Giordania: magnifica scoperta archeologica nel nord del paese

Print Friendly, PDF & Email

Un’antica tomba è stata recentemente scoperta a Beit Ras, nel nord della Giordania, nel corso di un progetto di scavo per espandere una rete di risanamento delle acque reflue locali.

La tomba comprende una caverna con due camere sepolcrali.

La camera più grande, decorata con affreschi in olio, contiene una tomba di basalto decorata con incisioni, due teste di leoni, e contenente diverse ossa umane.

Gli affreschi raffigurano figure umane, cavalli e altre scene mitologiche, alcune delle quali sono erose dal tempo, ma che per la maggior parte sono intatte.

La seconda camera contiene due ulteriori tombe scavate nella roccia senza artefatti.

Questi affreschi appartengono all’Età Classica e comprendono figure di di viti che rappresentano la vita sociale e agricola dell’epoca risalente con tutta probabilità al primo periodo romano-ellenistico.

Le iscrizioni e alcuni reperti trovati nella tomba sono stati analizzati per approfondire il periodo esatto in cui è stata eretto questo sepolcro.

Il Ministro del Turismo e delle Antichità Lina Annab, dopo una visita al sito, ha confermato che il Dipartimento delle Antichità continuerà a scavare, ampliare e preparare il sito per renderlo fruibile ai visitatori.

Il Ministro ha inoltre confermato che il sito è stato chiuso al pubblico e che sono in corso ulteriori studi per proteggere l’integrità archeologica della tomba e per reperire ulteriori informazioni sulle sue origini.

 

Fonti: Jordan Tourism Board Italy
Potrebbe interessarti anche:

Petra Luca Aquino

Giordania: il Jordan Tourism Board porta “Petra” in concerto al Teatro Regio di Torino

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti