Sposarsi in inverno

Print Friendly, PDF & Email

Il segreto per un matrimonio felice rimane un segreto

Anonimo

Sarà per evitare il maltempo, sarà per il valore simbolico che la bella stagione porta in sé, sarà per permettere alle invitate di indossare abiti colorati e scollati: è fatto noto che oggi, i matrimoni si ha la tendenza ad organizzarli nella stagione primaverile/estiva, tanto che ormai il “profumo di fiori d’arancio” è sinonimo di nozze imminenti.

Buone notizie in arrivo per chi si sta chiedendo come rendere il giorno del suo fatidico “sì” il più speciale possibile: il primo passo per essere protagonisti di un matrimonio diverso dai soliti, è valutare l’opzione di celebrarlo nella stagione meno di punta, l’inverno.

Triste? Tutt’altro: ecco una serie di motivi per cui le nozze invernali piacciono, e sono sempre più di tendenza.

  • Gli invitati saranno particolarmente felici di partecipare:
    Questo perché spesso, per chi ha un’età compresa tra i 25 e i 40 anni, l’arrivo della bella stagione coincide con l’avere quasi ogni weekend occupato da un matrimonio, rischiando anche che un paio di feste si accavallino.
    Quindi le nozze invernali saranno particolarmente attese, perché rappresentano un evento più raro rispetto a quelle estive, con il valore aggiunto di spezzare la routine della stagione fredda.
  • Finalmente gli uomini potranno indossare il tight senza la paura di passare la festa con la sensazione di mangiare, bere e ballare facendo contemporaneamente una sauna.
    Conseguentemente finisce anche l’incubo di guardarsi intorno per vedere se qualcun altro ha già tolto la giacca.
    Per le invitate la questione è un po’ più scomoda ma ha i suoi lati positivi: è vero, niente abbronzatura e vestiti svolazzanti, ma è altrettanto vero che gli abiti eleganti invernali vengono sempre indossati di meno.
    Se quindi c’è un’occasione in più per farlo, benvenga.
  • Le decorazioni: chi dice che l’inverno sia grigio?
    Amarillys, rose, ranuncoli, elleboro, ciclamini e bacche di vario tipo fanno splendida mostra di sé nelle composizioni per i centrotavola e per la chiesa, oltre ad ornare il bouquet della sposa.
    D’effetto anche i foliage, pigne e ramoscelli da aggiungere nelle composizioni in supporto ai fiori.
    Sconsigliato cercare di riprodurre i toni accesi della primavera, risulterebbe stonato e fuori posto, d’altra parte la scelta che la natura ci offre per questo periodo dell’anno, è ampia e anche molto raffinata.
  • Location: uscire dal clichè del matrimonio all’aperto non è affatto una cattiva idea.
    Ville, palazzi, circoli cittadini e ora – secondo le ultime tendenze – anche musei, per non parlare delle case di montagna: abbiamo la fortuna di essere nati in Italia, dove la bellezza degli ambienti interni è paragonabile al più bello dei paesaggi naturali, e dove le strutture messe a reddito per gli eventi abbondano.
  • Cibo: oltre alla qualità e alla bontà dei piatti, la creatività del menù è sempre motivo di vanto nei matrimoni ben riusciti.
    E la stagione fredda si presta a un ventaglio di pietanze più ampio e particolare rispetto ai ricevimenti estivi, tra zuppe, arrosti e brasato, purè aromatizzati con spezie varie, creme di castagne e tartufi.

Si dice che il migliore strumento per scaldare il cuore sia l’amore, cosa c’è di meglio che mettere in pratica questo detto organizzando il proprio matrimonio nella stagione più fredda dell’anno?

Potrebbe interessarti anche:

Film "Bridesmaids" Addio al nubilato: le scelte delle amiche della sposa
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti