fiore mondiale dell’arte moderna e contemporanea, con De Chirico, Dalì, Picasso. E poi Kandinsky e Louise Bourgois. Da non perdere in Tate i momenti chill out: la terrazza al decimo piano con vista mozzafiato sullo skyline londinese o le terrazze intermedie con punti ristoro da cui ammirare la vista sul Tamigi.

• PASSEGGIARE LUNGO LE RIVE DEL TAMIGI

Scesi dalla terrazza Tate che offre una bellissima cartolina sul fiume, lo si può assaporare da vicino il Tamigi. Sotto le sue rive, sopra, sui ponti si passeggia e si ammira un corso d’acqua che ha fatto la storia di Londra. Con la nascita la Royal Navy e con la sua funzione protettiva contro i nemici, oltre al fatto di essere il fiume che portava nella Capitale le merci provenienti dall’impero britannico.

South Bank walking

A South Bank, sulla sua riva sud si può ammirare tutto il dinamismo di Londra, che ha saputo trasformare la tradizione in modernità con grandissimi progetti urbani e nuove costruzioni: i vecchi magazzini in cui venivano stoccate le merci trasformati in lussuosi edifici e appartamenti; Proseguendo, i simboli di Londra, dal London eye, al Millennium Bridge, ponte che collega la Tate Modern alla City e alla Cattedrale di St. Paul. E poi Il Tower Bridge e (simbolo di Londra) il Waterloo Bridge sotto il quale c’è un piccolo mercatino di libri usati dove si possono fare ottimi affari. Passeggiare, fare jogging e pic nic. Tutto è possibile qui, anche le crociere sul fiume che regalano un assaggio di Londra davvero particolare. Ovviamente, come per la maggior parte delle attrazione londinesi, prenotare è consigliato se non si vuole rimanere a piedi oppure restare per ore in fila, anche se in molti casi il biglietto è acquistabile anche a bordo.

• PERDERSI ALLA NATIONAL GALLERY, E’ GRATUITA!

Si può dire che la cultura a Londra è davvero per tutti. Molti musei sono infatti gratuiti. Come la National Gallery, il maestoso tempio dell’arte a livello mondiale visitato da quasi 5 milioni di persone all’anno.

National-Gallery-Inside

Tutte le correnti artistiche sono rappresentate in questo museo in 2.300 opere esposte, dall’arte medievale al rinascimento italiano fino all’impressionismo francese. Suddivisi per sezioni e sale di diversi colori ci sono: i dipinti dal 13° al 15° secolo con Duccio, Uccello, Van Eyck, Lippi, Mantegna, Botticelli, Durer, Bellini; quelli del 16° secolo con i grandi maestri Leonardo, Michelangelo, Bruegel, Bronzino, Veronese; le opere del 17° secolo di Caravaggio, Rubens, Poussin, Van Dick, Rembrandt, Velazquez e Vermeer; e i dipinti dal 18° ai primi del 20° secolo di Canaletto, Goya, Degas, Constable, Cézanne, Monet e Van Gogh. Si esce quasi storditi dopo aver trascorso l’intera giornata, se non di più in questo tempio cultuale che impera su Trafalgar Square, ma più ricchi e consci di quanto inestimabile sia il patrimonio artistico mondiale giunto sino a noi.

• RESPIRARE ARIA DI MUSICA A DENMARK STREET

Londra è anche e soprattutto musica. È qui che sono nate molte correnti ed è qui che si sono affacciati per la prima volta sulla scena musicale centinaia di artisti. E ancora oggi lo fanno. Si respira musica ovunque, per le strade, nei parchi per i concerti all’aperto nei weekend nei pub, dove è tradizione fermarsi con una birra in mano ad ascoltare nuove band e musicisti di ogni genere.

denmark_street

Denmark Street, nel cuore di Londra è famosa per i suoi legami con la musica Brits, il punk e molti altri generi nati nei locali londinesi. Questa strada della City conserva i ricordi dei Beatles, Sex Pistols, Rolling Stones, Elton John. Qui si trovano negozi di chitarre e strumenti musicali e qui si aggirano quelle che, forse, saranno le star di domani.

• IMMERGERSI NEL MONDO DEI TEATRI E MUSICAL

Aggirandosi nel centro di Londra e nei pressi di Piccadilly Circus (grande piazza simbolo di Londra e sempre illuminata da luci e schermi) e in tutto il West End si entra in un’atmosfera da musical magica e impareggiabile. Perché a Londra ogni musical ha il suo teatro dedicato, con tanto di enorme insegna fissa ad annunciarlo. A modi Brodway.

Harry-Potter-and-the-cursed-child-in-London

Per gli appassionati e per chiunque sia curioso di entrare nel London Mood, prima di partire per la City è consigliabile informarsi sul cartellone dei teatri e prenotare un posto per assistere a uno dei musical in programma. Qui nel West End al Palace Theatre è andata in scena il 30 luglio la prima mondiale di “Harry Potter and the Cursed Child”, la prima opera del maghetto più famoso del mondo a essere rappresentata in teatro e in scena fino a dicembre 2017. Prenotare un posto è d’obbligo o si rischia di restare fuori dal Palace Theatre ad ammirare l’insegna. (https://harrypotterbooking.atgtickets.com/).

• PASSEGGIARE TRA LE BANCARELLE DI PORTOBELLO E NOTTING HILL

Non si può lasciare Londra senza aver fatto un giro tra i suoi mercatini, da quelli food ai vintage market. Del resto Londra è anche la patria della moda vintage! Tra i tanti mercati, uno dei più celebri è sicuramente il Portobello Road Market che si estende sull’omonima strada londinese.

portobello-road-market

È un piacere spulciare tra le sue bancarelle in cerca di antichità e pezzi da collezione oppure proseguire sul versante degli alimenti o le bancarelle riservate agli stilisti emergenti, tra abiti nuovi e usati. Mercato sempre affollato e aperto tutti i giorni, con il sabato dedicato all’antiquariato. Con lo sguardo oltre le bancarelle si vedono le particolari case colorate, tipiche del quartiere Notting Hill, quello reso celebre dal romantico successo cinematografico con i protagonisti Julia Roberts e Hugh Grant. I colori delle abitazioni sono pastello, dal blu al rosso, dal celeste al giallo. Di sicuro uno dei quartieri più caratteristici di Londra, parte del ricco Municipio di Kensington e Chelsea, attraversato dalle arterie principali di Pembridge Road che porta al cuore dello shopping con boutique e negozi glamour a WestBourne Grove e Ledbury Road. Oggi la zona è piena di librerie, ristoranti e negozi di lusso, che stonano un po’ con l’origine operaia del quartiere (Londra è così, si evolve senza freni). chi scegli l’ultimo weekend di agosto (Bank Holiday) per visitare Londra ha la fortuna di imbattersi nel celebre Carnevale di Notting Hill, decisamente il più grande d’Europa. Durante questa festa, che prese il via negli anni ’60, decine di carri e squadre da tutto il mondo si sfidano a colpi di trucco, maschere e danze sfrenate, attraversando le principali strade del quartiere in una festosa atmosfera caraibica.

• ENTRARE IN UN VERO PUB LONDINESE

Uno dei modi migliori per entrare nel London mood è entrare in un tipico pub londinese, meglio ancora se fuori piove.

pub

Ad accogliervi dentro camerieri e baristi pronti a servire gli immancabili birra e whiskey, tavoli pieni di amici, gente d’affari pronta a stringere accordi nel tipico stile informale inglese. E poi la musica. Spesso nei pub, durante i pomeriggi e fino a sera si alternano musicisti emergenti che allietano con la loro musica le serate, spesso troppo alcoliche, dei londinesi. Una vera e propria Istituzione, uno vero e proprio e proprio spaccato sociale del paese.

• PERDERSI NEL VERDE DI HYDE PARK

Prima di lasciare la City, un altro posto da non perdere, in cui si rifugiano i Londoners, è Hyde Park, il polmone verde di Londra e suo cuore pulsante per eventi all’aperto. Questa istituzione verde ha visto esibirsi leggende del rock, dai Rolling Stones a Paul McCartney, da Madonna a Bob Geldof, fino ai Pink Floyd riuniti e vede tutti i giorni centinaia di londinesi e turisti fare jogging, passeggiare, pedalare, ascoltare musica, leggere e navigare il Serpentine (il lago artificiale che taglia il parco da nord a sud, fatto costruire dalla regina Carolina nel 1730) con piccole barche e pedalò.

hyde park

All’interno dell’Hyde, oltre al lago, ci si può fermare davanti l’arco di Wellington, il Pet Cemetery i giardini italiani e persino lo Speakers Corner! L’angolo amato dagli oratori a cui è concesso di esprimere la propria arte in pubblico e farsi ascoltare. Una tradizione questa che sopravvive da metà ‘800, quando qui si riunivano folle manifestanti contro l’abolizione dei diritti dei lavoratori. Da questo angolo partirono i discorsi di karl Marx e George Orwell. Vero simbolo di lotta, vivo ancora oggi.

 

UTILITY

I mezzi pubblici a Londra sono parecchio costosi. Londra è suddivisa in nove zone, alle quali corrispondono diverse tariffe della metropolitana e dei trasporti pubblici. La Zona 1 corrisponde al centro di Londra; allontanandosi, si attraversano le zone dalla 2 alla 9. I prezzi dei trasporti pubblici di Londra variano a seconda del mezzo pubblico scelto, delle zone attraversate, dei giorni e degli orari in cui si viaggia.

Si consiglia pertanto, appena arrivati, di acquistare la Visitor Oyster Card, card magnetica che dà accesso a tutto il trasporto pubblico di Londra a prezzi agevolati. È ricaricabile a seconda della zona in cui si vuole viaggiare, beneficiando di agevolazioni economiche rispetto all’acquisto di biglietti singoli.

Vantaggi:

• Risparmia tempo prezioso: la tua Visitor Oyster card sarà pronta all’uso al tuo arrivo a Londra.
• Risparmia oltre il 50% rispetto ad una Travelcard cartacea o ai biglietti singoli pagati in contanti.
• Una singola carta Visitor Oyster è valida per la maggior parte dei trasporti pubblici di Londra.
• Usufruisci del tetto massimo di spesa giornaliera: una volta raggiunto, viaggi gratis.
• Usa la tua Visitor Oyster Card per ottenere sconti esclusivi in ristoranti, negozi e teatri convenzionati, e per viaggiare sulla funivia di Emirates Air Line e sui battelli sul Tamigi della Thames Clippers.

C’è poi la Travel Card giornaliera o settimanale:

La 1 Day Travelcard è un abbonamento giornaliero cartaceo che permette di viaggiare quanto si vuole e senza limiti di frequenza nell’arco di una giornata. Questo biglietto giornaliero si può utilizzare su bus,metropolitana (chiamata Tube), DLR, tram, e sui battelli sul fiume di MBNA Thames Clippers

L’abbonamento settimanale per i trasporti pubblici di Londra si chiama 7 Day Travelcard: non è disponibile in forma cartacea, ma solo caricato su una Oyster card. Per usufruire di questo biglietto settimanale, basta comprare una Oyster card e caricarci sopra una 7 Day Travelcard.

 

Fonti: Visit London

 

Potrebbe interessarti anche:

Tate Modern Switch House Londra, anche la Tate Modern ha la sua piramide 
st-dunstan-in-the-east La Londra segreta, i 7 luoghi nascosti della City
the-london-gin-club Il Gin tra storia e pub più cool di Londra
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Roma e la lotta all’abusivismo commerciale

Roma. In linea con le richieste espresse dall’Amministrazione capitolina, proseguono a ritmo serrato le attività di controllo dell’abusivismo commerciale e di lotta alla contraffazione da ...
Vai alla barra degli strumenti