Il fascino della Danimarca, alla scoperta degli imperdibili 7 tesori dell’umanità

Print Friendly, PDF & Email

La natura non è un posto da visitare. E’ casa nostra.

Gary Snyder

Un itinerario molto affascinante alla scoperta delle bellezze della Danimarca è quello a caccia dei sette imperdibili tesori danesi, luoghi consacrati Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

  • Partendo dal Castello di Kronborg, casa letteraria dell’Amleto di Shakespeare si può proseguire magari in bicicletta verso l’antica riserva di caccia di Dyrehaven.

 

  • Successivamente una visita all’incredibile scogliera Stevns Klint, alla cattedrale di Roskilde, luogo di sepoltura della Monarchia danese e alle pietre runiche di Jelling.

 

  • Infine un’esplorazione presso l’insediamento della comunità Morava a Christiansfeld nello Jutland prima di concludere il tour immersi nel relax del Parco Nazionale del Wadden Sea.



Castello di Kronborg

Essere o non essere?

Questo il problema per Amleto, le cui vicissitudini si intrecciano alla storia proprio in questo castello situato nella cittadina di Helsingør, la Elsinore dell’Amleto di Shakespeare.

Una fortezza circondata da cannoni che si fonde con un edificio rinascimentale dove oltre ai tour guidati tra

le casematte, le sale, i passaggi e le torri

si può vivere un’esperienza unica soprattutto in estate quando si animano le serate dedicate ad Amleto e si può assistere ad una pièce teatrale rilassandosi di fronte al mare.

Kronborg è aperto tutto l’anno (tranne 1 gennaio, 24, 25 e 31 dicembre) dalle 11 alle 16.
In estate (giugno, luglio e agosto) l’orario è prolungato: dalle 10.30 alle 17.30.


Riserva di caccia di Dyrehaven

A circa 30 km a nord di Copenaghen si trova quella che fu l’antica riserva di caccia di Re Cristiano V e della sua corte nel tardo XVII secolo.

In questo paesaggio ben disegnato, che include le due foreste di Store Dyrehave e Gribskov e il parco di Jægersborg Hegn/Jægersborg, i re danesi e la loro corte si dedicavano alla caccia a cavallo.

Il sito comprende sentieri di caccia ben conservati organizzati attorno ad uno schema ottagonale, pietre miliari, staccionate e casotti di caccia come l’Hermitage.

Quest’ultimo è aperto dal 1 giugno al 31 agosto e I tour sono solo in lingua danese.


Stevns Klint

Le bellissime scogliere bianche di Stevns Klint hanno oltre 65 milioni di anni e portano un segno visibile dell’estinzione di massa alla fine del Cretaceo.

Nel cuore della scogliera bianca c’è infatti un sottile strato scuro di argilla, traccia dell’asteroide il cui impatto sulla terra avrebbe causato la scomparsa di specie vegetali e animali tra cui i dinosauri.

La scogliera e il mare dei Wadden su cui si trova sono importanti per l’ecosistema  poiché stazione obbligata per i movimenti migratori degli uccelli.

D’obbligo una visita alla chiesa di Old Højerup, costruita sulla cima della scogliera da un marinaio come ringraziamento per essersi salvato dopo essersi perso in mare.


Cattedrale di Roskilde

Dimora di almeno 40 re e regine danesi, la cattedrale di Roskilde è un edificio medievale le cui guglie appuntite dominano dall’alto tutta la città.

Importante sia dal punto di vista storico, artistico che architettonico è un edificio spettacolare che merita certamente di essere visitato.

Orari di apertura della Cattedrale

Dal 1 aprile al 30 settembre: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00 domenica dalle 13.00 alle 18.00.
Dal 1 ottobre al 31 marzo: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 16.00 domenica dalle 13.00 alle 16.00.

 


Le pietre runiche dei vichinghi a Jelling

Due tumuli funerari, due pietre con iscrizioni runiche e una piccola chiesa costruita sulle rovine di un tempio pagano formano il complesso archeologico di Jelling, antica sede dei re di Danimarca.

Jelling vanta uno dei monumenti vichinghi più importanti d’Europa, una suggestiva testimonianza della conversione dei danesi al Cristianesimo.

 


Insediamento della comunità Morava a Christiansfeld

Situato nello Jutland del Sud il sito è un esempio di insediamento della chiesa morava, una congregazione luterana con sede a Herrnhut, in Sassonia.

L’architettura è omogenea con edifici di uno o due piani a mattoni gialli e tetti di tegole rosse, che vengono ancora utilizzati da un’influente comunità della chiesa morava.


Parco Nazionale del Wadden Sea

Unico nel suo genere il Parco Nazionale del Wadden Sea dalla costa occidentale giunge fino al Nord Europa e nella parte meridionale sconfina in Germania e in Olanda.

La parte paludosa dell’ Ho Bay nei pressi di Skallingen, i fondali marini e le dune di sabbia sono luoghi meravigliosi dove osservare la fauna locale.

Qui si può anche assistere all’incredibile fenomeno del  “Sole Nero”, quando al crepuscolo si radunano migliaia di storni e disegnano nere figure nel cielo.

 


Per maggiori informazione sui luoghi e su come visitarli, rivolgersi alla fonte:

www. visitdenmark.it

 


Per un Natale in Danimarca potrebbe interessarti anche:

goteborg

Il fascino e la magia dei Mercatini di Natale più belli di tutto il Nord Europa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti