Helmut Newton e le sue foto di moda per Blumarine in mostra a Carpi

Print Friendly, PDF & Email

 

Sono un voyeur e chi come fotografo non lo ammette è un cretino. (Helmut Newton)

Un faro puntato su un aspetto portante di uno dei più grandi fotografi di moda del secolo: l’impegno di Helmut Newton nell’ambito di campagne pubblicitarie e gli scatti ad alcune delle più belle modelle prestatesi alla sua macchina fotografica.

È questo l’asse portante che regge la mostra “Helmut Newton. A Gun for Hire/selection. Le fotografie per Blumarine dal 1993 al 1999”, ospitata dal prossimo 10 settembre fino all’11 dicembre 2016 nella cornice dei Musei di Palazzo dei Pio di Carpi.

Un omaggio a un maestro della fotografia della moda, un artista che con il suo obiettivo ha immortalato decine di modelle e icone di femminilità, con fare innovativo e sprezzante dei canoni e delle pose classiche.

Sono oltre 50 le immagini esposte a Carpi, scattate da Newton per le campagne promozionali del marchio Blumarine tra il ‘93 e il ‘99. Un evento che ricostruisce la stagione creativa che impegna il fotografo tedesco con una delle aziende simbolo del comparto tessile emiliano e italiano, il cui quartier generale si trova proprio nella cittadina modenese.

Un focus sul legame Newton-Blumarine che ha visto il fotografo portare a compimento sette campagne di comunicazione per il brand carpigiano in modo del tutto innovativo: è la prima volta che un marchio italiano fortemente legato alla tradizione e ad abiti pensati per il modello ‘donna borghese’ si affaccia al mondo della comunicazione rivoluzionaria, che diventa eccentrica, provocante, giocosa e lontana dai canoni.

Le donne fotografate da Newton – bellissime modelle tra cui i volti noti di Eva Herzigova, Carla Bruni, Carré Otis, Nadja Auermann e Monica Bellucci – rifiutano gli schemi e le pose tradizionali e si prestano al gioco della provocazione, dell’istintività e dell’allusione mai volgare.

Tutto con un tocco di genialità in più, rappresentato dallingresso fisico del fotografo nelle immagini scattate. Con un piede o con un ombra sfuggente e fugace Newton entra nel campo e resta impresso sulla pellicola, illudendo talvolta l’osservatore di essere dietro la macchina fotografica.

La mostra, allestita al piano nobile di Palazzo dei Pio si articola in diversi cluster di scatti:

34 fotografie di grande formato che documentano le campagne dell’artista per Blumarine
12 scatti, sempre parte del progetto A Gun for Hire, inediti in Italia, dedicati al lavoro di Newton per i brand di moda Versace, Yves Saint Laurent e Thierry Mugler
7 scatti delle campagne Blumarine mai esposti prima, dalla collezione privata di Anna Molinari (fondatrice dell’azienda)
• E poi book fotografici e due album inediti con foto e annotazioni dell’autore
• Testimonianze video, nella sala dei Mori, che presentano attraverso interviste e documenti la figura di Newton e il suo credo artistico.

L’esposizione, curata da Luca Panaro, arriva a Carpi con scatti mai esposti prima in Italia e si inserisce nel nucleo della celebre mostra – “A Gun for Hire”- realizzata per la prima volta nel 2005 a Montecarlo. Una retrospettiva itinerante che ha puntato dritto al cuore del lavoro di Newton nel mondo della moda, tra campagne per importanti griffe e brand internazionali e servizi per riviste, a partire dagli anni ’60 e fino al 2004, anno della sua morte, avvenuta per incidente stradale.

 

Info utili:

HELMUT NEWTON. A gun for hire, selection
Le fotografie per Blumarine 1993-1999

Ideata e prodotta dal Comune di Carpi – Musei di Palazzo dei Pio in collaborazione con la Helmut Newton Foundation di Berlino e Bluemarine.

Sede: Musei di Palazzo dei Pio – Carpi
Date: 10 settembre- 11 dicembre 2016
Orari: da martedì a domenica, ore 10-13; giovedì, sabato, domenica e festivi anche 15-19. Chiuso il lunedì
Biglietti: Ingresso intero 5 euro, ridotto 3 euro

Info: Info: tel 059/649955 – 360

 

Fonti: Clp Relazioni Pubbliche

 

Potrebbe interessarti anche:

Peshawar, Pakistan, 1984. Steve McCurry Otranto, le icone di Steve McCurry al castello Aragonese
Chagall La Vie Marc Chagall. La Vie
mostra-maya-verona Il fascino e l’enigma dei Maya svelati in mostra a Verona
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti