Le nuove mostre del MACRO: tra arte, fotografia e mondi paralleli

Print Friendly, PDF & Email

Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale

Marcel Proust


FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma
“Roma, il mondo”

Fino all’8 gennaio 2017 il MACRO ospita la XV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma che quest’anno sarà interamente dedicato alla città di Roma prendendo il titolo di “Roma, il mondo”.

Il tema dell’ esposizione che ospita fotografi di fama internazionale è stato scelto in occasione del duecentesimo anniversario della pubblicazione del primo volume di “Viaggio in Italia” di Goethe, per sottolineare come ancora oggi Roma sia un grande punto d’incontro della cultura internazionale attraverso l’arte della fotografia.

Nella grande mostra collettiva principale, confluiranno i lavori di tutti i fotografi delle passate edizioni della “Rome Commission”:

  • Josef Koudelka
  • Olivo Barbieri
  • Anders Petersen
  • Martin Parr
  • Graciela Iturbide
  • Gabriele Basilico
  • Guy Tillim
  • Tod Papageorge
  • Alec Soth
  • Paolo Ventura
  • Tim Davis
  • Paolo Pellegrin
  • Hans Christian Schink
  • Marco Delogu (che ne è anche il curatore)

Si aggiungono inoltre i lavori della XIV edizione della Commissione Roma affidata quast’anno a:

  • Roger Ballen, sud africano, acclamata star della fotografia internazionale.

Per entrare a Roma Ballen ha costruito una sua baracca, che congiunge la sua storia a quella delle periferie romane oggetto di indagini visive del neorealismo.

La baracca è per Ballen il modo di entrare a Roma, violentemente con la sua estetica.

Dipinge sui muri con gessi e carboncini i disegni che tante volte ha visto negli shanties sud-africani.

 

  • Jon Rafman, canadese, uno dei più affermati artisti di fama mondiale è noto per i suoi lavori che coinvolgono le nuove tecnologie del web, in particolare le immagini di Google Street View.

Combinando visioni oniriche del quotidiano con associazioni libere Rafman ha prodotto una nuova serie di animazioni che trascinano lo spettatore in un una sorta di esplorazione mentale tra i simboli e le metafore di Roma.

 

  • Simon Roberts, inglese, famoso per i suoi paesaggi in cui sovrappone immagini da lui realizzate a cartoline d’epoca, realizza la mostra “New Vedute – Alternative Postcards from Rome”, in collaborazione con il British Council.

Alle cartoline raffiguranti immagini della città di Roma Roberts sovraimpone degli snapshots contemporanei scattati da lui, facendone così emergere le visioni in competizione.

  • Leo Rubinfien, statunitense, è noto come il grande allievo di Garry Winogrand e autore del famoso lavoro “Wounded cities”.

La mostra apre il 6 dicembre.

 

Oltre la grande mostra collettiva ci saranno altre mostre:

  • Pino Musi “Opus”

Il lavoro “Opus” è composto da una serie di tredici fotografie in successione lineare che prende in considerazione aspetti della sapienza costruttiva ed architettonica nell’antica Roma.

  • Alfred Seiland “Imperium Romanum”

Alfred Seiland ha esplorato e fotografato una serie di luoghi, da paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo fino a quelli del Nord Europa, dove sopravvive o rivive l’idea dell’Antica Roma.

  • Martin Bogren “Rome, portraits” 

Martin Bogren si muove tra gente ordinaria e sia a casa che nei suoi viaggi le sue foto-documento sono scattate durante passeggiate fatte la mattina presto o la sera tardi.

  • Pier Paolo Pasolini

Una raccolta fotografica dedicata a Pasolini che espone un gruppo di fotografie inedite che indagano il rapporto di grandi fotografi con Pasolini (William Klein, Ugo Mulas, Mario Dondero, Tazio Secchiaroli, Mario Tursi, Dino Pedriali e molti altri).

  • Kate Steciw & Letha Wilson “Fold and unfold”

In “Fold ans Unfold” Letha Wilson trasforma immagini piatte in oggetti scultorei usando stampe fotografiche metallo e cemento, mentre Kate Steciw crea collage fotografici digitali che combinano immagini scattate da lei a materiale visivo trovato su internet.
La mostra si apre il 6 dicembre.

  • Muri Socchiusi

Video, frames e fotografie narreranno gli interventi artistici realizzati sulle pareti interne di “Regina Coeli”, che, per la prima volta si apre all’arte, grazie all’operatività e la creatività di tre artiste fotografe e video-maker: Laura Federici, Camelia Mirescu e Pax Paloscia, e di alcuni detenuti del carcere.

  • Carlo Gianferro, Tommaso Ausili “Jubilee people”

Carlo Gianferro e Tommaso Ausili realizzano oggi una storia visiva del Grande Viaggio e dei suoi protagonisti, nel loro progetto “Jubilee People” ritraggono i pellegrini che sono passati durante l’ultimo Giubileo.

  • Daniele Molajoli e Flavio Scollo “Distruzione / Ricostruzione”

Un importante progetto dedicato alla raccolta fondi per il restauro di alcuni beni storico-artistici di Amatrice e delle altre zone colpite dal sisma dello scorso agosto.

La mostra propone un reportage con fotografie inedite che racconta la storia dei luoghi danneggiati, creando una sorta di mappatura dei più importanti beni storici e culturali danneggiati o distrutti dal terremoto.

Una prima parte del progetto è stato svolto in Val Nerina, nella provincia di Norcia, e la seconda parte coinvolgerà invece i comuni di Amatrice, Accumuli ed Arquata del Tronto.

 

Oltre alle mostre principali il Festival si arricchisce di prestigiose esposizioni collaterali ospitate da importanti Accademie di Cultura straniere e premi volti alla promozione di giovani talenti e nuovi linguaggi fotografici.

 

Credits

La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturaleSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, organizzato da Zètema Progetto Cultura, con la direzione artistica di Marco Delogu. Co-curatore Alessandro Dandini de Sylva.

 

INFORMAZIONI

FOTOGRAFIA. Festival Internazionale di Roma – XV edizione
“Roma, il mondo”

MACRO Museo d’Arte Contemporanea Roma – Via Nizza, 138 Roma
Sala Bianca, Studio #1 e #2, Foyer

Dal 21 ottobre 2016 all’ 8 gennaio 2017

Orari
Da martedì a domenica ore 10.30-19.30
Chiuso il lunedì.
(La biglietteria chiude un’ora prima)

Per info e prenotazioni
tel. 060608

Biglietti
Per i residenti: € 10,00 intero – € 8,00 ridotto 
Per i non residenti: € 11,00 intero – € 9,00 ridotto

Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

 

LE ALTRE MOSTRE DEL MACRO


ARTE E POLITICA. OPERE DALLA COLLEZIONE #4

La mostra “Arte e Politica” è la quarta tappa del ciclo di mostre OPERE DALLA COLLEZIONE che intende valorizzare la collezione permanente del MACRO, esposta a rotazione nelle sale museali permettendo la visione delle opere in deposito in uno spazio appositamente dedicato, le Sale Collezione di via Nizza.

Il tema della mostra è legato all’impegno politico, sociale e civile.

A partire dalle demolizioni operate dal regime fascista a Roma negli anni Trenta e immortalate da dipinti di Mario Mafai e della Scuola Romana, alla cronaca delle manifestazioni di piazza, evocate dal Comizio di Giulio Turcato, il percorso della mostra giunge alle riflessioni più recenti, in cui gli artisti contemporanei maturano un atteggiamento più disincantato nei confronti dei fatti socio-politici.


Credits

La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturaleSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, curata da Costantino d’Orazio.

 

INFORMAZIONI

“ARTE E POLITICA. OPERE DALLA COLLEZIONE #4”
MACRO Museo d’Arte Contemporanea Roma – Via Nizza, 138 Roma
Sale Collezione

Dal 21 ottobre 2016 al 10 maggio 2017

Orari
Da martedì a domenica ore 10.30-19.30
Chiuso il lunedì.
(La biglietteria chiude un’ora prima)

Per info e prenotazioni
tel. 060608

Biglietti
Per i residenti: € 10,00 intero – € 8,00 ridotto 
Per i non residenti: € 11,00 intero – € 9,00 ridotto

Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

 

FROM LA BIENNALE DI VENEZIA TO MACRO. International Perspectives
“Fragments of Rome, past, future, parallel worlds” di Yi Zhou

In occasione del terzo appuntamento di “From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives”, dedicato alla presentazione presso gli spazi del MACRO di alcune installazioni internazionali provenienti dall’Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, viene presentata la mostra di Yi Zhou “Fragments of Rome, past, future, parallel worlds”.

Yi Zhou crea grandi installazioni multimediali in cui abbina cinematografia, animazione digitale, fotografia, scultura, pittura, disegno e composizioni di musica contemporanea con collaborazioni prestigiose come con il Maestro Ennio Morricone.


Credits

La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturaleSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata in collaborazione con PDG Arte Communications.

 

INFORMAZIONI

FROM LA BIENNALE DI VENEZIA TO MACRO. International Perspectives .
“Fragments of Rome, past, future, parallel worlds” di Yi Zhou

MACRO Museo d’Arte Contemporanea Roma – Via Nizza, 138 Roma
MACRO hall

Dal 21 ottobre 2016 al 27 novembre 2016

Orari
Da martedì a domenica ore 10.30-19.30
Chiuso il lunedì.
(La biglietteria chiude un’ora prima)

Per info e prenotazioni
tel. 060608

Biglietti
Per i residenti: € 10,00 intero – € 8,00 ridotto 
Per i non residenti: € 11,00 intero – € 9,00 ridotto

Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

 

Fonti:
www.museomacro.org

 
Potrebbe interessarti anche:

image001

“Picasso Images. Le opere, l’artista, il personaggio”, il rapporto del maestro con la fotografia in mostra a Roma

Star wars Roma

“Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni” al Complesso del Vittoriano di Roma

artemisia_gentileschi_large

Artemisia Gentileschi in mostra al Palazzo Braschi di Roma

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Tour whiskey della Scozia

Quella di whiskey è una parola che tutti conoscono, esattamente come war e love. E in Scozia è una vera e propria icona nazionale, che ...
Vai alla barra degli strumenti