Aurora boreale, un viaggio alla scoperta dei colori che danzano in cielo

Print Friendly, PDF & Email

Nessuna eterna clemenza potrà perdonarci per aver sprecato l’aurora

Jim Morrison


Una magica varietà di forme e colori che danzano nel cielo.

Il cielo notturno inondato da cascate di giallo, verde, rosa e viola che sembrano essere uscite dalla tavolozza di un pittore provocano un’emozione indescrivibile a chi ha la fortuna di ammirarle dal vivo.

L’aurora boreale è uno dei fenomeni più affascinanti a cui si possa assistere.

Più di una leggenda avvolge il mistero dell’aurora boreale, c’è chi la identifica coi “fuochi della volpe”, effetti di luce creati dalla coda di una grande volpe e che colpendo la neve crea scie di colore nel cielo e chi invece pensa che queste scie di colori siano dei messaggi dagli spiriti delle persone passate all’aldilà.

Una cosa è certa, è uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita, un fenomeno talmente unico da creare veri e propri flussi turistici verso i luoghi dove è possibile ammirarlo.

Chi vive sopra i 65° di altitudine sia a nord che a sud, avrà la fortuna di vedere l’aurora boreale praticamente ogni notte, molto sporadico invece alle medie latitudini.

Chi invece non ha questa fortuna, dovrà organizzare un viaggio nei luoghi dove è possibile ammirare il fenomeno che è tipico della penisola scandinava, dell’Alaska, dell’Islanda e della Groenlandia.

Aurore boreali vengono avvistate anche in alcune zone del nord del Canada e dell’Asia.

Eccovi quindi i luoghi dove andare se si vuole vivere questa esperienza mozzafiato.


Finlandia

Per catturare l’aurora boreale in Finlandia ci si deve spingere verso nord, nella regione della Lapponia dove il fenomeno avviene in media ogni due notti da settembre a marzo, aspettare che il cielo sia limpido e rimanere all’aperto.

Qui si può dormire in un igloo, o di affittare una “suite a bolle” che permette di vedere attraverso dei lucernari a bolle la meraviglia dell’aurora, rimanendo però più riparati dal freddo.


Norvegia

Anche in Norvegia le destinazioni per vedere il fenomeno naturale si trovano nella parte settentrionale del paese, dalle isole Lofoten lungo tutta la costa fino ad arrivare a Capo Nord e oltre.

Per la gente che vive nel nord della Norvegia l’aurora boreale è parte della vita, qualcosa di familiare capace di illuminare il cielo notturno in un ambiente dominato da neve, montagne selvagge e porti.


Svezia

In Svezia si deve arrivare nella Lapponia svedese per ammirare il fenomeno, e il punto migliore per vederlo è il Parco Nazionale di Abisko.

In generale comunque l’aurora boreale può apparire da metà settembre nella città di Kiruna, a fine marzo in tutta la Lapponia svedese.


Islanda

In Islanda le aurore boreali si possono cogliere addirittura a pochi chilometri dalla capitale Reykjavik, ma il luogo preferito per avvistarla è certamente Jökulsárlón, il più grande lago glaciale in Islanda, ai margini del Parco Nazionale di Vatnajökull.

Qui la perfetta unione tra cielo e acqua rende le atmosfere ancor più uniche creando riflessi senza paragoni.


Alaska

Spostandoci dall’altra parte dell’oceano in Alaska il Denali National Park è sicuramente il luogo dove ammirare le più incredibili aurore boreali.

Qui il fenomeno ha luogo già dagli inizi di agosto, fino a fine estate quando l’aurora boreale diventa visibile nel cielo notturno.


Groenlandia

Il sud della Groenlandia è famoso in tutto il mondo per la frequenza e l’intensità delle sue aurore in autunno, inverno e primavera.

Luogo scarsamente abitato in cui la quantità di luci artificiali non disturba la vista del fenomeno.

La Groenlandia, grazie alla vicinanza col Circolo Polare Artico, può essere considerata uno dei posti migliori per vedere l’aurora boreale.

 

Lasciatevi rapire dalla bellezza dell’aurora boreale e partire per una di queste incredibili terre fredde.

 

Potrebbe interessarti anche:

Norvegia panorama Norvegia, la magia dei fiordi e dell’aurora boreale
avventura islanda Islanda, la terra del ghiaccio
copertina Finlandia, meravigliosa in estate e in inverno
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vienna Musica 2020

Vienna Capitale della Musica 2020

  Vienna sarà Capitale della Musica 2020. Per i 250 anni della nascita di Beethoven sarà inoltre lanciata una voice app interattiva. Vienna scalda i ...
Vai alla barra degli strumenti